You are heremonghidoro

monghidoro


Barbara Panzacchi è il nuovo Sindaco di Monghidoro

Vince con il 61,36% dei voti contro il 38,63 di Antonio Cornelio. In calo l'affluenza

Barbara Panzacchi è il nuovo Sindaco di Monghidoro. Con un netto  61,36%   (1.153 voti), vince la corsa per la poltrona di primo cittadino con la lista civica ‘Monghidoro Passione Comune’.

Lo sfidante, Antonio Cornelio dei Democratici Monghidoro (lista sostenuta dal PD), si ferma ad un onorevole 38,63%  (726 voti). Sono state 47 le schede bianche e 64 quelle nulle.

Alla lista vincitrice, in Consiglio Comunale spetteranno 8 seggi mentre 4 andranno all'opposizione

In deciso calo l’affluenza che nel 2011 registrò il 74,38% mentre oggi si ferma al 63,23%; meno anche del dato nazionale del 64,92%

Barbara Panzacchi subentra ad Alessandro ‘Ronny’ Ferretti che nel 2011 vinse con 1.411 voti (61,69%), distaccando la lista di centro destra di Lorenzo Marchioni, che si fermò al 38,30%.

Congratulazioni a Barbara Panzacchi ed auguri di buon lavoro

Fusione dei Comuni, turismo, ambiente, fra i punti programmatici del PD di Monghidoro in vista delle prossime elezioni amministrative

Il primo incontro pubblico per presentare anche la squadra di lavoro

Fusione dei comuni, turismo, lavoro, servizi, ambiente, sono fra i punti delle linee programmatiche presentate l’8 aprile  a Monghidoro dal Partito Democratico, in vista delle prossime elezione amministrative (5 giugno).

Si è trattata della prima uscita pubblica del PD locale in vista della tornata elettorale che vedrà un candidato Sindaco ancora da nominare ed una squadra in via di composizione.

Un pubblico numeroso (fra cui diversi loianesi) e sul palco i referenti locali del Partito e la ‘squadra di lavoro’ che sta sviluppando il programma. Apre l’incontro Loriano Amadori che ripercorre il periodo che ha visto inizialmente supportare l’attuale Sindaco (Alessandro Ferretti non verrà però mai nominato) e due anni fa uscire dalla maggioranza.

 “Fino a due anni fa eravamo in maggioranza e ne siamo usciti in maniera dolorosa. Cinque anni fa, facendo una scelta altruistica, abbiamo rinunciato ad esprimere un nostro candidato sotto il nostro simbolo perchè  abbiamo creduto in un reale cambiamento. Cambiamento  che  però non c’è stato ed i problemi iniziali sono ancora tutti sul tavolo” Aggiungendo poi:  “per attuare realmente un cambiamento non bisogna guardare in faccia a nessuno ed il futuro nostro Sindaco governerà in piena autonomia e nessuno influenzerà le sue scelte se non il gruppo che lo affianca”.

Un riferimento poi al candidato avversario: “Che sia chiaro che noi siamo nettamente opposti alla candidata Barbara Panzacchi ed alla sua lista che non si propone come cambiamento ma come restaurazione. Ciononostante confidiamo che con chiunque vinca, si possa instaurare un rapporto collaborativo”.

A seguire Antonio Cornelio ha presentato alcuni dati (poco confortanti), relativi agli indici  demografici di natalità, vecchiaia, immigrazione, età eccetera. Elencate le problematiche relative all’aumento di una popolazione di ultrasessantenni, con pochi giovani e scarse opportunità di lavoro e divertimento. “I candidati saranno  misurati su questi problemi senza più antistoriche distinzioni fra sinistra e destra”.

Un cenno anche alla difficile situazione della Stampi Group e del presidio dei lavoratori rimasti senza stipendio e senza lavoro. E’ stato ricordato che il Partito Democratico è in prima linea in Regione per cercare una soluzione. Localmente è stato organizzato un pranzo per il 17 aprile  il cui ricavato sarà devoluto totalmente ai lavoratori.

Poi l’elenco dei punti su cui si svilupperà il programma. Ne riportiamo alcuni:

Turismo: sviluppo dell’Alpe in accordo con i proprietari, reti turistiche insieme alla Città Metropolitana, attenzione alle possibilità date dai fondi europei e regionali, riqualificazione de Il Faro con il progetto già sviluppato, decidere come utilizzare l’area artigianale

Fusione dei Comuni: la fusione con altri comuni è necessaria non solo per i fondi regionali che vengono messi a disposizione, ma anche per avere servizi omogenei con altri comuni (per esempio Pianoro). Le fusioni devono procedere senza snaturare il senso di appartenenza al paese ma ottimizzando le possibilità organizzative date da queste unioni.

Scuola, Asilo: “quanti asili si potevano fare con i soldi spesi per l’area artigianale?”.

Elezioni Amministrative a Monghidoro, ufficializzata la candidatura di Barbara Panzacchi

La sosterrà la lista Civica 'Monghidoro Passione Comune'

E' stata ufficializzata la prima candidatura a Sindaco per le prossime Elezioni Amministrative a Monghidoro, che si terranno in una data compresa tra il 15 aprile ed il 15 giugno.

Si tratta di Barbara Panzacchi (classe 1971, professione avvocato), della lista civica 'Monghidoro Passione Comune' . Barbara Panzacchi è stata vicesindaco nella Giunta di Marino Lorenzini nel 2006. 

A Monghidoro l'Amministrazione incontra i commercianti per le iniziative di Natale

Associazioni e Comune si confrontano sui prossimi appuntamenti

I Comuni limitrofi iniziano a muoversi per pianificare le iniziative legate al periodo natalizio. L'assessorato alle Attività Produttive di Monghidoro per esempio, ha organizzato un incontro con le associazioni ed i commercianti per parlare dei Mercatini di Natale ed appunto altre iniziative legate al periodo. 

Nel nostro Comune questo assessorato fa capo direttamente al Sindaco e quindi siamo certi che a breve partiranno iniziative similari. 

Si dimette il Presidente di 'Monghidoro Progetto Civico'.

Altro scossone politico a Monghidoro dopo le dimissioni di due settimane fa dell'Assessore Loriano Amadori. Con una lettera molto critica nei confronti del Sindaco, la Presidente della lista Monghidoro Progetto Civico Licia Gaggioli  (che sostiene l'attuale primo cittadino) ha dato le dimissioni nell'incontro del 18 agosto scorso. Si legge, fra l'altro "...