Lunedì, 13. July 2020 - 2:51

Parrocchie di Loiano, le S. Messe fino al 21 giugno

Da ‘Le Parrocchie di Loiano’ , gli avvisi della settimana dal 14 al 21 giugno

DOMENICA 14 “Solennità del Corpus Domini”

• 9.30 – S. Messa a LOIANO

• 11.30 – S. Messa a BARBAROLO

• 18.00 – S. Messa a LOIANO

LUNEDI’ 15

• 8.25 – S. Messa a LOIANO

MARTEDI’ 16

• 8.25 – S. Messa a LOIANO

20.30 – Rosario dalla Madonnina a LOIANO

MERCOLEDI’ 17

• 8.25 – S. Messa a LOIANO

GIOVEDI’ 18

• 8.25 – S. Messa a LOIANO

VENERDI’ 19

• 8.25 – S. Messa a LOIANO

SABATO 20

9.30-11.30 don Enrico confessa a LOIANO

• 16.00 – S. Messa a SABBIONI

• 18.00 – S. Messa a SCANELLO

DOMENICA 21

• 9.30 – S. Messa a LOIANO

• 11.30 – S. Messa a BARBAROLO

15.30 – Battesimo a SCANELLO

• 18.00 – S. Messa a LOIANO

Dal 29 giugno al 31 luglio "Camps a Loiano" organizzati da Energym

Nella scuola dell’infanzia di Loiano dalle 8.30 alle 16.30. Costo settimanale €. 130.00 ( compresa colazione, pranzo e merenda)

Gent.mi,

siamo a comunicare l’avvio delle attività di centro estivo, rivolte ai soli residenti del Comune di Loiano, nel periodo dal 29 giugno al 31 luglio 2020 (5 settimane).

Le iscrizioni si aprono il 15/06 alle ore 14.00 fino al 19 giugno, dopo di che sarà stilata una graduatoria, nel caso le richieste siano superiori alla recettività in base ai seguenti requisiti del decreto regionale R.E.R.:  

Polisportiva Lojanese: "stiamo valutando la possibilità di riprendere gli allenamenti in esterno"

Tutte le indicazioni per i rimborsi delle quote già versate

La Polisportiva Lojanese in considerazione del DECRETO-LEGGE 19 maggio 2020, n. 34 Art. 216 paragrafo 4 che riporta testualmente: “A seguito della sospensione delle attività sportive, disposta con i decreti del Presidente del Consiglio dei ministri attuativi dei citati decreti legge 23 febbraio 2020, n. 6, e 25 marzo 2020, n. 19, e a decorrere dalla data di entrata in vigore degli stessi, ricorre la sopravvenuta impossibilità della prestazione dovuta in relazione ai contratti di abbonamento per l'accesso ai servizi offerti da palestre, piscine e impianti sportivi di ogni tipo, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 1463 del codice civile. I soggetti acquirenti possono presentare, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, istanza di rimborso del corrispettivo già versato per tali periodi di sospensione dell'attività sportiva, allegando il relativo titolo di acquisto o la prova del versamento effettuato. Il gestore dell'impianto sportivo, entro trenta giorni dalla presentazione dell'istanza di cui al periodo precedente, in alternativa al rimborso del corrispettivo, può rilasciare un voucher di pari valore incondizionatamente utilizzabile presso la stessa struttura entro un anno dalla cessazione delle predette misure di sospensione dell'attività sportiva.”, comunica quanto segue:
- La società sta valutando, anche con l’ausilio di consulenti esterni, la possibilità di “rilasciare voucher” individuali proporzionati alla sospensione dell’attività, con l’ovvia deduzione delle spese generali, di segreteria, tesseramenti, Campionati, ecc.
- La società consiglia alle famiglie degli atleti che intendono richiedere il voucher e che hanno pagato per intero la quota, di inviare una mail a polisportivaloianese@gmail.com come riportato in calce nel comma 4 di cui sopra.
- Anche se indicato diversamente, il termine per l’invio della mail viene prorogato al 31 luglio 2020;
Approfittiamo per comunicarVi che, visto l’evolversi continuo delle situazioni, la società sta valutando, anche con l’ausilio di consulenti esterni, la situazione attuale e l’eventuale possibilità di riprendere anche per un breve periodo, gli allenamenti in esterno su campi recintati, seguendo quanto previsto dalle normative e dalle linee guida.
Polisportiva Lojanese

