Giovedì, 26. January 2023 - 22:23

Grande partecipazione al Corso di Distruzione Pediatrica della Croce Rossa

Si è svolto questa mattina nella Sala del Consiglio, il Corso della Croce Rossa Italiana in collaborazuione con il Comune, "Disostruzione pediatrica e rianimazione cardiopolmonare".

Alta la partecipazione e l'interesse per le tre ore di incontro che hanno visto interventi, domande e prove partiche. Particolarmente interessante anche l'interevento di Renzo Panzacchi in merito alla sicurezza stradale. Grazie a tutti i partecipanti

Divieto scoppio di petardi e simili dal 23/12/2022 all' 08/01/2023

Con ordinanza sindacale n. 21 del 15/12/2022, si dispone il divieto dalle ore 12:00 del giorno 23 dicembre 2022 alle ore 24:00 del giorno 8 gennaio 2023

▪ di effettuare e far effettuare in luoghi pubblici lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari aventi caratteristiche tali, per lo più esplodenti, in grado di compromettere la sicurezza dei cittadini,

▪ di utilizzare fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati,

▪ di utilizzare fuochi pirotecnici, anche posti in libera vendita, nei luoghi privati senza rispettare le istruzioni per l'uso stabilite sulle etichette, e le prescrizioni di cui al D.lgs 4 aprile 2010, n. 58 e D.Lgs. 29-7-2015 n. 123.

La misura è volta a tutelare la quiete e l'incolumità pubblica, salvaguardando la salute di persone e animali.

fonte: Comune di Loiano

Proposta della Minoranza per incentivare la costituzione di Comunità Energetiche

Un tema di grande attualità che aiuterebbe le famiglie in modo significativo

Il Gruppo di Minoranza ‘Loiano Impegno Comune’, ha presentato una Mozione denominata “Comunità Energetiche opportunità per il territorio e per l’ambiente”. La proposta a firma del Consigliere Paolo Venturi, chiede che il Consiglio e la Giunta si attivino, promuovano e sostengono la creazione di Comunità Energetiche anche nel nostro territorio così come sta già avvenendo in tantissimi Comuni.

Le comunità energetiche sono costitute da un gruppo di soggetti, sia pubblici che privati, che in un medesimo ambito territoriale mettono in rete l’energia elettrica autoprodotta al fine di ottimizzarne il consumo nell’ambito della comunità stessa.

Chi partecipa alla Comunità può essere, di volta in volta, produttore o consumatore. Questa modalità di gestione dell’energia elettrica determina risparmi per chi vi partecipa, benefici ambientali ed accresce il valore degli immobili coinvolti. Anche chi non ha superfici spendibili per l’installazione di impianti fotovoltaici può partecipare alla Comunità Energetica beneficiando delle superfici messe a disposizione da altri partecipanti alla comunità stessa: in primo luogo gli edificio  pubblici presenti nelle vicinanze.

Un tema di grande interesse ed attualità vista la difficile situazione energetica che le famiglie stanno affrontando. I vantaggi sono molteplici: ambientali, economici, sociali.

La Mozione verrà discussa e votata nel prossimo Consiglio Comunale

"Pericoloso lasciare i lampioni spenti in via Nazionale e vie delle Piane"

"Vincenzo Bertuzzi: "chi va a prendere la corriera è completamente al buio e chi passa in macchina non li vede"

All’incontro che si è svolto l’altra sera a Loiano fra Maggioranza e cittadini (solo una decina i presenti), è emersa la questione dei lampioni spenti in alcune vie comunali.
Una scelta dell’Amministrazione, finalizzata al risparmio energetico poiché solo una minima parte dell’illuminazione pubblica loianese è a LED.

Vincenzo Bertuzzi (FreeBike65 Gravity team), ha segnalato la potenziale pericolosità che si crea in via Nazionale con i lampioni spenti: “alla mattina presto i tanti che vanno a prendere la corriera dallo Stradello a via del Vento, sono completamente al buio e chi passa in macchina non li vede. Nelle giornate di nebbia la situazione si aggrava ulteriormente.”

