Giovedì, 25. April 2019 - 9:58

politica

Presentata la lista Loiano Futura: "PD + Destra insieme"

Fabrizio Morganti, da anni segretario del PD loianese, ha presentato la lista

Riceviamo e pubblichiamo

Ci sono andato apposta, solo per dire ai “compagni” che stavano assistendo alla presentazione di una lista il cui candidato Sindaco era fino a poche ore fa il segretario del PD loianese e che adesso si presenta a capo di una lista civica che include anche Corrado Bartolomei. Nella presentazione tutti hanno detto un generico “veniamo da esperienze diverse” ma nessuno , nemmeno l’interessato aveva pensato di dire che la sua storia politica parte dal MSI per poi gradualmente passare da tutti i partiti di destra e approdare ad una “simpatia” per la Lega .

Mi sono permesso io di informare tutti della storia politica di Bartolomei e di ricordare all’ex segretario del PD che trovavo scorretto verso la sua ideologia e verso chi lo aveva votato come rappresentante apparentarsi con persone con quella storia. Non lo approvai quando alcuni “compagni” sostennero Maestrami, lo approvo ancora meno oggi. Quello che è apparso evidente è che purtroppo questo fatto non preoccupa nessuno e che alla fine i compagni manderanno giù anche questo magone.

A costruire la lista hanno collaborato persone che mi hanno accusato di non essere di sinistra e che adesso accettano ex missini ora neo leghisti come compagni d’avventura. Da queste persone vorrei delle scuse anche se so che non le avrò. Dato che mi leggono le informo che Le aspetto sempre per un confronto .

Ricordate che quando vi dicono che destra e sinistra non esistono vi mentono e per fortuna c’è qualcuno che, come me , le terrà sempre ben distinte.

Andrea Bovina

Amministrative 2019, istruzioni per la presentazione delle candidature a Sindaco e Consigliere Comunale

Si vota domenica 26 maggio

In vista delle prossime elezioni Amministrative del 26 maggio 2019, il Ministero dell’Interno ha pubblicato le istruzioni per la presentazione e l’ammissione delle candidature a sindaco e consigliere comunale (allegato).

La presentazione delle candidature con i relativi allegati, deve essere effettuata dalle ore 8 del 30° giorno alle ore 12 del 29° giorno antecedenti la data della votazione

Amministrative 2019, Danilo Zappaterra candidato a Loiano in una Lista Civica

Tamara Imbaglione lascerà la politica attiva

Dopo la fine di questo mandato Tamara Imbaglione lascerà la politica attiva mentre Danilo Zappaterra si candiderà come capolista in una lista civica alle prossime Amministrative di Loiano (26 maggio). 

Così, con il ‘cosa faremo’ riportato nel volantino, si è conclusa la serata organizzata dai due capogruppo di Minoranza a Quinzano, dove è stato tratteggiato un bilancio di questi cinque anni in Consiglio. Gli interventi hanno spaziato dalla vicenda dell’ospedale, alle tariffe dei servizi scolastici al progetto ancora aperto della baracchina, alla vicenda del rappresentante  in Unione, eccetera

Il pubblico (numeroso oltre le aspettative), è intervenuto ed ha chiesto chiarimenti in merito alla situazione della GESCO, della vecchia piscina, della mancanza di comunicazione anche da parte dei componenti le Minoranze.

All’incontro hanno partecipato anche il Vicesindaco Rocca e l’ Assessore Ogulin che sono voluti intervenire per replicare su alcuni punti fra cui il legame tra LoianoWeb e  il ruolo di consigliere di Zappaterra (!).

Come anticipato, Tamara Imbaglione non si occuperà più di politica e Francesca Baccolini (già residente a Bologna) non seguirà più la politica locale.

Danilo Zappaterra, attuale consigliere del Movimento 5 Stelle, con il termine del mandato si presenterà invece con una lista civica, che come è stato ben specificato, non avrà nessuna appartenenza, supporto  o correlazione con movimenti o partiti. 

