You are herePubblicati i dati dell'operazione "Futa Sicura"

Pubblicati i dati dell'operazione "Futa Sicura"


Sul primo numero del giornalino del Comune "Notizie di Loiano" sono stati finalmente pubblicati i dati relativi "all'azione di contrasto all'uso improprio della SP 65...".

In pratica quanto è stato fatto per contrastare l'ormai noto problema delle corse delle moto su questa strada provinciale. Controllati 1247 veicoli ed elevate 171 contravvenzioni con un'operazione che ha visto impegnati i Carabinieri, Polizia Stradale, Polizia Provinciale, Guardie Forestali e le Polizie Municipali dei Comuni di Loiano, Pianoro, Monghidoro e Monzuno.

 

Evidentemente è stato fatto un buon lavoro e, anche se il problema è ancora lontano dall'essere risolto, sta dando risultati che sono visibili a tutti. Si evidenzia soprattutto nel netto calo degli incidenti  che hanno visto coinvolti i centauri ed una sensibilità che sembra stia crescendo di anno in anno.

 

Pur nulla togliendo alle varie forze di Polizia che stanno svolgendo un lavoro encomiabile, crediamo però che la Polizia Municipale di Loiano  abbia fatto qualcosa di più. Infatti la moral suasion del Comandante Umberto Ori (tramite blog, siti ed incontri con i motociclisti) ha fatto crescere negli anni un rapporto che non si limita alla mera repressione ma che può essere anche fonte di consiglio ed informazione. Un lavoro difficile che però sta dando ottimi risultati (è sufficiente leggere i commenti ai post).

Per comprendere meglio questo aspetto vi invitiamo a rivedere l'intervento del Comandante ad un incontro del luglio 2011.

 

Come abbiamo detto il problema non è assolutamente risolto ma si è sulla strada giusta. Confidiamo che si mantenga questo livello di attenzione al problema

 

gennaio 2012

 