 

Da Lunedì 15 giugno possono riaprire le aree gioco per bambini

La nuova ordinanza regionale permette anche le visite nelle strutture residenziali per anziani

Da lunedì 15 giugno in Emilia-Romagna riprendono le visite nelle strutture residenziali per anziani, via libera a sagre, fiere locali e cerimonie. E dal 22 giugno riprendono le attività estive anche per la fascia 0-3 anni (protocollo in definizione)

Dal 15 giugno sarà possibile:

‍ Riprendere le visite agli ospiti nelle Case residenza per anziani (Cra) e persone con disabilità. (ingressi limitati e scaglionati, visite su appuntamento e con una durata indicativa di trenta minuti, misurazione temperatura all’entrata)

Organizzare nuovamente sagre e fiere locali, oltre a cerimonie ed eventi assimilabili (possibilità di organizzare buffet ma solo con somministrazione del cibo da parte di personale incaricato).

Riaprire aree giochi per bambini

Vengono poi integrate le linee guida regionali per cinema, circhi e spettacoli dal vivo: gli spettatori devono indossare la mascherina dall’ingresso fino al raggiungimento del posto.

Per gli spettacoli, sia al chiuso che all’aperto, viene tolto il tetto massimo di presenti: il numero massimo di spettatori è infatti determinato in base alla capienza autorizzata per ciascun luogo.

Dal 19 giugno, possono riaprire le discoteche (solo ballo all’aperto; linee guida sulla sicurezza)

Nuova ordinanza in preparazione per riapertura sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse dal 19 giugno.

Tutte le info QUI

Via libera alla riorganizzazione ospedaliera metropolitana post emergenza Covid-19

La Conferenza Territoriale Sociale Sanitaria Metropolitana ha diramato una nota che comunica l’avvio di un piano di riorganizzazione ospedaliero a seguito dell’emergenza Covid19. Ancora non si conoscono i dettagli e se l’Ospedale Simiani di Loiano sia coinvolto nella riorganizzazione ma è importante prestare la massima attenzione ai prossimi sviluppi. Di seguito il comunicato:

L’Ufficio di Presidenza della Conferenza territoriale sociale sanitaria metropolitana (CTSSM), riunitosi questa mattina in videoconferenza, ha dato il via libera alle Linee di indirizzo per la redazione del piano di riorganizzazione ospedaliero metropolitano a seguito dell'emergenza Covid-19

All’incontro, coordinato dal presidente della Ctssm Giuliano Barigazzi, hanno partecipato tra gli altri: l’assessore regionale alle Politiche per la salute Raffaele Donini, il rettore Francesco Ubertini, la direttrice dell’Ausl di Bologna Chiara Gibertoni, il direttore generale dell’Istituto Ortopedico Rizzoli Mario Cavalli e il direttore generale dell’Ausl di Imola Andrea Rossi

Obiettivo delle linee di indirizzo approvate oggi, che saranno alla base del Piano che verrà redatto nelle prossime settimane, è la trasformazione della difficile fase di emergenza sanitaria vissuta in questi mesi in una opportunità per sviluppare ulteriormente la qualità del servizio sanitario regionale nell’ambito metropolitano bolognese realizzando compiutamente l’integrazione  territoriale e ospedaliera tra Aziende Sanitarie, quale elemento chiave - già assunto dalla CTSSM - per l’efficacia delle cure e dell’offerta di percorsi e presa in carico ai cittadini. Consapevoli, nella fase di riavvio dopo l’emergenza Covid 19, della necessità di definire nuovi standard strutturali orientati a garantire sicurezza per i pazienti e gli operatori sanitari e di una rapida ripresa dell’attività specialistica e programmata sospesa durante la fase pandemica al fine di recuperare i tempi di attesa di ricovero e ambulatoriali.