Il programma e la lista sono ancora in fase di costruzione (il termine per la presentazione delle liste sarà il 24 aprile) ma alcuni  componenti sono già stati presentati: Alice Tedeschi, Paolo Venturi, Paolo Collina, Michele Gamberini. La fine di marzo e gli inizi di aprile vedranno i primi incontri pubblici ed incontri di frazione.

Sul Passante Sud l’Unione Savena si spacca Pianoro e Ozzano dicono ‘no’

Loiano, Monterenzio e Monghidoro sono invece favorevoli

L’Unione Savena Idice registra una spaccatura in merito al progetto denominato ‘Passante Sud’ alternativo al noto e discusso ‘Passante Nord’.  Infatti mentre  Loiano, Monterenzio  e Monghidoro si sono detti favorevoli (il Consiglio Comunale di Loiano ha anche approvato all’unanimità un Atto di Indirizzo), Pianoro e Ozzano si dicono contrari tanto da  ipotizzare anche una raccolta firme.

I motivi del ‘no’ si riconducono all’ipotesi di danni ambientali, al problema del traffico in tangenziale che non verrebbe risolto così come il calo dell’inquinamento. Oltre ai tre Comuni dell’Unione sono contrari anche Sasso Marconi, Casalecchio e San Lazzaro, tutti di area PD

Elezioni Politiche, i risultati a Loiano nel 2013

Dopo 5 anni andiamo a vedere cosa accadde nel nostro Comune

In vista delle prossime elezioni politiche del 4 marzo, può essere curioso rivedere i risultati raccolti dai partiti nel nostro Comune alle elezioni del 2013. 

Dati di interesse meramente statistico perché da allora sono cambiati partiti, coalizioni e, soprattutto, la legge elettorale.

A Loiano, sia al Senato che alla Camera il Partito Democratico si piazzò come primo partito raccogliendo il 40,04% (955 voti) al Senato ed il 37,89% alla Camera (961 voti). 

Al secondo posto il Movimento 5 Stelle con il 23,06% (550 voti) al Senato e il 24,72% alla Camera (627 voti). Terzo partito risultò il Popolo delle Libertà, con il 15,93% al Senato (380 voti) e 15,46% (392) alla Camera. Distaccata la Lega (Nord) con il 2,26% (54 voti) e 2,48% (63 voti) alla Camera.

I votanti furono 2.449 al Senato e 2.613 alla Camera. Nelle schede allegate anche i risultati nelle singole Circoscrizioni del nostro Comune.

Mozione antifascista del M5S: "Spazi pubblici solo a chi si riconosce nei valori democratici"

Andrà in votazione nel prossimo Consiglio Comunale

Il riemergere di comportamenti antidemocratici di espressione fascista, xenofoba, razzista e sessista ha portato molti comuni ad adottare misure che limitino gli spazi a queste espressioni antidemocratiche. L’avvicinarsi delle elezioni vedrà queste forze ancor più presenti e di conseguenza molti Comuni si stanno ‘attrezzando’.

Dopo  grandi città come Milano, Torino, Bologna anche piccoli comuni stanno aggiornando in questo senso i propri Regolamenti o Statuti. Nei vari Consigli Comunali le proposte vengono approvate senza distinzione partitiche, adeguando le mozioni sulla base dei propri Regolamenti od approvandone di nuovi.  

Nella provincia di Bologna, Casalecchio, Monte San Pietro, Sasso Marconi, Valsamoggia e Zola Predosa sono stati fra i primi, mentre in Unione Savena Idice, Pianoro ha da poco approvato una proposta che va in questa direzione.

Allo stesso modo, a Loiano il Consigliere Danilo Zappaterra ha presentato una mozione che chiede alla Giunta di non concedere spazi o suolo pubblici a coloro che non garantiscano il rispetto dei valori sanciti dalla Costituzione, professando o praticando comportamenti fascisti, razzisti, omofobi, transfobici e sessisti. Chiede che questa posizione venga fatta sottoscrivere nelle richieste di spazi pubblici e che si incentivino iniziative culturali che pongano l'attenzione all'affacciarsi di nuovi fascismi.

La mozione andrà in votazione nel prossimo Consiglio Comunale.