Condividi

Pubblicato il : 
Il tuo voto è stato: Nessuna Totale classifica: 3.5 (2 votes)
Da motociclista sono il primo a volere girare in Futa (e in tutte le bellissime strade dell'appenino) in sicurezza senza altri biker contromano e soprattutto senza decessi come spesso capita. Le soluzioni per ottenere questo sono multiple, ma basta mettere qualche pattuglia lungo il tratto che automaticamente "gli aspiranti piloti" chiuderebbero il gas. Per strada poi, per divertirsi basta solo rispettare tre regole: stare SEMPRE nella propria corsia, rallentare nei paesi e sorpassare SOLO quando si vede al 100%.. e non perchè bisogna stare dietro all'amico smanettone. Già insegnare questo, sarebbe un bel passo avanti. L'accanimento degli anni scorsi (e immagino anche di quest'anno) verso chi transitava colpevole di qualche modifica estetica alla moto e che magari era solo a spasso con la morosa per mangiare due tagliatelle, mi sembra invece solo il classico "voler fare cassa". Gente da punire severamente per strada ce n'è tanta, se volete vi aiuto in prima persona filmando l'80% delle auto che se pur con indicatori di direzione omologatissimi, tagliano tutte le curve abbondantemente, richiando frontali da Pianoro vecchio a Cà del Costa.
ancora con il leitmotiv del fare cassa... i costi delle operazioni interforze superano abbondantemente gli introiti delle sanzioni amministrative.. nessun accanimento nei confronti dei motociclisti..anzi molto... molto buonsenso nell'applicazione delle norme... assoluta inflessibilità per quanto riguarda il rumore (db killer e modifiche al sistema di scarico) e alle modifiche alle caratteristiche costruttive (centraline aggiuntive ecc..) tcittadinbi e dei motociclisti è l'unico la sicurezza dei cittadini e dei motociclisti è l'unico obiettivo perseguito. concordo sul fatto che è necessario fare un salto di qualità nei controlli, attenzionando oltre al tuning anche i comportamenti degli utenti della strada (sorpassi, circolazione contromano, velocità ecc..) Ho presentato ai sindaci dei comuni interessati un progetto che va nel senso auspicato, il costo è significativo.. mi auguro si trovino le risorse
Un esempio fra i tanti: la mia (ex) compagna è stata fermata mentre procedeva a circa 65 km/h di velocità in prossimità del monumento ai caduti a Livergnano e trattenuta per circa 35 minuti, presenti vigili urbani carabinieri e tecnici della protezione civile. Giusto il tempo per coominare una sanzione per 78 euro perchè il veicolo montava specchi retrovisori non omologati. Giustizia è fatta e le strade ora sono più sicure! della via aggiungo un consiglio al redattore dell'articolo: Prima di parlare di "noto problema delle corse delle moto" farebbe meglio ad informarsi, magari andando ad indagare se fra le 171 contravvenzioni quanti art.9 sono stati contestati e quanti specchietti indicatori di direzione impianti di scarico ecc sono stati contestati. Mi rendo conto che comunque si tratta di infrazioni al cds, ma non si venga a dire che questa è prevenzione. Da ultimo una triste realtà. Se il traffico e quindi di conseguenza gli incidenti sono calati, non è certo merito di questi controlli, più facile che sia l'effetto della benzina a 1,8 al litro...
Si apre la stagione e torna l'annoso problema delle corse delle moto sulla Futa. Proprio in questi giorni e' stato presentata a Pianoro l'operazione Futa Sicura 2012 che vedra' coinvolto anche il Comune di Monzuno. Come abbiamo scritto più volte, questa situazione vede due posizioni diametralmente opposte e difficilmente conciliabili. Da una parte i motociclisti che vedono lesa la loro libertà di percorrere questa strada e dall'altra i cittadini che non accettano di dover abitare di fianco ad un circuito. In mezzo si trovano le Istituzioni e le Forze dell'Ordine che , sollecitate dalla cittadinanza, devono trovare una soluzione (o quanto meno provarci). Da parte nostra ripetiamo che il problema non sono "i motociclisti", ma "certi motociclisti". Se in un week end transitano migliaia di moto e il 10% di questi sfreccia ai 100km/h a marmitta aperta, la percezione di chi li subisce e che "i motociclisti fanno le corse". E' un pensiero errato, ma e' l'effetto e non la causa del problema. Se i motociclisti in regola (la maggior parte) volessero veramente risolverlo, dovrebbero isolare questi signori e non scusarli o difenderli. Per quanto concerne le contravvenzioni e i posti di blocco, sappiamo (sapete) benissimo che i motociclisti (e automobilisti) spesso si avvertono in caso di presenza della Polizia. Quindi, nel momento in cui vi transiteranno davanti, saranno tutti ligi e rispettosi. Per questo l'unica possibilità che hanno le Autorità (almeno fino ad oggi), e' di contestare infrazioni di manomissione al mezzo. D' altra parte chi non ha fatto nulla non ha neanche nulla a temere. Infine , vi posso assicurare (per quello che vale), che non vi e' alcuna volontà di fare cassa ne' da parte della Polizia Municipale n'è da parte del Comune di Loiano. L'obiettivo dichiarato e' stato sempre quello di ridurre il numero di incidenti e venire incontro alle richieste di soluzione da parte della cittadinanza.
Beh tutto chiaro e corretto se non che forse chi effettua i controlli dovrebbe riorganizzare le idee e dare qualche priorità, a mio avviso. Mi spiego: - gli abitanti di loiano sono stanchi del rumore? (questa sembra di fatto una delle cause maggiori).. bene allora controlliamo chi gira a scarico aperto - la gente va troppo forte in paese o anche in altri tratti? bene individuiamo chi veramente va forte con i velox, come una volta.. - ci teniamo alla sicurezza stradale? allora mettiamo qualche pattuglia in giro e se la gente avvertendosi va piano, l'obiettivo si raggiunge ugualmente anche senza fermare nessuno.. fermare invece tutti, a prescindere, ritirando delle carte di circolazione o facendo multe salate per il "reato" di una freccia non omologata, cosa previene? cosa tutela? (per quanto una freccia non omologata, sia appunto non conforme al Cds e quindi multabile) quello che voglio dire è: se ci volete convincere che lo fate per noi, dimostratecelo.
Vorrei riportare alcuni estratti dell'intervento della Redazione "corse delle moto sulla Futa" io sposterei il problema sulla maleducazione di alcuni soggetti più che sul passo medio tenuto "due posizioni diametralmente opposte" questo non lo credo proprio visto che la maggior parte dell'utenza caccerebbe a pedate i "fenomeni del sabato pomeriggio" "dovrebbero isolare questi signori e non scusarli o difenderli" non credo vi siano motociclisti più o meno omologati che difenderebbero lo smarmittato di turno, se lo senti al parcheggio può strapparti un sorriso ma avercelo davanti fra le curve non fa piacere a nessuno "i motociclisti (e automobilisti) spesso si avvertono in caso di presenza della Polizia" il fatto di avvertirsi la trovo una delle caratteristiche più belle del mondo delle due ruote e non sempre ci si sbraccia per segnalare la pattuglia, ci si sbraccia anche per segnalare un tratto di strada particolarmente dissestato o una secchiata di ghiaia in curva "Per questo l'unica possibilità che hanno le Autorità (almeno fino ad oggi), e' di contestare infrazioni di manomissione al mezzo" siamo sicuri che sia l'unica possibilità? e che sia proprio "per questo"? "vi posso assicurare (per quello che vale), che non vi e' alcuna volontà di fare cassa ne' da parte della Polizia Municipale n'è da parte del Comune di Loiano" dici bene, per quello che vale, e poi c'era la marmotta che incartava la cioccolata quindi mi dispiace ma non ci trovo niente di chiaro e tantomeno di corretto
concordo al 100% con Andrea e Francesco, questo metodo spacciato per "sicurezza" non è altro che un modo per fare cassa. Per fare sicurezza servono controlli alternativi a quelli utilizzati ora. sono anni che discutiamo coi vigili di Loiano, senza ottenere nulla di concreto per la nostra sicurezza.
ma si parla di prevenzione, ok, concordo che c'è chi esagera e questo è sotto gli occhi di tutti, compresi noi motociclisti, però non mi potete parlare di prevenzione se vi limitate a fare posti di blocco e a controllare se la moto è originale o meno, a volte può essere più pericoloso per la propria incolumità il ragioniere che gira con uno scooter (per fare un'esempio) e le curve la fa contromano eppure il mezzo è originalissimo, ma nessuno lo ferma proprio per quello, poi succede che un motociclista per schivare il ragioniere contromano si fa male sul serio e subito a dire che correva... intanto il ragioniere è beato a casa sua fregandosene di cosa è successo. Vogliamo poi parlare dei camionisti che girano con il tappo del gasolio aperto per inondare le curve? a quelli nessuno dice nulla, e come ben sapete una chiazza di gasolio è molto pericolosa per chi viaggia su due ruote, ma tanto la prevenzione è fatta solo guardando lo scarico o le frecce..... ma dai, è che è comodo fare questo e basta, è più facile e più remunerativo, anche considerando i costi, lo scorso anno sono stato fermato in uno di questi fantastici posti di blocco, nessun problema la mia moto è originale, ma nel frattempo che aspettavo tra le decine di moto che mi controllassero come si fa con i delinquenti, decine di auto passavano dove guidatori e non erano privi di cintura, chi al telefono e quasi mai nessuna auto ha i fari accesi dove è d'obbligo, però a voi non frega nulla perchè cosa vuoi che sia un'auto senza fari all'imbrunire.... per un motociclista... con il sole in faccia.......che non la vede? nulla perchè se si fa male, il poveretto viene etichettato come quello che faceva la gara........ io smetterò di dire che lo fate per fare cassa quando la prevenzione è a 360°, dove vengono ritirati i libretti per scarichi rumorosi anche a chi ha un harley davidson........ o a chi ha un auto elaborata ( e ce ne sono tante su e giù per la futa), e tanto per parlare di Harley, perchè non le fermate? potete fare cassa pure lì e non poco, tra chi mette la targa di lato, a chi ha scarichi aperti e gomme non omologate, fari a led ecc... non sono motociclisti pure loro? o per voi i motociclisti sono solo quelli che si mettono la tuta di pelle? ah si vero, chi si mette la tuta è uno che vuole fare la gara....... e non la mette per la propria sicurezza..... in caso di scivolata a 50 km/h sulla chiazza di gasolio lasciata dal camion di un cittadino di Loiano, perchè negli scorsi anni vi erano chiazze che sembravano messe appositamente per far del male.... smettiamo con questa ipocrisia falsa della prevenzione, sarei ben felice di farmi fermare tutte le volte che salgo se ciò fosse fatto in maniera equa e non solo mirata ad una certa utenza..... di motociclisti.... se parliamo di prevenzione parliamone seriamente.... e iniziamo a punire, si chi ha moto manomesse, ma anche automobilisti, camionisti, autisti dei bus, harleysti e scooteristi..... che hanno comportamenti pericolosi..... perchè è cosi che si fa non come fate voi.
miki sindaco! hai riassunto tutti i nostri pensieri.
caro miki..capisco che sentirsi centro dell'attenzione delle F.d.o non faccia piacere...ma vi sono precise motivazioni che giustificano l'attenzione che vi viene riservata. la categoria dei motociclisti è l'unica che non vede diminuire il tasso di incidentalità, dal 2000 al 2010 sono oltre 14.000 i motociclisti deceduti ed oltre 800.000 i feriti..siete gli unici per i quali non è diminuito il trend... Meritate certamente un'attenzione particolare.. che la tipologia dei controlli debba subire un incremento qualitativo lo dico da tempo...guardati i video sulla serata a Loiano... e' pericoloso e falso l'atteggiamento vittimista che intravedo nelle parole dei motociclisti, a Loiano rappresentate il 10/15 % delle sanzioni elevate, dato assolutamente in linea con la vs presenza sul territorio. Non etichettiamo nessuno..certo è che se vedo uno con scarponi chiodati, picozza e corde a tracolla, posso immaginare sia un rocciatore. il camionista che ha lasciato gasolio sulla strada lo abbiamo cercato , vi assicuro con volontà di trovarlo, purtroppo senza riuscirvi
ma guarda Ori, io partecipai molto volentieri ad uno dei primi incontri fatti in pizzeria da Marione anni fa, se l'essere al centro delle attenzioni porta a diminuire le vittime, ben venga, non faccio la vittima, ci mancherebbe, io adoro la futa, ma da motociclista ammetto che in questi ultimi anni la pericolosità di quella strada è aumentata in maniera esagerata, io infatti ci vado la mattina presto perchè i cosiddetti inglesi (quelli che curvano contromano) sono ancora a nanna a sognare di quanti secondi abbasseranno il tempo a salire nel pomeriggio, è una mia scelta ma in questo modo vivo liberamente la mia passione, godo dei paesaggi e delle curve che la strada mi mette a disposizione e per quanto possibile cerco di rispettare i limiti, assolutamente rispettati nei centri abitati, poi me ne torno dal mio bimbo e da mia moglie con tutte le ossa sane e felice. Ora, come vedi io non sono d certo vittima, anzi, sotto certi punti di vista concordo che le vs azioni, ma non prendiamoci per il culo dicendo che che non veniamo etichettati, perchè cosi non è, motociclista nel mio vocabolario, è chi usa un qualsiasi mezzo a due ruote con motore, e ci metto pure lo scooter, data questa precisazione, ti chiedo di spiegarmi il perchè, nei posti di blocco che fate vi sono solo moto sportive, gli abitanti di Loiano si lamentano del rumore, ok, non hai lo scarico in regola è giusto punirti, ma fanno lo stesso rumore le Harley Davidson se non di più, ma non le fermate, non ne ho mai vista una ferma con voi, eppure nel mio modo di vedere sono motociclisti pure loro, lo stesso per le Bmw, eppure molti GS montano scarichi Remus senza DB killer e fanno rumore alla pari delle altre moto, vogliamo parlare di frecce, quante harley montano frecce non omologate? una marea, in alcuni casi sono talmente piccole che non le vedi se non di notte, questi per fare esempi che tutti possono vedere senza troppe pippe, veniamo si etichettati ma non come motociclisti, ma come smanettoni perchè ci piace la moto sportiva o racing replica, ma dal punto della pericolosità le moto sono tutte uguali, dipende da chi la usa... non dal modello.... in un centro abitato, anche uno scooter 100cc può passare a tavoletta a 100 km/h se quello che lo guida è un demente..... e non è di certo meno pericoloso di una moto... però cazzo, manco uno ne fermate. Parli di numeri, allora iniziamo a vedere quante delle vittime che tanto ostenti sono vittime perchè andavano forte, e vedrai che il numero di incidenti che vedono coinvolti i mezzi due ruote sono nei centri cittadini e non sulle strade di montagna, andiamo a vedere quanti di questi sono vittime perchè un'automobilista ha omesso di mettere la freccia o per mancata precedenza data, andiamo a vedere quanti di questi sono vittime perchè le strade fanno cagare, piene di buche e piene di insidie che anche ai 50km/h sono impercorribili, andiamo a vedere quante di queste sono vittime perchè sono cadute a causa di queste buche e sono state decapitate o ferite gravemente dai guardrail..... se vogliamo affrontare seriamente il discorso parliamo di cose concrete e nella sua totalità dell'analisi, le cifre dette cosi fanno solo paura ma fanno anche incavolare perchè dicono tanto ma nello stesso tempo non dicono nulla....... da parte mia la massima disponibilità a parlarne e a discuterne, io e i ragazzi del ns motoclub ci proviamo da anni, vedi test ride e corsi in raticosa, ma in quelle occasioni mai e poi mai abbiamo visto da parte vs la volontà di partecipare per far capire che si può andare in moto godendo del mezzo in piana sicurezza per se stessi e sopratutto per tutti quelli abitano lunga la Futa...... questo potrebbe essere un'inizio di collaborazione bilaterale, non è come qualcuno diceva, l'isolare chi va forte che risolviamo il tutto, io sono dell'idea che è la civiltà ed una educazione civica delle persone e di chi ci governa che dovrebbe e potrebbe dare una grossa mano a far si che certi comportamenti calino fino a sparire... fatto come lo state facendo non date l'impressione di prevenire ma ben altro.