A tal fine Regione e Ctssm, in concerto con l’Università di Bologna, hanno deciso di approvare le seguenti linee di indirizzo strategico per le Aziende Sanitarie che saranno alla base del Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera territoriale metropolitana e le conseguenti azioni da compiere:

a) mappatura delle strutture dell’area metropolitana che contengale criticità rilevate a seguito della necessità di nuovi standard di sicurezza ela quantificazione della riduzione dei posti letto (con particolare riferimento all’Aosp Bologna).

b) Verifica preliminare del ricollocamento in ambito pubblico di posti letto temporaneamente persi.

c)Valorizzazione della rete ospedaliera metropolitana definendo progetti non semplicemente di ricollocazione di posti letto ma di integrazione di percorsi clinici e modalità organizzative tra i grandi ospedali cittadini

Sviluppo e consolidamento dei singoli ospedali collocati nel resto dell’area metropolitana. Valorizzazione dunque che comporta tempi di realizzazione diversificati dagli interventi più urgenti a quelli di più lungo respiro prevedendo così il coinvolgimento dei professionisti delle Aziende Sanitarie.

d) Ricorso, attraverso il governo regionale delle relazioni con la sanità privata accreditata, di un supporto esclusivamente logistico per tutti i posti non ricollocabili nella rete pubblica, tenendo conto dell’ottimale gestione dei percorsi sanitari a garanzia dei cittadini.Temporaneità di tale collocazione legata alla precisa e stringente tempistica di realizzazione delle opere previste in ambito pubblico dal piano di riorganizzazione.

e) Rimodulazione dei piani di investimenti delle Aziende con definizione di tempistica delle opere e quantificazione degli investimenti necessari.

Per accompagnare questa fase si è inoltre deciso:

    che le Aziende procedano in sede regionale ad un confronto sia per quanto riguarda il piano investimenti che necessariamente per la relazione e gli eventuali accordi con la sanità privata accreditata.

    di aprire il necessario confronto con le parti sociali sulle presenti azioni e indirizzi e sulla programmazione conseguente.

    di istituire un Tavolo di lavoro con Regione e Università di Bologna per definire modelli di integrazione tra le Aziende ASL (Bologna e Imola) e Università che consentano il collegamento tra assistenza, didattica, formazione e ricerca nei livelli territoriali ed ospedalieri di riferimento.

Si conferma infine la decisa volontà di Regione e Ctssm di ripartire nel contempo con la progettazione nell’ambito dell’assistenza territoriale e della sua integrazione con quella ospedaliera.

Dal 23 al 25 giugno lavori di asfaltatura del parcheggio della Coop

La Polizia Municipale di Loiano dispone il  divieto di transito e di sosta

Con l’ Ordinanza n 9 (allegata) la Polizia Municipale di Loiano dispone il  divieto di transito e di sosta nel parcheggio antistante il Centro Commerciale di Viale Marconi, dalle ore 7:00 di martedì 23 giugno  sino alle ore 18:30 di giovedì 25 giugno

La chiusura si rende necessaria per i lavori di rifacimento della pavimentazione stradale

Unione, approvata la Convenzione per la gestione coordinata della "Via Mater Dei"

Tra la Cooperativa Foiatonda, Unione Savena dice ed Unione Appennino. Avrà durata triennale

Con la Delibera n 49 (allegata) la Giunta dell’ Unione Savena Idice ha approvato la “Convenzione per la gestione coordinata della Via Mater Dei tra l’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese, l’Unione dei comuni Savena Idice e la Cooperativa Foiatonda.

La Mater Dei è un itinerario che partendo da Bologna, collega i principali Santuari Mariani dell’Appennino coinvolgendo i Comuni di Pianoro, Monghidoro, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi e prevedendo 6 tappe: Pianoro, Loiano, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi, San Benedetto Val di Sambro. Soggetto gestore è la Cooperativa di Comunità Foiatonda di  Madonna dei Fornelli che è anche proprietaria del marchio e logo registrato “Via Mater Dei”.

Gli obiettivi della Convenzione (che ha durata triennale) sono :

Pagine

Back to Top