Primarie PD del 30 aprile, a Loiano si voterà presso la Sala Primavera

Dalle ore 8 alle 20. Nel 2013 votarono in 387

In occasione delle Primarie del Partito Democratico di domenica 30 aprile, a Loiano si voterà presso la Sala Primavera in via Santa Margherita. Il seggio sarà aperto dalle ore 8,00 alle 20,00.

Alle Primarie del 2013  (Renzi/Civati/Cuperlo) nel nostro Comune i votanti furono 387, mentre a quelle del 2012 (Bersani/Renzi) furono 408.

QUI tutte le info

I dati sulla popolazione della Città Metropolitana al 1° gennaio 2017. A Loiano i residenti sono 4.315 . Aumentano gli stranieri

In aumento in quasi tutti i Comuni dell'Unione Savena Idice

La Città Metropolitana ha pubblicato i dati relativi alla popolazione residente nei vari comuni della provincia di Bologna, aggiornato al gennaio 2017. Si tratta di dati provvisori che registrano un complessivo + 0,3% rispetto al gennaio 2016 (da 1.005.831 a 1.009.268), con la città di Bologna nella media con un +0,4% (da 385.663 a 388.367).

Nella media anche Loiano che con + 0,5%  passa  da 4.294 abitanti del 2016, a 4.315 di quest’anno.

Nel nostro Comune in aumento anche gli stranieri che passano da 342 a 351 e rappresentano l’ 8,1% dell’intera popolazione.

Popolazione che complessivamente aumenta anche negli altri Comuni dell’Unione Savena Idice con Monterenzio  a +0,3% ,  Pianoro + 0,4% ,  Ozzano + 1,3% . Unica eccezione è Monghidoro che registra  invece una flessione del  - 1,5%

Il 66% favorevole al senso unico in via Roma. Che non si farà

La contrarietà dei commercianti nella decisione dell'Amministrazione

Il confronto del 6 marzo con i cittadini ha sancito il definitivo accantonamento (almeno con questa amministrazione) dell’ipotesi del senso unico in via Roma a Loiano. Decisione che comunque era già stata comunicata ai commercianti nell’incontro del mese scorso, quando la loro contrarietà ha portato la Giunta a decidere di lasciare la situazione invariata, nonostante il risultato del sondaggio.

Come ha spiegato il Sindaco “la decisione vuole infatti andare incontro proprio ai negozianti del centro così da non aggravarli di ulteriori difficoltà proprio ora che stanno anche aprendo nuove attività”.  Inoltre “il basso numero di votanti è stato indicativo di uno scarso interesse sull’argomento"

Come nella precedente occasione, è stato il Comandante della Polizia Municipale, Umberto Ori ad esporre i risultati del sondaggio che chiedeva appunto ai cittadini di esprimersi sul cambiamento della viabilità dopo i lavori alla scuola elementare  che avevano dato la possibilità di ‘provare’ il senso unico.

Sono arrivati 470 questionari  (372 online e 98 cartacei), che rappresentano il 12,15% della  popolazione adulta residente (3660). 

Da questi, 25 sono stati scartati perché risultavano di non residenti, minorenni, questionari doppi ecc. e dei 445 validi  sono risultati favorevoli al senso unico in 294 (66,6%) ; contrari 142 (31%); indifferenti 9 (2%).

L’analisi è poi stata suddivisa fra centro del paese e frazioni. 

Da Loiano centro si è dichiarato favorevole i il 58% e contrario il 41%; dalle frazioni si è dichiarato favorevole l’83% e contrario il 16%

Le motivazioni dei favorevoli sono state principalmente inerenti il maggior numero di parcheggi, maggior sicurezza, maggior ordine nella viabilità. I contrari, per la penalizzazione che ne deriverebbe per i commercianti, scomodità e disagi, minor sicurezza in viale Marconi dovuta al maggior traffico.

Come era prevedibile, non sono mancate le perplessità da parte del pubblico che non ha compreso il motivo di accantonare l’idea quando il sondaggio ha dato un responso così chiaro. E’ stato sottolineato inoltre che in questo modo  i commercianti deterrebbero una sorte di ‘golden share’ sulle decisioni dell’Amministrazione che è difficile comprendere e giustificare.

Pagine

Back to Top