se ti ricordi quella sera portai con me un responsabile del 118,e non il ragioniere del comune (questo per certificare una volta in più che è la sicurezza e non il far cassa che interessa) Harley davidson- fermiano e controlliamo anche loro è un controllo più particolare dovuto alla direttiva CE 2002/24 "omologazione veicoli a motore a due e tre ruote" che all'art. 1 "campo di applicazione"! cita ..non si applica ai veicoli in uso prima dell'entrata in vigore della direttiva 92/61 del 20 giugno 1992..la harley davidson , come casa costruttrice ha circa 120 anni. i componenti racing su qualsiasi moto vengano installati non trovano giustificazione e sono ugualmente sanzionati. E' vero anche uno scooter è potenzialmente pericoloso.. le cifre sull'incidentalità dovrebbero farci capire che i motociclisti rimangono la categoria dove il trend non cala , fra i motivi certamente quelli che tu indichi.. infrastrutture stradali penose (non la SP 65, la provincia vi ha installato anche guard rail salvamoticilisti), comportamento degli automobilisti.. tutto vero e con incidenza molto significativa nei dati assoluti.non dimentichiamo però gli stili di guida.. altrimenti la colpa è sempre degli altri.. personalmente sono estremamente disponibile a discutere di questi argomenti , ho dovuto troncare con ss65 e scodellamelo perchè, al di là di apprezzamenti non propriamente civili nei miei confronti, la discussione era al palo e non progrediva.. voi insistendo nel sentirvi vittime di "estorsioni" da parte delle F.d.O ed io a spiegarvi che non eravamo in strada per fare cassa.. dopo due anni eravamo ancora li ognuno sulla sua posizione... Con altri motociclisti CB 100R, ducatimonsterclub., il rapporto e la discussione è progredita con buoni risultati ... purtroppo sono motocilcisti che raramente percorrono la futa e quindi non posso toccare con mano eventuali risultati che spero di aver contribuito ad ottenere
me la ricordo benissimo quella serata..... e ho apprezzato la volontà da parte vs di arginare il problema..... non tutti la pensiamo uguale.... sulle harley ho cmq dubbi, perchè cmq il livello sonoro è molto al di sopra di quanto stabilisce la legge.... cmq grazie della risposta.
per certificare la buonafede e le ottime intenzioni dell'amministrazione comunale di loiano leggete il blog ufficiale della ducati http://blog.ducati.com/post/54/permettetemi-un-consiglio era il lontano 2006 , tempi non sospetti..sindaco e comandante polizia municipale si recavano presso la casa costruttrice ducati per capire il fenomeno e cercare aiuto nelle possibili soluzioni.
bello l'intervento nulla di ridire anzi, come ben sai io e Paolo sono anni che cerchiamo per quanto ci è possibile di darvi una mano cercando di educare i motociclisti, scusa per la parola educare che non è proprio la più adatta, diciamo consigliamo ai chi gira in moto alcuni comportamenti corretti per poter guidare in totale sicurezza..... e ne sconsigliamo altri....ripeto uanto detto in un'altro mio post il problema lo risolvi se educhi chi usa moto e non solo, diciamo i mezzi che possono corcolare su strada, insegnando non solo il rispetto dei segnali, ma soprattutto che effetti hanno certe manovre sulla dinamica del veicolo, sia a due che a 4 ruote, nelle scuole guida nessuno insegna a chi prende la patente che comportamento ha la moto se in una curva si pizzica il freno davanti, tanto per fare un'esempio che pare banale, ma quando noi chiediamo a chi viene a fare i ns corsi, il 90% della gente che viene guidando una motocicletta non azzecca la risposta, vuoi far calare le vittime, allora iniziamo da chi deve dare l'idoneità alla guida, poi facciamo campagne di persuasione dure, non limitiamoci a fare i posti di blocco, in trentino vi sono cartelli sui vari passi dove chi passa riflette, mettiamo pure noi cartelli con foto di incidenti capitati sulla futa, organizziamo incontri con chi presta soccorso che spieghino le complicazioni che possono succedere in caso di incidenti, nei centri abitati, mettiamo i dissuasori che rallentano o i semafori che se superi i 50 diventa rosso con il fotored come fanno in trentino..... in anni che sono andato sulle dolomiti mai visto un posto di blocco..... in austria anni fa ci sorpassarono un gruppo di ragazzi che andavano come missili e non videro che dietro una curva vi era una pattuglia appostata con temecamera, dopo alcuni km erano stati fermati da due agenti e immagino le conseguenze... questa io la chiamo prevenzione..... forte dal punto di vista psicologico.... mettiamo le foto di una gamba tranciata da un guardrail e vedrai che la gente inizia a rallentare...
i corsi di guida sicura e insegnare tecniche di guida sono elemento fondamentale della sicurezza... molto spesso l'incidente vede una fuoriuscita solitaria della moto..il fatto certifica l'incapacità di guida.. per quello che conto e posso, sono assolutamente disponibile a percorrere anche strade diverse ed alternative .. misurandole sempre con i risultati attesi.. i semafori "intelligenti" non godono della mia simpatia.. è vero che se vai forte ti fermano (ammesso che poi ti fermi quindi al semaforo dovrei aggiungere un fotored) ma si fermano anche tutti coloro che incolpevoli transitano nello stesso momento sulla strada.
verissimo..... ma in questa maniera non date l'idea di voler far cassa....
perchè daremmo quella impressione???
basta leggere gl'altri commenti.. ma sai quanto darei per poter fare un giretto con tutta calma... da solo o con la moglie un sabato pomeriggio, senza dovermi preoccupare di trovare cretini lungo la strada, gente contromano, macchine che non ti danno la precedenza, vigili che non ti fermano ogni 4 km..... invece se voglio fare un giro di sabato o domenica piuttosto rinuncio..... per i motivi sopra detti...... e la mia moto è originalissima..... ma non girerei tranquillo lo stesso... pazienza.... arriveranno momenti migliori.....
I dati sulla mortalità sulle due ruote è carta straccia, è poco produttivo paragonare lo scooter che sfreccia in tangenziale nelle ore di punta e il conducende perde la vita per una NON educazione stradale e di sicurezza, e i dati che incidono sono questi e non dei MOTOCICLISTI che viaggiano nelle statali appeniniche. I conti del comune di Loiano non devono tornare per merito delle sanzioni elevate dalle Fdo e lei caro Ori stà a mio avviso giocando sporco da troppo tempo con questi utenti della strada !!!
perchè non godono della tua simpatia i semafori intelligenti? non avevo mai sentito dei semafori che scattavano superando il limite imposto e mi sembrano una gran bella idea. le giustificazioni non mi sembrano appropriate "ammesso che ti fermi" non so quanti punti ti tolgono per aver stracciato un rosso ma anche se sei pieno di soldi i punti sulla patente finiscono presto; "quindi al semaforo dovrei aggiungere un fotored" mi sembra il minimo, non capisco perchè non ce li abbiano tutti il fotored (possibilmente regolato in maniera consona altrimenti rientra nella sezione "fare cassa" di cui sopra), giusto l'altra notte ho preso un giallo quasi arancio e sono ancora lì che ci penso e mi sento pure un pistola, nel frattempo incrocio le dita ma continuo a sperare di non trovare la letterina in buchetta quando torno dal lavoro; "si fermano anche tutti coloro che incolpevoli transitano nello stesso momento sulla strada" un po' come ai posti di blocco... o le moto originali non vengono fermate? visto che l'interlocutore sembra rispondere ne approfitto per chiedere i costi che sarebbe necessario affrontare per dotare di un sistema di fotored i semafori lungo il tratto interessato, sono abbastanza sicuro che con una bella colletta almeno i centri abitati verrebbero preservati da moto a velocità fuori codice e relativi pericoli, da rumori molesti e relativi fastidi.
Mi permetto di replicare con una certa forza. Se la discussione su scodellamelo non progrediva ..... forse potrebbe essere stata non solo colpa degli scodellatori ... o no? Ti e' sempre stata data libera parola su tutto, abbiamo anche parlato di modifiche che la fdo ignoravano, dandoci in questo modo anche la zappa sui piedi ma nelle modalita' di accertamento da parte vostra non mi sembra che sia cambiato un gran che... anzi avete approfittato delle nostre info. Io stesso, pur con un tono un tantino incavolato, ho sempre cercato di capire ambo le parti e di introdurre idee, forse non applicabili, ma cmq idee e tu stesso hai sottolineato la mia incavolatura ma con proposito di miglioarare tutto e tutti, quindi non dire che la discussione si e' fermata perche' altrimenti sembra che la colpa sia sempre e solo nostra. Tu sei un rappresentatne delle fdo e quindi e' difficile rapportarsi perche' cmq, legalmente parlando, hai sempre ragione tu, e in effetti e' vero. Se uno cambia lo scarico sbaglia, se uno fa i 60 invece dei 50 sbaglia, se un vigile lascia correre commette un illecito amministrativo (ricordo bene tutto quello che mi hai detto ... giusto per ricordarti che c'e' anche gente con la testa tra i motociclisti). noi siamo alterati perche' continuate a parlarci di sicurezza ma noi, A RAGIONE, non vediamo tutta questa sicurezza. I pericoli sono sempre quelli e non sono le frecce non omologate. Quello che voi volete fare e' dissuadere completamente i motociclisti a percorrere la futa. Punto. E se non erro era venuto fuori anche questo proposito. allora brasate l'asfalto ogni anno e il gioco e' fatto. Io continuo a vedere comportamenti criminali da parte di tutti anche dei ciclisti che viagginao sempre appaiati (giusto per tirare in ballo anche una altra categoria) automobilist, motociclisti (io pure) ma so anche che se e' giusto che mi fermiate se mi trovate a fare la futa ai 100, e' anche vero che io la futa ai 100 orari la faccio senza frenare e guardando il panorama. C'e' chi va molto piu' di me, alcuni senza rischiare altri mettendosi in condizioni di estrema pericolosita'. Noi conosciamo i nostri limiti sia personali sia quelli della strada e conosciamo i nostri mezzi molto piu' di quanto non li conosciate voi. questo non autorizza alcuno a infrangere la legge, e tutti vanno puniti sia che oltrepassino di 10 o di 100 il limite. Ma ci sono comportamenti che sono criminali anche tra di noi. Non troverete mai nessuno steso perche' faceva la futa ai 90 (che in curva poi sono anche meno) a meno che non si sia incrociato con qualche inglese.