Stessa cosa in via delle Piane - completamente al buio - dove la fermata non ha neanche il marciapiede e le persone sono praticamente in mezzo alla strada. “E’ necessario che queste strade siano illuminate almeno in inverno, la mattina presto” ha chiesto Bertuzzi.

Il sindaco ha replicato che verrà effettuato un controllo ma gli risulta che le vie del centro siano sempre illuminate (via Nazionale e vie delle Piane però non sono in centro). “Le strade principali mi risulta che non vengano spente, comunque chiederemo all’ufficio tecnico”

Monghidoro ottiene un maxi finanziamento per realizzare un nuovo asilo

Dopo il contributo per la ristrutturazione dell' ex Faro arriva questo importante finanziamento

Dalla pagina Facebook del Sindaco di Monghidoro, Barbara Panzacchi

Ripresa dal Resto del Carlino di questa mattina ( che ringrazio) la notizia inerente il recente finanziamento ottenuto dal P.N.R.R. per 670.000 euro e volto alla realizzazione del nuovo edificio da adibire ad asilo nido.

All’interno di questa nuova struttura, che verrà costruita in aderenza all’attuale scuola dell’infanzia, secondo i più moderni criteri antisismici e di risparmio energetico, verranno ospitati fino a 23 bambini, equivalente al 33% di quelli residenti in età compresa tra i 0 e 2 anni, migliorando notevolmente la capacità ricettiva attuale che è di 14 bambini, per altro recuperata da spazi che una volta erano utilizzati dalla scuola dell’infanzia, mettendo loro a disposizione nuovi spazi dedicati e confortevoli.

Dentro al nuovo edificio verranno realizzate due sezioni con annessi servizi igienici, un’aula dormitorio ed un moderno giardino interno per dare la possibilità ai bambini di poter giocare anche d’inverno al riparo dalle intemperie.

Oltre a tali spazi destinati ai più piccoli, vi saranno anche le necessarie dotazioni per educatrici e per tutto il personale impegnato nella erogazione del servizio, con una particolare attenzione rivolta alle sistemazioni esterne.

Le tempistiche previste nel bando prevederanno l’avvio dei lavori nel secondo semestre del 2023.

La realizzazione di questa nuova opera consentirà di liberare gli spazi attualmente occupati dall’asilo, in modo da implementare la capacità di servizio della scuola dell’infanzia, passaggio fondamentale per garantire a tutti i bambini spazi sempre più adeguati alle loro crescenti necessità, anche in termini numerici.

Esprimo grande soddisfazione per questo altro importante risultato, frutto della volontà dell’Amministrazione comunale di erogare servizi sempre più qualificati a favore delle famiglie e dei nostri bambini e bambine ma anche del lavoro dei tecnici comunali che in poco tempo hanno predisposto il progetto da candidare al bando PNRR, oggi già nella sua fase esecutiva.

Quando nel 2020 abbiamo attivato il servizio del nido, che mai era stato presente a Monghidoro, abbiamo fatto una scommessa importante per andare incontro alle esigenze delle famiglie e per creare un servizio importante e strategico sia per i nostri concittadini sia per chi avesse avuto il desiderio di trasferirsi a vivere nel nostro Comune, con la necessità di conciliare i tempi vita familiare e lavoro.

Nel 2020 avevamo sette iscrizioni al nido, oggi abbiamo richieste per 17 posti e, grazie a questo investimento, riusciremo a dare una risposta qualificata a tutte le domande, liberando anche spazi alla scuola dell’infanzia, che pure vede l’aumento delle iscrizioni.

Sono segnali estremamente positivi; le nostre piccole comunità hanno futuro solo se sanno investire sulle giovani generazioni!

Pagine

Back to Top