caro grafo , quello che leggi è il progetto che ho presentato alle amministrazioni dei comuni che si affacciano sulla futa....spero i sindaci ed i colleghi comandanti lo considerino valido e venga finanziato...i costi non sono indifferenti.. voi la fate facile.. ma NOI dobbiamo rispettare le regole, tutte, e questo costa. come vedi do atto che dobbiamo fare un salto di qualità .. la discussione su scodellamelo non è progredita perchè molti fra di voi sono non sono disponibili a confrontarsi.... Non ho mai avuto con Voi e con gli altri l'atteggiamento di forza datomi dalla divisa o dalla legge.. mi sono messo in discussione ed ero disponibile a ragionare.. ma con persone sorde è difficile.. mi dispiace non aver potuto instaurare un rapporto con voi (come invece è successo con altri bloggers) anche perchè siete voi, quelli di ss.65 che più frequentemente incontro in futa.. Ho certamente imparato molte cose da VOI sul tuning , ma il rapporto , come sempre ha flussi id informazione in entrata e uscita, sulla corretta applicazione del CDS avete imparato acnhe voi da me.. ORA VADO A MANGIARE POI CONTINUO Oggetto: Controllo motocicli sulla SP 65 Futa. Presentazione bozza progetto di “implementazione qualitativa”. Lo scrivente ufficio, nell’approssimarsi della bella stagione, con conseguente inizio del transito di motocicli sulla SP 65 “Futa”, ritiene proporre alle autorità ed uffici in indirizzo specifico progetto di controllo dei comportamenti posti in essere dai centauri che percorrono la SP 65. Limite degli interventi posti in essere negli anni 2010 e 2011 Con gli interventi interforze realizzati nel corso del 2010 e 2011, si è proceduto ad un minuzioso controllo documentale anche in relazione alle modifiche alle caratteristiche costruttive realizzate sui motoveicoli. Tali interventi hanno raggiunto l’indubbio risultato, di rendere evidente un presidio costante della S.P. da parte delle F.d.O., oltre ad abbattere il livello di inquinamento acustico prodotto dalle moto, per effetto delle modifiche apportate (manomissione del sistema silenziatore e sistemi di scarico senza certificato di approvazione). Unico limite di tali interventi è rappresentato dal fatto che ci si è indirizzati esclusivamente verso le moto e le loro conformazioni, il tunig, mentre è risultato limitato l’accertamento/controllo sui comportamenti posti in essere dai motociclisti (circolazione contromano, gare, sorpassi ecc…). I dati aggregati, relativi agli interventi effettuati, certificano quanto sopra affermato. Tale aspetto è oggetto di forte critica da parte dei centauri i quali, non di rado e non senza ragione, richiedono all’operatore quale incidenza sulla sicurezza della circolazione stradale abbia uno scarico senza DB Killer, uno specchietto o un indicatore di direzione non omologato. L’ovvia risposta è che le regole, tutte, vanno rispettate .. ma è indubbio che le critiche mosse, hanno una loro ragione di essere, e che sia necessario fare un salto di qualità nei controlli, attenzionando anche quei comportamenti che pongono in serio pericolo la sicurezza della circolazione stradale. In tale direzione vanno le richieste dei cittadini residenti, i quali lamentano la pericolosità degli stili di guida dei centauri. La necessità è stata ribadita nel corso dell’incontro pubblico avvenuto nella sala del Consiglio Comunale di Loiano trovando il consenso dei partecipanti. IL PROGETTO DI IMPLEMENTAZIONE QUALITATIVA DEGLI INTERVENTI Lo scrivente ufficio ha pertanto iniziato a predisporre specifico progetto, che vede la presenza di una pattuglia automontata con due telecamere a bordo, percorrere costantemente le strade soggette a controllo, accertando e registrando i comportamenti pericolosi e non rispettosi del vigente C.d.S, comunicando, nei limiti del possibile, violazione e dati identificativi ad altre pattuglie in posto di controllo Nel predisporre il progetto, son stati valutati i seguenti aspetti: 1 - fattibilità del progetto con riferimento alle norme sull’accertamento delle infrazioni previste dal C.d.S. e sulla contestazione immediata; 2 - necessità di rispetto della normativa sulla privacy; 3 – richiesta di preventivo per la progettazione e realizzazione ad hoc di un prototipo costituito dai dispositivi hardware e software necessari, alla ditta “xxx ” nella persona del Sig. xxxx. Con riferimento alla normativa in vigore relativa agli accertamenti violazioni al C.d.S. si è potuto verificare l’esistenza di limitazioni e regole di utilizzo, esclusivamente indirizzate, verso strumenti che accertano direttamente l’infrazione (autovelox fissi e mobili, tele laser ecc…) La metodologia di accertamento prevista nel presente progetto vede gli operatori sul veicolo accertare direttamente le infrazioni, mentre le risultanze fotografiche rappresentano il necessario supporto documentale di quanto già accertato “de visu”. Conseguentemente non è richiesta omologazione dei dispositivi, non avendo questi funzione di accertamento, ma di sola documentazione (vedasi parere ministero trasporti 20/09/2011 nr. 4719), e non sono previste particolari regole di utilizzo. In merito alla vigente normativa sulla privacy il garante con provvedimento in materia di videosorveglianza datato 8/04/2010 al punto 5.3.2 stabilisce che “anche i conducenti dei veicoli e le persone che accedono o transitano in aree dove sono attivi sistemi elettronici di rilevazione automatizzata delle infrazioni, devono essere previamente informati in ordine al trattamento dei dati”. Pur non trattandosi nel caso specifico di rilevazione automatizzata, come sopra specificato, il garante della protezione dei dati personali, a seguito di specifico quesito, con atto prot. Nr. 1173/64402 del 17/01/2012, ha ribadito la necessità dell’informazione preventiva , utilizzando il modello semplificato di informazione minima e cioè il classico cartello di area/strada video sorvegliata, opportunamente adattato (art.3.1 provvedimento del 08.04.2010) e contenente descrizione della finalità perseguita “videocontrollo dinamico delle disposizioni in materia di circolazione stradale. La segnaletica di informazione a tutela della privacy, va posta all’inizio dell’area/tratto di strada interessato dal rilevamento e ripetuta, qualora necessario, onde raggiungere l’imperativo/obiettivo che chiunque, si trovi a transitare nell’area, sia informato del videocontrollo. In conseguenza del provvedimento richiamato e della risposta ricevuta, lo scrivente ufficio ha provveduto a proporre le necessarie modifiche al regolamento sulla videosorveglianza, aggiungendo in particolare “il fine della sicurezza delle persone nella circolazione stradale previste dall’art. 1 comma 1 del vigente C.d.s.”. Qualora il progetto venisse adottato da altri comuni (ad avviso dello scrivente il progetto ben si allinea con la recente scelta di gestione associata del servizio di Polizia Municipale, operata dai Sindaci dell’Unione Valli Savena e Idice) è necessario che gli stessi approvino/modifichino regolamento sulla videosorveglianza. Con riferimento alla dotazione hardware e software necessaria si è avuto un incontro con “xxx” nella persona del sig. xxx al quale sono state specificate le necessità e i risultati attesi. In particolare fra le necessità si sono evidenziate - doppia telecamera (i motocicli sono dotati solo di targa posteriore); - sistema di ricerca infrazioni registrate tramite segnalibro; - sistema di ingrandimento e visualizzazione frames con targa motoveicolo; - cancellazione/oscuramento immagini non necessarie e ridondanti (persone riprese ma estranee al fatto); - sistema di individuazione progressiva chilometrica /civico;
datemi un casco con una webcam piombata e sigillata e vi faccio arrivare nelle casse tanti di quei soldi che vi usciranno dal naso per telefonini, svolte senza freccia, rimessa in carreggiata senza indicazione, salto di corsia, rossi. Quando lo ripariamo quello schifo di asfalto in via saragozza? Chi mi ripaga le sospensioni per ogni buca che trovo? Gli incidenti alle moto capitano anche per questo e spesso sono mortali. si cade per tanti e tanti motivi e la futa non credo sia l'unica causa.
Guarda, credo che tu non abbia capito lo spirito della cosa. Questi controlli sulle parti originali sono purtroppo l'unico modo per fermare questi pseudo-motociclisti, che naturalmente sono la minoranza. Non è questione di auto o camion manomessi. Non so se mi spiego... Non c'è modo di punire questa gente se non così, oppure presidi continuamente le strade per beccare quelli che fanno le curve ai 100 contro mano, quelli che nascondono la targa, eccetera. Sai quanto costa una roba del genere? Già il costo di questo (sicuramente discutibile) sistema di prevenzione è alto. Io sono molto pessimista, e mi rivolgo a tutti coloro che guidano, moto, auto, camion, bici, il mezzo non ha alcuna importanza. Non c'è modo di fermare gli stupidi, il buon senso è una merce che non tutti hanno e chi non ce l'ha, non ce l'ha e basta. Perchè certi comportamenti in tanti paesi esteri non avvengono? Perchè c'è la Polizia dappertutto? O forse perchè la gente è più civile? Se ad esempio vai in Germania dove i limiti sono solo consigliati non vedi tutti i pazzi scatenati che invece scorrazzano in Italia, a cominciare dalle auto. In definitiva l'unico sistema che per ora hanno trovato è quello di punire le moto non in regola, quindi si usa questo mezzo per un fine diverso da quello che tu scrivi. Non dico assolutamente che lo condivido, ma così è. La Harley la lasci andare perchè è originale, poi magari ha appena fatto una curva al limite. E' vero! Posso dire una cosa? Tutti i motociclisti si divertono e anzi accorrono quando c'è gente che fa commenti del tipo "hai visto? questa volta ho fatto la curva ai 90" oppure "con la gomma che ho montato oggi ho alzato il limite della moto", e stanno a vedere le loro performance. IL problema del ragioniere che non è capace è poi lo stesso. Ci sono persone che non sono assolutamente in grado di pilotare certe moto, però lo fanno ugualmente, con la differenza che una moto del genere fa i 250 e lo scooter no. Credo che se non sei capace è più difficile gestire una moto da 250 che da 50. Comunque mi piacerebbe ogni tanto sentire delle soluzioni "vere" per questo e per tutti gli altri problemi, auto comprese.
forse non hai capito te, se parliamo di prevenzione per ridurre le vittime, il discorso è molto più complicato, se leggi ciò che ho scritto, vedrai che il discorso della civiltà sono il primo a dirlo, la prevenzione la fai anche acculturando la gente, il problema è alla base, se vai a prendere la patente della moto, chi ti insegna ti dovrebbe anche dare le giuste informazioni su come funziona una moto, ti deve dare info del perchè l'abbigliamento tecnico sarebbe utile indossare, ma quando vedi uno che fa guida con l'istruttore in auto dietro e chi guida la moto ha i sandali e le bermuda, capisci anche tè che gia qua non ci siamo. Discorso Harley, visto che mi dici che quella la lasci andare perchè è originale, bè. a parte che non viene fermata, il 90% delle harley o simil moto è piena di accessori, come specchietti, frecce e posizionamento targa non in regola con il cds, ora visto che io pago le tasse come tutti, pretendo che la legge sia uguale per tutti e non dipenda dal mezzo che ho o se porto la tuta di pelle o meno. Poi non capisco perchè si debbano lasciare stare chi ha le auto, non sono anche loro utenti della strada, e per lo stesso motivo possono essere pericolosi quanto un motociclista, se vuoi prevenire, devi controllare tutti indistintamente e non solo una tipologia di utenti, come una moto fa una curva contromano lo stesso lo fa un'auto, un camion ecc, perchè questi non li dobbiamo colpire, parliamo pure di costi, invece di mettere 10 persone tra agenti e altro, ne metti uno vicino alle curve più pericolose e due al posto di blocco, e fermano chi guida pericolosamente, questa è prevenzione....
Scusa, ma chi ha detto che bisogna lasciare stare le auto? Io? Non mi è sembrato. Infatti ho scritto che mi rivolgo a tutti, auto, moto camion e perchè no.. anche bici. Mettiamo pure due agenti al posto di blocco e uno nelle curve pericolose. Questo per la futa, quanti sono gli agenti alla fine per tutte le curve della futa? Moltiplichiamo per tutte "le fute" in italia... Magari sarebbe più semplice ed economico fare una cosa, che mai e poi mai fareste (credo): quando vedete uno stupido (con qualsiasi numero di ruote) prendete la targa e consegnatela alle forze dell'ordine. Non è fare la spia, è tutelare la sicurezza, anche vostra, ci guadagnate solo, perchè isolate questa gente. Poi ripeto ancora: il controllo delle parti originali è solo una scusa, è evidente, è sicuramente come dici tu, le Harley sono piene di parti non originali, ma le Harley non fanno le curve ai 100 con le ginocchia per terra e quant'altro, per quello non vengono fermate. Sarà stupido, ma se ci pensi è così. Si usa un sistema per combatterne un altro. E allora collaboriamo tutti e facciamo si che queste persone vengano isolate.
Guarda pix che per appoggiare il ginocchio atterra si fa anche a 50km/h, poi ti dico che se vuoi mettere il ginocchio a terra vai in pista e non in strada e qua siamo allineati. Discorso Harley o simili, sono pericolose quanto una moto sportiva, la velocità sarà inferiore ma la luce a terra e il peso rendono tali moto meno stabili in curva e in caso di ostacolo improvviso non sono maneggevoli. Discorso agenti, non ho detto ad ogni curva ma in alcune curve che loro sanno benissimo quali e segnalano alla pattuglia i comportamenti pericolosi. Poi se parliamo seriamente ok se diamo aria alla bocca tanto vale smetterla
Non vorrei sembrare malizioso ma hai correttamente risposto a due delle cose che ho scritto, ma a quella forse più importante (isolare questi signori) no.
Non ti ho risposto perche e impossibile da farsi, non sono certo io che applaudo chi mi sorpassa ginocchio a terra, anzi mi stanno sulle balle perche mettono in pericolo me e loro stessi, a questi non frega nulla di cosa pensano gli altri, sai quanti di questi sono stati invitati a provare in pista ma nulla? Cmq non li isoli facendo i posti blocco, questa e una cosa certa, perche questi vanno piano in prossimità dei vigili e due curve dopo sono contromano e in caso di incidente loro sono sempre quelli che se la cavano meglio di quello che era tranquillo nella sua corsia, questa e la dimostrazione che i posti di blocco non servono per prevenire
Infatti, come ho scritto, li isolate segnalandoli (ammesso che sia possibile, vedi targa nascosta) alle forze dell'ordine. Visto il problema credo che apprezzerebbero. Poi magari la faccio troppo facile.
Guarda ... io propongo una cosa anche migliore che gia ho proposto l'anno scorso. Ad alcuni motociclisti volontari gli si impianta una webcam nel casco sigillata e piombata, con cui riprendere tutti i comportamenti scorretti di cui sopra. Anche meglio dei portare via le targhe che se lo faccio io prendo un fracco di botte. Pero' io non sono solo in futa ma anche in strada e ti assicuro che di reati ne vedo tanti ma tanti e non solo io, ma il fatto che per cercare di proteggermi io sia costretto a guardare dentro l'auto davanti per vedere se il conducente fuma, ha il cappello, sta parlando al telefono, ha la mano sul cambio etc etc etc la dice lunga sui ruflessi e l'attenzione che deve avere un motociclista. In biblioteca dove a lungo ho passato le mie giornate anni addietro ho visto un meraviglioso manifesto con alcune importanti regole che un neopatentato su 2 ruote doveva imparare alla svelta. Tutti comportamenti illeciti e pericolosi degli automobiilsti; ne faccio solo alcuni esempi: controllare se la ruota anteriore della auto che precede e' girata oppure no (in modo da capire se sta svoltando), guardare l'abitacolo della macchina che precede per vedre da che parte e' girata la testa del conducente, osservare cosa sta facendo per capire il suo livello di attenzione e via cosi. Tutti comportamenti lesivi e nati dai conduttori di automobili. Miki ..... proviamo a mettere una tuta da pilota a un camionista e vediamo se le pattuglie lo fermano ... MA VI RENDETE CONTO DI QUANTO SIETE RIDICOLI? ci sono motociclisti che guidano in infradito e magari con il figlio piccolo dietro in magliettina. Ci sono zavorrine che hanno le mutande in vista sotto una calzamaglia inesistente. Se quella moto va per terra sapete come si riduce la patata di quella zavorrina? E invece i pericolosi siamo noi che ci mettiamo le tute di pelle. Ma sapete quanto meglio starei in moto senza tuta e casco? starei sempre in piedi sulla sella a far prendere aria ai peli del culo. E invece nell'immaginario collettivo il motociclista tutato e' pericoloso perche' vuole emulare valentino..... anzi adesso bisogna pure cambiare emulo :) Le pieghe? raccontiamo questa. Sono in citta, rispetto i limiti ma per fare la curva la moto si piega ... cazzo ... non posso farci nulla, una moto funziona cosi, anche a 30 orari si deve piegare per fare la curva, non posso scendere e spingere. Bene. Arrivo ai miei 45, la curva e' stretta anche se non e' un problema e l'agente dietro la curva mi fa cenno di rallentare. Perche'? Sono ai 45. se passa una macchina ai 50 mica le dici di rallentare. Lo hai detto a me perche' ero piegato perche' purtroppo esiste la fisica che me lo impone. Se niente niente avevo pure la tuta, sarei stato fermato per "potenziale pilota in strada" :) Le moto piegano e non e' detto che toccare con il ginocchio per terra significhi correre. Io sono alto 1.69 e il ginocchio lo metto sull'asfalto solo in pista perche' devo appendermi con la imbragatura per arrivarci. E in strada spesso mi capita di silurare dei fermoni che toccano solo perche' sono alti + di me. Quindi basta con le scemenze e le credenze pre-galileiane. Le moto piegano, si tocca con il ginocchio se si puo' ma non vuole dire che stai correndo, e LE TUTE SERVONO PER PROTEGGERSI E NON PER FARE I PILOTI. Ci si puo' fare male anche a 10 orari se sei nudo. Le HD sono dei bidoni di merda senza freni e con capacita' limitata di manovra. Se c'e' un ostacolo puoi solo frenare e basta. Vogliamo parlare di mezzi pericolosi oppure no? e' piu' pericolosa la ruotina del piffero di un 50ino o la ruota alta sempre di un 50ino? Provate a rispondermi a questa . Scommetto che non lo sapete perche' tanto non vi interessa cosa significhi guidare una moto. Vi limitate a imprecare contro i motociclisti perche' vi stanno sul culo ma di dove siano i veri pericoli non ne avete nemmeno idea. Quanti sanno rispondere correttamente alla domanda " a cosa serve l'abs?" Giusto per fare un esempio. La maggior parte ignora il 90% di cio' che sta dietro a un manubrio o a un volante ma si pretende di parlare di sicurezza. QUELLO CHE FATE NON E' SICUREZZA. ISTRUITEVI E POI SARETE IN GRADO DI PARLARE CON NOI; per il momento state solo, a ragione, sanzionando chi modifica la moto (anche se spesso rendendola piu' sicura, piu' maneggevole, piu' frenata etc etc)
"Questi controlli sulle parti originali sono purtroppo l'unico modo per fermare questi pseudo-motociclisti, che naturalmente sono la minoranza. " cioe? spiegami, non vedo il nesso: -scarico aperto.... idiota in curva -frecce piccole.... coglione contro mano e' questo il problema, una freccia piu piccola uno scarico piu rumoroso... non penso proprio facci aperte del RANGE sicurezzo o del RANGE prevenzione.... pero' e' piu semplice da punire... piu facile da incassare....... questo si... ma con la prevenzione non ci sta a dire nulla... ma nulla di nulla......
Frenare 2 ruote e' difficile sia per un 50ino che per un 1000. Se non sei in grado di valutare la strada e la tenuta del penumatico, vai per terra cmq. Il mezzo non c'entra da questo punto di vista. Se 6 inesperto 6 per terra. La sola differenza e' che un 50ino pensano di poterlo guidare tutti quanti solo perche' ha 2 cavalli mentre 200 cv fanno paura. E' vero fanno paura anche a me che guido solo moto da 20 anni e mai ho avuto una macchina (son pericolose :) ma ho la testa per capire cosa devo fare per non mettermi nei guai. Tutti quelli che comprano un 50ino sono molto piu' pericolosi di chi compra un 200 cv perche' difficilmente uno compra 200 cv senza sapere a cosa va incontro, mentre il bimbominchia col 50ino o la studentessa, o il ragioneiere di cui sopra penserà che basta tirare la leva a sx o dx per fermarsi, magari in una giornata di pioggia con qualcuno che ha inchiodato davanti e su asfalto autunnale ricoperto di foglie bagnate. Chi ha 200 cv in quella giornata va a piedi. Quindi un 50 e' difficile da gestire forse piu' di moto grosse perche' cmq sono guidati in maggior parte da persone che vogliono solo mobilita' senza sapere che per guidare 2 ruote bisogna conoscere un po di fisica, quella fisica che 4 ruote non ti insegnano. Di contro perferisco i freni, le forche, le gomme e il telaio di una R1 a 250 orari che un 50ino di merda a 45 orari. Perdonami ma mi sento molto piu' sicuro. Quindi se si vuole fare sicurezza bisogna spiegare alla gente cosa significa guidare 2 ruote e soprattutto quali forze son in gioco in strada. Dentro una scatola di sardine a 4 ruote non lo puoi sapere finche non sbatti. Ti faccio un esempio rapido. Anni fa al motoroshow c'era un simulatore di impatto a 10 km/h. Tutti ci salivano ridendo perche' pensavano "10 orari ... cosa vuoi che sia" e scendevano con lo sguardo terrorizzato perche' capivano che 10 orari non sono poi cosi pochi. Queste sono le cose che bisogna spiegare alla gente e non gli scarichi tarocchi o le targhe inclinate. Queste vanno cmq punite ma chiamamole per quello che sono ovvero rispetto del codice della strada relativo alla omologazione dei veicoli e non sicurezza. Finchè continuerete a dire che fate sicurezza mi troverete sempre in ampio disaccordo perche' quello che fate non ha nulla a ceh fare con la sicurezza. Se poi vogliate solo fare cassa non lo so e non mi interessa. Tanto io non vi sovvenziono perche' sono tutto originale e quindi se volete miogliorare le strade con le multe dei mie "simili" fate pure, del resto violano cmq il CDS. Ma per favore non parlate di sicurezza. E gia che ci siamo; lasciamo stare la brasata che e' stata data alla futa l'anno scorso ... bell'esempio di fare sicurezza. Ma volgiamo parlare anche dello stato pietoso delle strade? Come diavolo fate a vantarvi di vare sicurezza se non siete capaci di fornire strade adeguate? Oltre ai motociclisti c'e' anche gente "normale" che deve spostarsi e le buche non fanno bene alle ruote se ci finiscono dentro perche' se ciò accade, quello che guida continuera' la sua strada sull'asfalto: si chiama legge di conservazione del moto e questa puo' essere la prima lezioncina di fisica delle 2 ruote. E' difficile punirer quelli che guidano con il cellulare? Se mi mettete una telecamera sigillata nel casco vi riprendo reato, passeggero e targa. Ecchecazzo. Possibile che non ci sia un modo legale di punirci a vicenda? :) Sono stufo di dover guidare con 14 occhi solo perche' c'e' gente che ormai abituata a medie tra i 3-7 km/h va completamente nel pallone quando c'e' strada libera. Ma li avete visti sui viali nei giorni di poco traffico? C'e' gente che non è nemmeno capace di rendersi conto dell'ingombro della propria vettura e che marcia a cavallo della striscia occupando 2 corsie solo perche' prob. avra' paura di tocccare il marciapiedi.Giusto un paio di gg fa erano in 2 a occpuare 3 corsie. ero in moto e non sapevo dove passare perche' oltre all'ingombro andavano pure piano. L'automobilista oggi e' diventato pericolosissimo perche' è assolutamente incapace di guidare il mezzo a certe velocita'. e' capace solo di andare dritto e male, non si rende minimamente conto che "vive" con altri utenti, apre sportelli senza pensare, si immette senza guardare, se la rotonda e' grande ci si immette sparato perche' tanto c'e' spazio. E cosa dire dell'inesistente rispetto per i motociclisti? Il pensiero medi dell'automobilista' e' " tanto e' veloce e ci pensa lui a togliersi, io passo" Fanculo a tutti quanti e io posso dirlo perche' non ho mai avuto una auto. C'e' un oceano di comportamenti illeciti e pericolosissimi in citta' e il fatto che continuo a vederli me la fa pensare lunga su quello che fate. Invece di girare con le pattuglie a 30 orari creando ostacolo alla circolazione, comprate moto e motorini e girate in mezzo al traffico e inculate alla grande chi gira senza cinture, che straccia i rossi, chi telefona o chi ha 200 db nelle orecchie. Questo si che sarebbe ubn modo intelligente di usare i soldi pubblici, o quando meno uno dei modi intelligenti di usarli.
Chi gira senza targa, senza assicurazione, senza revisione, va fermato!!! Chi usa la strada come fosse un pista guidando oltre i limiti va fermato!!! Ricordo tempi in cui salivo in futa in prima tra 50-70km/h costanti rettilinei compresi e paesi esclusi (lì si passava ai 30km/h) e vi assicuro che seppur eravamo dentro i limiti della legge in certe curve eravamo oltre quelli di guida sicura. Ma se allora i limiti di velocità sono già pericolosi di suo come fare a far sicurezza sulle strade?! Il prossimo 1° maggio al Passo della Raticosa ci sarà un VERO evento per la sicurezza stradale il MOTOCLUBDELLAFUTA-DAY. Come da 5 anni a questa parte metteremo in campo la nostra esperienza per far capire e conoscere ai motociclisti quelle che sono le giuste tecniche per guidare bene, sciolti ed in sicurezza, facendo capire loro che il bello della guida non e' la velocità, ma la padronanza del mezzo su una strada dai panorami incantevoli. Affianco a noi dalle 10.00 alle 13.00 ci sarà uno stand con presenti 2 vigili che risponderanno alle domande dei motociclisti che vogliono informarsi su questioni burocratiche o per la giusta interpretazione della legge. Non faranno multe. Non curioseranno tra le moto per poi aspettarle dietro l'angolo. Faranno prevenzione e comunicazione ai cittadini ed ai motociclisti. QUEL GIORNO NON FARANNO CASSA... E SCOMMETTIAMO CHE SARANNO I MOTOCICLISTI AD ANDARE DA LORO!!? E' da 5 anni che facciamo questo tipo di eventi... ma voi vigili mai nemmeno una telefonata o una mail per informarvi su un metodo diverso di fare prevenzione che ha avuto molto più risultati dei vostri sequestri e delle vostre multe. Sarà mica che a far degli eventi cosi' non ci guadagnate la sicurezza del vostro stipendio??!
son solo 10 anni.... che se ne parla ed e' sempre la stessa storia.... finche la gente ci racconta che ad un posto di blocco multando na moto per uno scarico o una freccia piccola.. si fa prevenzione.... e non ci si apposta dietro le curve cieche per fermare chi e' giu di mano..... vivrem sempre su 2 mondi paralleli.... CASSA vs PREVENZIONE E STRADE SICURE e' la mia opinione... poi chiaro, se dite che, facendo cosi son 4/5 anni che non passo piu da monzuno o che non vado piu inpiazzetta... beh l'obiettivo l'avete raggiunto... perche di farmi levar del grano per uno scarico rumoroso... per poi esser pur preso in giro... dicendo "facciam prevenzione...." mah..... ma tanto se ne parla riparla e parla ancora su siti sui forum OVUNQUE..... e dire che mi sembra cosi semplice...........
mi sono andato a riguardare le statistiche delle contravvenzioni anno 2011. 720 sanzioni cds elevate dalla polizia municipale di Loiano. sanzioni elevate ai motociclisti 25 db killer+ 28 componenti non omologati + 1 sequestro di scarico racing 3 art. 78 per modifiche alle caratteristiche costruttive 1 art.102 targa totale 58 sanzioni elevate a motociclisti ..percentualmente meno del 10% del totale.. non voglio far cambiare idea a nessuno ma le vs. convinzioni si scontrano con la realtà dei fatti... Vi rompiamo le scatole con i controlli?? certamente si ..ma credo meno di quanto la vs. categoria lo faccia ai silenziosi cittadini di Loiano, che per molto tempo hanno subito la situazione.. Sicurezza stradale.. anche in questo campo i dati non sorreggono le vs.. posizioni. Sono 3 anni che nel territorio di Loiano non si hanno decessi di motociclisti (non considero il ragazzo loianese deceduto 1 mese fa perchè la situazione è diversa). Conosco la vs. risposta.. certo ma oggi transitano meno motocicli, non li conto personalmente ma non mi sembra di aver notato un calo significativo, piuttosto una diversa distribuzione in giornate e orari diversi. TUMA è veramente molto semplice..stai in regola e ti offro anche il caffè.. poi sul salto di qualità dei controlli stiamo cercando di farlo..capirai che non è così semplice come montare una centralina aggiuntiva o uno scarico racing.. E' un impegno che coscientemente e convintamente mi sono preso e farò il possibile per raggiungere il risultato di aumentare la qualità dei controlli e della sicurezza stradale.
Sono dati che ha rilevato dove? con quale ufficialità?
i dati sono asaps riporto parte dell'articolo n 10 anni dal 1998 al 2008 sono morti sulle strade 14.293 motociclisti e 860.520 sono rimasti feriti. Più dei dati di alcune recenti guerre. Anche nel 2010 (ultimi dati Istat disponibili) hanno perso la vita sull’asfalto 1.146 dueruotisti motorizzati: 202 ciclomotoristi e 943 motociclisti. Nel 2011 abbiamo come riferimento i soli dati degli incidenti del fine settimana rilevati dalla Polizia Stradale e dai Carabinieri (mancano quelli rilevati dalle Polizie Locali), secondo l’Osservatorio il Centauro-Asaps, si sono contati 398 incidenti mortali con un incremento dell’1% rispetto al 2010, mentre il totale complessivo delle vittime dei fine settimana è invece in positivo calo del 12%. In alcuni week end estivi sono morti nel nostro Paese anche una ventina di bikers, con una drammatica punta di 25 morti nel secondo fine settimana di luglio. Nel 2012 a fine marzo i motociclisti che hanno perso la vita nei soli fine settimana sono 48, di cui 11 nel solo week end assolato di fine marzo. Le strade rimangono sempre le stesse, anzi peggiorano. Buche, avvallamenti, guard rail micidiali come affettatrici, vie di fuga occupate da cartelli stradali. Insomma un costante contributo a farsi molto male. E i motociclisti sono le prime vittime designate in queste condizioni. E i controlli? Ancora insufficienti. Spesso vanificati da targhe troppo inclinate, da atteggiamenti comprensivi di qualche Giudice di pace. Alla fine rimangono troppi lenzuoli bianchi stesi sulle strade. Molti insistono sul fatto che spesso la colpa è degli automobilisti. Vero. E allora? Questo è consolante? Non ci intriga più di tanto sapere di chi è la colpa. Spesso per la verità ci sono poi dei concorsi di colpa. La macchina taglia la strada per svoltare, ma la moto arriva a velocità esagerate. I conducenti delle auto spesso sono anziani (un aspetto destinato a incidere nel futuro), poco reattivi, un motivo in più per essere prudenti. Il nuovo codice porterà risultati decisivi? Risposta: è difficile se non ci saranno seri e più frequenti controlli su strada e una politica di informazione sui veri rischi delle due ruote. La strada non è una pista (il posto più sicuro al mondo per correre). Qui dobbiamo tutti farci un lavaggio delle coscienze, ognuno assumendosi le proprie responsabilità. Siamo il paese d’Europa col maggior numero in assoluto di vittime fra i motociclisti. Ci sarà un motivo. Non possiamo cavarcela con un applauso e con un coro di moto accelerate che salutano il feretro di un amico davanti a una chiesa durante il suo funerale. No non basta. E’ ora di fare sul serio. poi c'è stato un positivo trend il 25 aprile Un 25 aprile con tanti incidenti in moto. Una decina le vittime Ma negli incidenti del fine settimana del 2012 i sinistri mortali dei motociclisti hanno fatto segnare ad oggi un buon -34% con 61 impatti fatali contro i 93 del 2011 (ASAPS) Un giornata di festa e il bel tempo sono stati sufficienti per far aumentare drasticamente il numero di incidenti gravi che coinvolgono motociclisti. Da inizio anno negli incidenti del fine settimana si segnala un bel -34% fra quelli che vedono vittime motociclisti, 61 mortali quest'anno, 93 lo scorso anno. C'è da considerare che nel mese di febbraio per le note abbondatissime nevicate di fatto i veicoli a due ruote sono rimasti quasi ovunque in garage. E' bastata però una giornata festiva con bel tempo per fare segnare una sequela di una decina di incidenti mortali. Una ecatombe di mortalità su due ruote. (ASAPS)
che se non fanno cassa perdono lo stipendio. Nel comune di Loiano non si sono stati decessi.. ma visto che i dati sull'incidentalità non calano vuol dire che li avete trasferiti sulla strada del vicino! BRAVIIIIIIIIII!!!!! sentite degli applausi per caso??!? ....fate ridere!!!
quando si fanno affermazioni così precise "se non fanno cassa perdono lo stipendio" sarebbe opportuno argomentarle... dove sta scritto che lo stipendio della polizia municipale dipende dalle sanzioni elevate???.. sono 38 anni che svolgo questa mansione e nessun sindaco.. dico nessuno, mi ha sollecitato ad elevare sanzioni... anzi!!! mi chiedono più sicurezza quello si .. ma più sanzioni mai. Giusto o sbagliato, poco o tanto che sia, il ns. stipendio lo percepiamo regolarmente ogni 27 del mese e non dipende dalle sanzioni elevate.. sul fatto che facciamo ridere , mi viene da pensare che ognuno si diverte come meglio crede, e soprattutto ognuno discute con gli argomenti che ha..
Fare cassa oppure no, secondo quanto ho letto e' questo il problema. Secondo la mia visione il problema e' che esistono delle regole che sono racchiuse nel codice della strada, esistono leggi in materia di omologazioni e leggi che disciplinano le velocità e i comportamenti dei conducenti di ogni tipo di veicolo. Io ogni anno assisto a discussioni tra forze dell'ordine e motociclisti solo perché questi ultimi a loro dire sono oggetto di rappresaglie per fare cassa. Il problema e' diverso, i motociclisti in futa sono fermati per i loro comportamenti, eccessi di velocità, rumorosità e via discorrendo. Questo e' innegabile, io ci vivo in futa e ogni anno che passa i motociclisti disciplinati si contano sulle dita di una mano, gli altri invece continuano con i loro comportamenti a creare disagio e pericolo. Penso anche che quei motociclisti che osservano le regole non abbiano nulla da temere, possono transitare tranquillamente senza che nessuno li fermi per verificare l'omologazione di questo o altro componente della moto, penso invece che gli altri vogliano fare quello che gli pare e scaricano sulle forze dell'ordine i loro errori. Esistono le regole, e' inutile nascondersi dietro scuse banali, dovete capire che la futa non e' un circuito ma una strada dove tutti hanno diritto di passare in piena sicurezza. Se volete correre andate in un circuito.... Ah... L'anno scorso un vostro rappresentante durante un'incontro in comune a loiano ha detto che girare in circuito costa molto.... Beh.. Da queste affermazioni si capiscono molte cose.
Esatto. E' la stessa persona (mi sembra si chiamasse Calzolari), che ha detto che la Futa e' il "loro parco giochi". Tutto il resto sono discorsi inutili
Grazie della precisazione,con quelle parole non ha fatto altro che ammettere quello che e' la mia opinione. Ritengo che questa categoria di motociclisti voglia fare quello che gli pare e quando qualcuno li sanziona allora diventano dei martiri. Non funziona così, ci sono le regole e queste debbono essere rispettate da tutti altrimenti diventa anarchia. Oltretutto il Sig. Calzolari e' un'operatore di Bologna soccorso e vede con i suoi occhi quello che può succedere cadendo dalla moto, ragazzi rovinati per il resto della loro vita o altri che non torneranno più dai propri affetti. Con questo non dico che tutti corrono in moto anzi la maggioranza usa prudenza ma alcuni continuano a scambiare la futa per la propria pista portando pericolo a chi invece vuole solo fare un giro. Allora io sono dalla parte delle forze dell'ordine e se le sanzioni fossero ancora più pesanti forse qualcuno inizierebbe a mettere giudizio.
Infatti sono dei bambini viziati. Ragionamenti come questo o come altri tipo "il comune dovrebbe fare convenzioni con il Mugello per far si che si possa andare a correre con costi contenuti" (figuriamoci, non ci sono quasi i soldi per assistere gli anziani), sentiti in comune, sono veramente indicativi di cosa pensa questa gente.
Questi bambini viziati o meglio questa gente come la definisci tu non fanno certo capo a 1 persona. Allora per lo stesso motivo posso dire che discriminatori come te sono tutta gentaglia. Io sono un motociclista, sono tutt'altro che viziato e oltre a non essere un bambino da ormai 40 anni, ho smesso di esserlo nel momento stesso in cui sono salito su un motorino e ho capito quando pericoloso posso essere, contrariamente a tanta altra gente che si arrotola su un volante senza nemmeno sapere come si impugna. Quindi la prossima volta che vi rivolgete a qualcuno con "bambini viziati" o "questa gente" non aspettatevi altro che reazioni pesanti e fuori misura, perche' tra questi bambini viziati c'e' tanta gente che vuole solo vivere una passione che voi certamente non potete nemmeno comprendere. Se c'e' qualcuno che considera la futa un parco giochi e' solo uno che prima o poi si smaltera' su un albero. Molto di quello che ha detto calzolari e' condivisibile ma questa sparata ha rovinato un intervento che per quanto di parte, ha messo in luce molti aspetti di un problema che troppo facilmente si vuole bilanciare con le multe a scarichi e frecce. Non e' piaciuta nemmeno a me quella frase, per quanto ritenga mio diritto andare in futa quando mi pare e piace nel rispetto della mia e altrui pace e sicurezza. Se il libretto di circolazione omologa il mio scarico originale su quel valore di db, nessuno mi rompa le scatole in merito, loianese, livergnanese o chicchessia. Per quanto riguarda le piste sarebbe bello che qualcuno pensasse a un sistema per ridurre i costi delle piste, ma pretendere che lo faccia il comune di loiano solo per mandare a casa i motociclisti e' una vera fregnaccia. Così come è una fregnaccia pensare che i motociclisti siano tutti uguali.
Guarda... peccato che tra le righe di ciò che scrivi c'è tanta ragione da vendere e molte delle cose che scrivi le condivido. Solo che il tuo tono arrogante, indisponente e di chi crede di essere l'unico che ha capito tutto e dal quale ci si deve aspettare chissà quale reazione perchè qualcuno ti critica, fa di te una persona sulla quale (personalmente, mia opinione) si possa stendere solo un velo pietoso. Non ti frega nulla di quello che dicono i loianesi, beh.. non mi frega nulla delle puttanate che vomiti tu. Pensa un po': guido la macchina da 28 anni senza aver mai fatto un incidente e fatto del male ad altri, quindi magari gli automobilisti non sono tutti come dici tu. Accetta le critiche e non vomitare insulti come in tutti i post che scrivi, ammesso che tu possa scrivere in maniera educata. Non ci crederai, ma è un valore anche l'educazione, non solo andare in moto in sicurezza. Ma forse parlo su una lunghezza d'onda lontana anni luce da te...
beh ... potrei dire che aspettavo all'amo il primo che avesse criticato il mio tono arrogante invece della ragione che tu stesso sottolinei, ma invece non lo faro'. O forse lo ho gia fatto :) Se ti prendi la briga di leggere la mia risposta al commento del moderatore capirai che sono tutt'altro che la persona che descrivi. Anzi. Il fatto e' che, come ho scritto, io non vedo sicurezza in quello che e' stato fatto fino ad ora. Se gli incidenti non sono calati e' proprio perche' non e' stata fatta sicurezza e se invece sono calate le moto sulla futa e' probailmente per il costo della benzina. Ormai prendo la moto solo per stretta necessita' in citta e per giretti di piacere controllati (economicamente parlando) quando le condizioni sono piu' favorevoli (amici in balotta, giornata soleggiata, giro con mangiata di lasagne) e questo proprio perche' non sono viziato (anche in questa tua generalizzazione c'e' molta arroganza) e i soldi devono uscire con oculatezza. Io ho capito poco della vita e non sono certo quello che sa tutto ( a parte una quasi laurea in fisica), ma per imparare a guidare una moto bisogna sapere molte piu' cose di quelle che servono per guidare una macchina. A un automobilista non frega un tubo se l'asfalto e' bagnato, viscido, con le foglie etc perche' se non fa stronzate si fermera' senza problemi. Un 2ruotista invece deve sapere cosa significa frenare perche' se esagera cade e se non frena va a sbattere. Punto. Quello che so in piu' di te come automobilista' (poi se sei pilota di formula 1 non potrai non convenire sul fatto che ho ragione) è che per mia natura di motociclista, di guida ne so di piu' di te. Punto. Non e' arroganza ma sopravvivenza. Nei tuoi 28 anni di auto in cui sono felice tu non abbia mai avuto incidenti, ti sei mai preoccupato se mettevi le ruote sulle strisce bianche specie quando bagnate? Credo proprio di no. Per una moto potrebbe significare una scivolata. Capito dove sta tutta la mia saccente arroganza? E gli aghi di pino nelle localita' marittime? Ci hai mai pensato? Mio cugino ci e' scivolato con la mia 125 perche' non li aveva considerati, eppure guidava da 10 anni la macchina. Non volgio generalizzare sugli automobilisti, ma e' un fatto che ci sono problematiche di guida, rischi e condizioni ambientali con cui un automobilista non avra' mai a che fare. E questo e' un fatto. Per quanto riguarda il mio disinteresse verso quello che dicno i loianesi, se avessi letto con attenzione dentro al mio vomito, avresti capito che sono il primo a voler perseguire anche le modifiche alle moto, ed e' per questo che la mia non e' minimamente modificata. Quindi se il libretto di circolazione dice che io posso girare con uno scarico originale con quei db, io GIRO con quello scarico. Punto. E i loianesi non possono dirmi nulla. Ecco qua tutto il mio menefreghismo. Faccio mio un mio diritto. Hanno invece tutti i diritti di prendersela con chi gli spara 120 db alle 9 di mattina quando dormono. Pensi che mi diverta a farmi sondare la moto solo perche' c'e' la mania dell'aftermarket? Forse sono un motociclista atipico, ma se devo scegliere tra farmi fermare ogni 10 km e lasciare la moto cosi com'e, prova a indovinare cosa scelgo. E visto che dici che vomito solo sui loianesi vai a leggere meglio e troverai che ho anche detto che fanno bene a multare quelli che modificano le moto anche solo con delle stronzate. Se la legge dice che non si puo, punto. Non si puo'.Se i miei simili vogliono sovvenzionare le casse di loiano facciano pure. A me interessa solo che mi tolgano gli inglesi dalle strade in modo che io possa godere della futa anche sabato e domenica insieme a chi ha testa sulle spalle, voglia di lasagne e che sappia godere di una zavorrina anche avvolta in una tuta dainese perche' la tuta e' sicurezza anche a 50 orari e non voglia di correre. Ma se dai 78 euro per specchietti non omologati a una persona che guidava a 65 orari con il limite di 70 su un tratto rettilineo che è un invito ad aprire la manetta al massimo, non puoi dire che stai facendo sicurezza. Stai punendo una modifica "hardware". Legittimo e per nulla contestabile, MA NON E' SICUREZZA. Certo sono anche il primo a dire che ci sono specchietti, giusto per stare in tema, che servnoo solo a far vedere che ci sono ma che all'atto pratico non servono a un tubo, ma e' anche vero che molto spesso anche specchietti inutili hanno la loro bella omologazione. Inutili ma omologati. Va beh ... e' l'Italia. Se i miei toni son accesi al limite dell'insulto e' perche' tu come automobilista forse non ti rendi conto dei rischi che corriamo noi in mezzo al traffico e non mi riferisco alle carambole che facciamo per evitare il traffico (ma del resto la cosa stupida siamo noi in terza corsia e non i 4 metri e le 2 tonnellate di auto che portano, lentamente, 60 miseri kg di persona dal punto A al punto B) che sono cmq sanzionabili, ma mi riferisco agli sportelli che si aprono senza criterio, alle frecce che ormai sono degli optional, al cellulare, all' "inchioda qui che c'e' un posto", tutte situazioni per cui c'e' la manifesta dichiarazione che non si puo' fare nulla. Se qualcuno sbaglia tu compili un cid, io invece potrei compilare il mio referto medico. Sono incazzato ?? Si perche' c'e' il mio gatto che tutti sti problemi non li ha. Mangia dorme e si fa coccolare quando vuole lui. ... è nella cesta a ronfare il bastardo ...
Ok, così mi piaci! E continuo ad essere d'accordo con te. Comunque fidati, quando guido i problemi me li pongo, perchè significa essere responsabili, la strada presenta insidie ovunque, anche se le 4 ruote non hanno certo i problemi delle 2. Anche perchè purtroppo puoi guidare bene finchè vuoi, ma devi stare attento sempre agli altri (soprattutto auto). Ti garantisco che non ho mai avuto problemi con alcun motociclista mentre guidavo, ma automobilisti a bizzeffe!
ecco .la tua ultima frase e' secondo me molto importante perche' dimostra una cosa che ho sempre pensato dei motociclisti. Sono molto piu' corretti di quanto si pensi. Certo ... si infrange il codice molto spesso, lo ammetto, ma per quanto riguarda il rispetto delle "incapacita" altrui, stiamo molto attenti. In gran parte e' per tutelarci e quindi se vediamo uno imbranato al volante o potenzialmente disattento si cerca di evitarlo piu' per compassione e nostra tutela piuttosto che per fargli un piacere, ma alla fine il risultato e' che nessuno si fa male. Se potessi riassumere direi la segunte frase " automobilisti continuate pure a non sapere guidare che tanto ci pensiamo noi a correggere i vostri sbagli e pure a proteggervi da voi stessi". E per circostanziare l'ultima affermazione ti riporto un esempio (anche se in questo caso le auto non c'entrano) perche' altrimenti sembra che io creda che siamo dei supereroi che vigilano sul traffico. Ero in via della barca che notoriamente è molto trafficata in certe ore. Dietro di me avevo uno scooterino di quelli rompicoglioni che pensano di avere una R1 sotto al culo e vogliono passarti solo perche' al semaforo scattano in avanti come sardine per poi piantarsi in mezzo alla strada. Tra parentesi era pure uno di quelli nevrotici e io la gente nevrotica non la posso soffrire. Mi passa .. e chi se ne frega .. se vuoi rischiare di smaltarti contro una macchina in pieno traffico affari tuoi. Ci avviciniamo a un bus che sta per ripartire dopo aver fatto scendere la gente. Io che ero piu' dietro e avevo una visuale piu' ampia vedo che una persona scesa dal bus sta per attraversargli davanti perche' tanto e' ancora fermo con le porte aperte. Ovviamente vedo anche che lo scooter ha allargato per passare il bus. Sarebbe stato un centro quasi perfetto se non avessi passato lo scooter di cattiveria per inchiodargli davanti a 30 cm dalla persona. La persona si e' cagata sotto perche' ha pensato che fosse mia la colpa e senza rendersi nemmeno conto della stronzata che aveva fatto e lo scooter manco si e' accorto di cosa e' successo. Mi ha fanculizzato e tirato dritto. Chi ha commesso la infrazione? Il cds dice che non si atttraversa fuori dalle strsce e mai davanti ai bus e dice pure che non si sorpassano i bus fermi perche' qualcuno potrebbe (infrangendo il codice) attraversagli davanti. Eventi come questi in cui ci tocca mettere una pezza a scemenze che fanno di continuo le auto e' un fatto che nasce dal dover stare in piedi su 2 ruote. Secondo te e' piu' facile che sulle strisce si fermino i motociclisti o gli automobilisti? Lascia stare gli scooter, che per me non sono motociclisti ma imbecilli incapaci (generalizzo ma a ragion veduta) Il fatto che siano su 2 ruote e' solo un caso. Andiamo in futa sul serio a vedere come guidano quelli che hanno la testa e scopriremo che anche se si corre piu' dei limiti, lo si fa in tutta sicurezza, entro i NOSTRI limiti che sono ben piu' alti di quelli imposti, rispettando i passaggi nei paesi, sorpassando senza creare pericoli o facendo paura. Avete mai guardato lo spettacolo di un serpentone di motociclisti che guidano tutti insieme a ritmo senza perdere mai la distanza l'uno dall'altro? Io sono di parte ma quando dico che non capite nulla dei motociclisti non e' per arroganza ma perche' siamo molto meglio di quello che sembriamo. Certo ci sono i deficienti, gli stronzi, gli incapaci e i superfenomeni (nel senso stupido del termine) e vanno eradicati senza alcun dubbio. Io sono disposto a dare una mano ma nessuno mi ha mai chiesto come potevo fare nonstante si dichiari che si e' cercato il dialogo etc etc etc. CErto ... se l'aiuto e' stare a casa e non andare in futa .. beh ... allora non e' questo l'aiuto che intendo dare.
ecco .la tua ultima frase e' secondo me molto importante perche' dimostra una cosa che ho sempre pensato dei motociclisti. Sono molto piu' corretti di quanto si pensi. Certo ... si infrange il codice molto spesso, lo ammetto, ma per quanto riguarda il rispetto delle "incapacita" altrui, stiamo molto attenti. In gran parte e' per tutelarci e quindi se vediamo uno imbranato al volante o potenzialmente disattento si cerca di evitarlo piu' per compassione e nostra tutela piuttosto che per fargli un piacere, ma alla fine il risultato e' che nessuno si fa male. Se potessi riassumere direi la segunte frase " automobilisti continuate pure a non sapere guidare che tanto ci pensiamo noi a correggere i vostri sbagli e pure a proteggervi da voi stessi". E per circostanziare l'ultima affermazione ti riporto un esempio (anche se in questo caso le auto non c'entrano) perche' altrimenti sembra che io creda che siamo dei supereroi che vigilano sul traffico. Ero in via della barca che notoriamente è molto trafficata in certe ore. Dietro di me avevo uno scooterino di quelli rompicoglioni che pensano di avere una R1 sotto al culo e vogliono passarti solo perche' al semaforo scattano in avanti come sardine per poi piantarsi in mezzo alla strada. Tra parentesi era pure uno di quelli nevrotici e io la gente nevrotica non la posso soffrire. Mi passa .. e chi se ne frega .. se vuoi rischiare di smaltarti contro una macchina in pieno traffico affari tuoi. Ci avviciniamo a un bus che sta per ripartire dopo aver fatto scendere la gente. Io che ero piu' dietro e avevo una visuale piu' ampia vedo che una persona scesa dal bus sta per attraversargli davanti perche' tanto e' ancora fermo con le porte aperte. Ovviamente vedo anche che lo scooter ha allargato per passare il bus. Sarebbe stato un centro quasi perfetto se non avessi passato lo scooter di cattiveria per inchiodargli davanti a 30 cm dalla persona. La persona si e' cagata sotto perche' ha pensato che fosse mia la colpa e senza rendersi nemmeno conto della stronzata che aveva fatto e lo scooter manco si e' accorto di cosa e' successo. Mi ha fanculizzato e tirato dritto. Chi ha commesso la infrazione? Il cds dice che non si atttraversa fuori dalle strsce e mai davanti ai bus e dice pure che non si sorpassano i bus fermi perche' qualcuno potrebbe (infrangendo il codice) attraversagli davanti. Eventi come questi in cui ci tocca mettere una pezza a scemenze che fanno di continuo le auto e' un fatto che nasce dal dover stare in piedi su 2 ruote. Secondo te e' piu' facile che sulle strisce si fermino i motociclisti o gli automobilisti? Lascia stare gli scooter, che per me non sono motociclisti ma imbecilli incapaci (generalizzo ma a ragion veduta) Il fatto che siano su 2 ruote e' solo un caso. Andiamo in futa sul serio a vedere come guidano quelli che hanno la testa e scopriremo che anche se si corre piu' dei limiti, lo si fa in tutta sicurezza, entro i NOSTRI limiti che sono ben piu' alti di quelli imposti, rispettando i passaggi nei paesi, sorpassando senza creare pericoli o facendo paura. Avete mai guardato lo spettacolo di un serpentone di motociclisti che guidano tutti insieme a ritmo senza perdere mai la distanza l'uno dall'altro? Io sono di parte ma quando dico che non capite nulla dei motociclisti non e' per arroganza ma perche' siamo molto meglio di quello che sembriamo. Certo ci sono i deficienti, gli stronzi, gli incapaci e i superfenomeni (nel senso stupido del termine) e vanno eradicati senza alcun dubbio. Io sono disposto a dare una mano ma nessuno mi ha mai chiesto come potevo fare nonstante si dichiari che si e' cercato il dialogo etc etc etc. CErto ... se l'aiuto e' stare a casa e non andare in futa .. beh ... allora non e' questo l'aiuto che intendo dare.
Mi spiace ma su alcune cose non sono d'accordo. Ritengo che sia stata fatta una disamina di comportamenti molto frequenti tra i conducenti di tutti i tipi di cicli, motocicli, veicoli ect. ect. che sicuramente portano anche ad incidenti molto gravi. Ma per tutti una cosa deve essere chiara, ci sono delle regole e debbono essere rispettate. Non esistono i VOSTRI limiti, i limiti sono fissati dalle regole. Questi limiti DEBBONO essere rispettati da tutti a partire dal pedone a finire dal conducente del veicolo che volete. Fino a quando non si rispetteranno le regole nulla potrà cambiare. Sicuramente non è rimanendo a casa che potrai dare una mano ma sicuramente non la dai quando dici che "anche se si corre più dei limiti, lo si fa in tutta sicurezza ... ". Questa è solo la mia opinione ...
Allora dovresti leggere piu' attentamente. Non ho mai detto che se mi fermano in futa a 100 orari, le cds non debbano elevarmi una contravvenzione solo perche' sono bravo. Quello che volevo dire e' che a 100 orari posso tranquillamente permettermi di guardare il panorama perche' il mio limite come guidatore esperto è molto piu' alto. Questo non mi autorizza, lo ripeto, a infrangere il codice, ma mi autorizza a dire che a 70 orari mi si spegne la moto. Anche nella famosa riunione a Loiano, che ho visto su youtube, perche' non le era stata data abbastanza eco come gia' sottolineato a suo tempo, se non erro il sindaco stesso aveva sottolineato che non e' sufficiente abbassare i limiti dove c'e' stato un incidente, perche' altrimenti si fa solo una bella sbidonata di responsabilità. Anni fa si era arrivato alla assurdita' dei 30 orari in uscita dalle tangenziale di mestre (scusate l'esempio, ma sono un emigrato :) ) Roba folle. I mezzi meccanici di oggi hanno delle prestazioni incredibili (e non mi riferisco alla velocita) Perfino con una bicicletta da 300 euro puoi venire giu a 90 orari mantenendoti stabile e frenato. Anche questo non e' cmq una scusa per andare oltre i limiti, ma se ci sono dei limiti non e' detto che questo siano adeguati alla sicurezza che possono offrire i mezzi. Quindi per spiegartelo meglio ancora una volta, i NOSTRI limiti esistono nel senso che, perlo per me, so che alla velocita' a cui mi muovo posso togliermi d'impaccio agevolmente perche' ho ben chiaro cosa sta facendo la moto, contrariamente a chi si mette in corsia opposta in una situazione in cui non puo' fare assolutamente nulla se non smaltarsi su chi eventualemente c'e' dopo la curva. Sapere che posso manovrare in sicurezza non mi autorizza a infrangere il cds, ma assicura me stesso che non sono un pericolo se non per me stesso (caso limite). Se tutti rispettassero le regole non saremmo qui a parlare :) La frase "rimanendo a casa" la ho data solo perche' e' stato lo stesso Ori a dire, credo sulla scodella ma non ne sono sicuro, che si vuole mandare via i motociclisti dalla futa. Quindi se la soluzione e' questa a me no non va giu. Se invece si vuole parlare di come si guida una moto, e' stato dato ampio spazio in tutti i forum possibili ma sinceramente ho sempre sentito parole come "salto di qualita'" che sto ancora aspettando.... forse quest'anno? Da parte nostra c'e' sempre tanta disponibilita' con il motoclubdfuta, con i test delle moto, con i corsi e con il sito. A me non piace fare l'apripista ma spesso mi ritrovo a farlo con i gruppi dei piu' tranquilli perche' in qualche modo vedono una persona che guida in maniera morbida, senza strappi e con le giuste traiettorie e stanno dietro anche se ne avrebbero di piu'e anche se io stesso ne avrei di piu, ma preferisco stare insieme piuttosto che fare lo scemo da solo o in 2. Per me questo significa gia fare qualcosa, ma il problema qui e' che il fare qualcosa significa sempre e cmq fare quello che prevede il cds. Ed e' innegabile che debba per forza essere cosi ed è in questa ottica che in un precedente post ho detto a Ori che e' difficile rapportarsi con lui, intendendo non che non si sia tolto spesso la divisa, ma perche' cmq per il cds noi sbagliamo. E questo e' un fatto, ma cmq non troverete mai smaltato su un albero uno che fa la futa ai 100 orari. Quindi se lo scopo e' fare sicurezza, restado solo con il tipo di motociclisti che descrivo e di cui faccio parte, potete stare sicuri che potreste risparmiare i soldi dei posti di blocco perche' tanto non succederebbe nulla ad alcuno. Vorrei dire una cosa. Immagino che non sia l'unico che sia stato in Croazia per le ferie. io ci vado ormai da parecchi anni e ho visto le strade passare da carrareccie ad autostrade. Anni anni fa l'asfalto era molto pericoloso perche' aveva un impasto davvero pessimo. Era liscio anche quando non era bagnato. Le gomme di moto e scooter erano squadrate perche' nessuno si azzardava a fare le curve. I limiti pero' erano adeguati. In questo senso. Erano le velocita' massime a cui potevi percorrere quelle strade. Se andavi un pelo di passera in piu, le ruote cominciavano a fischiare. Non erano limiti molto distanti dai nostri ma mi ha sempre colpito il fatto che il limite imposto era davvero il limite max a cui,con un mezzo ordinario, potevi camminare. Cmq riassumendo credo che ormai ognuno debba pensare per se e con questo intendo che l'aftermarket verra' sempre scandagliato ed eventualmente sanzionato e a ragione perche' il cds prevede cosi. Io me ne sbatto e tengo la moto originale, non perche' ritenga giusto il cds o non mi piacciano le modifiche, ma visto che tanto la battaglia non la posso vincere mi ci adeguo. Ci sono una marea di idiozie nel cds ma ci sono battaglia piu' importanti da combattere. E questa delle targhe inclinate e delle frecce è solo un pantano in cui non ho tempo di entrare. Per me un vigile che passa la giornata a multare le frecce e' uno spreco enorme di soldi, di competenza e di professionalita e la colpa non e' del motociclista ma di chi ha scritto le regole. Se poi ci sono carabinieri, vigili e forestale allora è come fare una tonnellata di lasagne e buttarla giu per il cesso. La sicurezza la faccio a modo mio stando a casa sabato e domenica perche' il pericolo non sono i posti di blocco ma gli inglesi, quelli che sorpassano alla cieca e chi non e' in grado di rispettare chi gli sta davanti. L'altra parte di sicurezza la faccio cercando di uscire con amici che abbiano la testa sulle spalle e voglia di guidare e non di correre. E ancora una volta ribadisco che le tute servono a proteggere e non a fare i piloto. Ori se vedo uno con un piccone, zaino e scarponi ritengo che sia uno che vuole andare in montagna, ma non per questo credo che debba essere Messner. Uno che si infila una tuta di pelle non deve per forza essere valentino rossi. E voglio sperare che il discriminante non siano le tute di pelle su moto da strada perche' allora siete lontani anni luce dal concetto di sicurezza. E adesso mi fermo perche' ormai ho ripetuto piu' volte il mio pensiero. Aspetto che qualcuno faccia delle proposte. Io le mie le ho fatte e oltretutto nessuno si e' mai preso la brigga nemmeno di dirmi se erano delle stronzate o meno ne qui ne' sulla scodella. Per la strada continua a essere un far west da incubo ma la cosa importante continua a essere la futa.Mah ...
Condivido parte del post, certe volte il Cds e' miope, capisco che vengono sprecate energie e risorse per particolari di poco conto ma purtroppo queste norme se non osservate portano a sanzioni molto salate.quello che non condivido e' il fatto che nonostante la sicurezza dei mezzi si possa pensare di condurre un qualsiasi mezzo oltre i limiti suggeriti dal Cds Posso capire che Si portino delle rimostranze sull' operato delle forze dell'ordine ma applicano solo le regole scritte sul cds e se queste norme non vengono infrante nessuno porterà obiezioni alla condotta. Sono sicuro che il proverbio che dice che il vestito non fa' il monaco sia vero e ritengo che chi si mette la tuta per fare un giro in moto lo faccia per altri motivi e non solo per correre in futa. Purtroppo il problema non e' isolato alla futa, in altri blog altre persone portano lo stesso problema ( la velocità e il comportamento dei motociclisti ) in altre zone nel ns paese.I problemi sono altri e come leggi non ho mai discusso di rumorosità o di altro, contesto il fatto che alcuni motociclisti corrano su una strada provinciale mettendo in pericolo per primi loro e poi magari altre persone. Gli inglesi come dici li vedo anche io e tante volte ho rischiato la pelle per colpa di autisti che corrono verso Bologna senza rispettare il cds e mettono in pericolo loro e gli altri. Ti posso assicurare che ogni mattina corro seri pericoli per colpa di queste persone e vorrei che fossero messe in condizioni di riflettere su quello che puo' succedere anche con severe sanzioni. Io non faccio una crociata ma credo fermamente nelle regole e quando vedo che sono applicate in maniera intelligente sono dalla parte di chi le applica. La riunione fatta lo scorso anno ha voluto portare in evidenza un problema che affligge questa strada da diverso tempo ovvero gli incidenti che sono avvenuti. L'anno scorso da quanto ne so' gli incidenti sono drasticamente calati, con questo non dico che il merito e' da darsi ai controlli ma forse ad una presa di coscienza da parte di chi prima correva troppo. Poi e' chiaro che anche i controlli hanno fatto la loro parte e magari qualcuno avrà pensato che per non correre il pericolo di essere fermato anche se in regola forse era meglio non andare in futa e quindi preferisce starsene a casa. Se così fosse questo sarebbe una grave ingiustizia e quindi invito chiunque a farsi un giro in futa rispettando il cds e sono sicuro che nessuno lo fermerà ingiustificatamente.
Solo alcune precisazioni, visto che avevo detto che avrei smesso di scrivere papiri :) I limiti vanno rispettati, ma questo non significa che siano limiti imposti in base a criteri che tengano conto dei mezzi, della strada e altro. Spesso lo sono ma spesso sono solo uno scaricabarile come lo stesso sindaco di loiano aveva detto. Ho fatto l'esempio delle tange. di mestre e delle strade Croate proprio per sottolineare questo fatto. Per onesta' devo anche dire che sulla futa ci sono limiti anche piuttosto alti perche' guidare ai 70 costanti anche in curva presuppone una certa abilita'; poi è normale che usciti dalle curve si dia del gas, ma qui sta la testa di chi guida a non esagerare. guidare è divertente e guidare una moto e' goduria pura perche' c'e' un dinamismo, un movimento fisico di moto e corpo che è una veo piacere sia da fare che da vedere ... va beh .. non vado avanti altrimenti finisco in una discussione zen :) Non ho mai espresso rimostranze sulla applicazione del cds da parte delle fdo, ma ho sempre sostenuto che la citta' sia un luogo molto piu' pericoloso. In ogni caso se il cds dice che le frecce omologate sono un pericolo allora vanno sanzionate e in questo le fds eseguono solo il loro lavoro. Il problema semmai e' a monte. Si puo' invece discutere su quanto utili siano gli spiegamenti di forze a noi noti. E giusto per tornare sul cds e sulla sicurezza ..... mi sbaglio o tempo fa si volevano introdurre norme sull'abbigliamento dei motociclisti? Sono entrate in vigore? A me non sembra visto che c'e' ancora gente che gira in infradito con magliettina da spiaggia e figlio sulla sella che a malapena arriva sulle maniglie dell'amore del pancione del padre. Ricordo benissimo che la prima proposta prevedeva un abbigliamento differenziato in base alla cilindrata. anche da qui si capisce quanto ottusi e ignoranti siano i legislatori. Riescono a restare in parlamento per secoli e continuare a non capire un cazzo di quello che devono fare. Uno con un 125 che cade a 100 orari si fara' forse meno male di uno che cade a 100 con un 1000? Ridicolo. Certo ... il 1000 fa i 290 ma mi pare ovvio che se decido di andare a 290 non ci vado in magliettina e i 290 certo non li faro' in citta. Ad ogni buon conto devo dire che io in moto non homai girato senza casco integrale e guanti di pelle anche a 40 gradi all'ombra. Quindi se si vuole fare sicurezza si cominci a spingere per inserire nel cds norme sull'abbigliamento e che siano intelligenti e non alla cazzo come si fa sempre tutto. Invece di discutere con tecnici scemi si discuta con chi corre in moto, con gli utenti che sono quelli che sanno cosa significa brasarsi sull'asfalto. A chi chiedi se è buona la pietanza, al cuoco o a chi la sta mangiando? Se poi queste norme ci siano gia ... mmmmmm domani vado in futa senza guanti e giacchetta di jeans .. vediamo se mi sanzionano. Signori se un corpo umano va per terra, la prima cosa che fara' sara' di appoggiare le mani per proteggersi e se queste non hanno dei guanti .... ecco cosa significa fare sicurezza. Ci sono voluti anni per rendere obbligatori l'abs e l'airbag e credo che quello per il passeggero non lo sia ancora ma potrei sbagliarmi. E le cinture? E quanto ci vorra' per rendere obbligatori sistemi come gli stabilizzatori che non sono altro che l'abs gia presente a cui viene aggiunto un accelerometro laterale e un po di software? Ma invece no .. bisogna aspettare che i costi calino perche' altrimenti la gente preferisce prendere l'autoradio, la playstation, i monitor integrati etc .... e qui ce ne sarebbe da parlare per ore, ma la stupidita' della gente e la ottusita di chi legifera sono 2 muri che neanche un carroarmato puo' sfondare. Apprezzo la tua obiettivita nell'ammettere che il calo di incidenti puo' anche non essere stato merito delle fdo e ancor piu' apprezzo il tuo invito a salire in futa. Il problema e' che i motociclisti vengono fermati a prescindere e quasi sempre (almeno quello che accadeva l'anno scorso) non per guida pericolosa. Come ho scritto sono stato fermato solo 2 volte e mai per eccesso di velocita', guida pericolosa o comportamenti scorretti. Non mi e' stato nemmeno chiesto di togliermi il casco. Potevo essere chiunque. Non mi ero nemmeno fermato, che un vigile stava aspettando che gli fornissi i documenti mentre un altro aveva gia il naso nel tubo di scarico. Ma del resto questo era l'obiettivo dei controlli dell'anno scorso e del precedente. Ori ora dice che ha un progetto di miglior qualita' che pero' ha un costo e richiede collaborazione dei comuni. Stiamo a vedere. Vuoi il mio parere superonesto? guarda te lo do perche' mi piace parlare chiaro. Io ho fiducia nella fdo. Abbiamo anche esempi di scarsa professionalita', è innegabile, ma cmq in situazioni piu' al limite di quello che puo' essere il traffico sulla futa (spero capiate a cosa mi riferisco ma che non voglio dire per non aprire un inutile spinoff) Cio' nonostante, anche se c'e' spesso molta arroganza da parte degli agenti, credo che siano in grado di arrivare a capo della situazione. Come ho detto spesso ho un tono sull'incavolato andante ma è solo perche' anceh stasera ho avuto a che fare con l'ennesimo imbecille in auto che a momenti buttava fuori strada uno scooter, se stesso e poi anche me. Mentre invece su per la futa dopo le 18 nei giorni feriali non ho mai incontrato nessuno ... mah .... Suggerimento ... visto che ci sono gli ausiliari per le multe da diveito di sosta , perche' non fare gli ausiliari in moto per la futa? Non mi dispiacerebbe che qualcuno mi rispondesse anche con un " e' una stronzata per questo, questo e quest'altro motivo" ma finche nessuno me lo dice continuero' a sostenere che il dialogo e la ricerca sia solo una finzione a senso unico.
caro grafo, non ho mai ne detto ne pensato che i motociclisti, devono essere mandati via o allontanati dalla futa, ne sulla scodella ne in nessun altro luogo.. per cortesia non addebitarmi idee o affermazioni che non mi appartengono..
Faccio le dovute scuse a Umberto. Ero sicuro di aver letto che qualcuno aveva detto quelle parole ma a distanza di 1 anno non ricordavo chi fosse stato. Mi sono riguardato i video degli interventi e tutte le discussioni sulla scodella. Riporto uno stralcio di un commento in proposito di uno degli utenti della scodella: ""per inciso: il "signore" che ha scritto su loianoweb è lo stesso che filmava l'evento,lo stesso che ha esordito:"bisogna togliere le moto dalla strada"..""
Non ho letto tutti i post precedenti perche' sono sicuro siano solo una replica di discussioni gia fatte. Io posto, per chi non lo avesse letto a suo tempo, il mio caso. Molto semplice e palesemente indicativo di cosa si sia fatto per la sicurezza. Sono stato fermato 1 sola volta da un mostruoso posto di blocco. La mia moto e' originale e non mi avete fatto nulla, ma in compenso per arrivare fino al posto di blocco avrei potuto correre contromano, impennare, guidare di traverso, imballare il motore con buona pace degli abitanti, guidare alla inglese nel modo piu' pericoloso possibile per me e per gli altri, ma tanto a voi interessava solo il buco del culo della mia moto. Se non avete ancora capito che uno scarico modificato o una freccia non omologata non rende meno pericoloso chi guida una moto (e non la moto stessa che palesemente diventa anche piu' sicura con le giuste modifiche) allora non servite a un cazzo. Punto. Io sabato e dom non vado in futa e non perche' mi diverta a considerarla una pista ma solo perche' non ho voglia di farmi fermare per farmi radiografare ... mi si raffreddano le gomme. E cmq, giusto per tacitare i deficienti (nel senso latino del termine "mancare di " pronti a darmi addosso perche' penseranno che sia il solito pazzo che trasforma la strada in pista, dico che la futa la faccio a codice perche' mi piace godermi la strada. Quindi con me tirereste su solo bestemmie da parte mia ma pochi euri. Dico questo per ribadire ancora una volta che punire le moto non fa sicurezza. Citatemi tutte le statistiche che volete. Le moto si spostano da una altra parte e in altri giorni che voi non potete monitorare. Sposto la spazzatura di napoli a torino e mi dicono che sono il salvatore di napoli. Facile. Per quanto riguarda i loianesi. non mi frega un cazzo se vi danno fastidio gli scarichi. La mia moto e' a codice e la futa e' una strada libera e ci passo tutte le volte che voglio. La mia moto e' omologata secondo quegli articoli che la polizia difende e quindi state zitti e non rompete le palle. Non vi piace il mio linguaggio ? Mi dispiace ma con me non potete attaccarvi a nessun appiglio, son in regola e guido a codice. Quinzi zitti e mosca. E sarebbe ora di farla davvero questa sicurezza. Forze di polizia volete davvero capire come si fa sicurezza per le moto? Sapete con chi parlare.
La discussione in corso sta offrendo (finalmente), la reale possibilità di imparare e conoscere punti di vista diversi. Lo dico come loianese non-motociclista che ha spesso palesi difficoltà a comprendere le ragioni dei motociclisti corretti. Troppo spesso ci si sofferma al proprio "io", senza neanche ipotizzare che altri possano avere ragione. Credo che la stessa discussione serva anche per approfondire la conoscenza di quanto stanno facendo le Forze dell'Ordine, di cui credo sia innegabile l'impegno. Ciò detto, affinchè si possa effettivamente capire "le ragioni dell'altro", è sempre auspicabile mantenere un tono corretto ed educato, possibilmente senza trascendere in parole o affermazioni sconvenienti. Questo sito ha, per scelta, evitato di applicare dei filtri ai commenti. Ci dispiacerebbe molto doverlo farlo in futuro. grazie
Faccio ammenda per eventuali mie esternazioni un po troppo accese. Ivito chi vuole leggere a non prenderle troppo sul serio. Credo che nelle mie parole ci possa essere 90% idee e 10% parolacce. Il fatto e' che non sono stanco tanto per i posti di blocco che ho visto solo 1 volta l'anno scorso; come ho detto io non giro di sabato e domenica proprio per evitare i "piloti" piu' pericolosi. Ma sono stanco di rischiare la vita girando in citta. In confronto la futa anche di domenica e' un giardino d'infanzia e vorrei che tutti, loianesi compresi, se ne rendessero conto. E' questa continua sorgente di pericoli non controlalti che ci infastidisce. Sono sicuro che potrei girare per la futa a 250 orari e poi farmi centrare in citta' da un coglionazzo su 4 ruote .... cosa che per altro è successa. Mi auto-modero ... anzi moto-modero perche' come ho detto le auto sono pericolosissime.
NOTO CHE DAL 27 APRILE SI SONO INTERROTTI I COMMENTI,MA L'ESTATE CALDA E LUNGA CI HA FATTO NOTARE MOLTO E MOLTO SPESSO SIA IL RUMORE ASSORDANTE,E SIA LA VELOCITà DEI NOSTRI CENTAURI.DA CITTADINO SONO MOLTO SODDISFATTO SE VENGONO FATTE RISPETTARE LE LEGGI CHE PARE CI SIANO ANCHE PER GLI AUTOMOBILISTI.COMPLIMENTI ALLE AUTORITà CHE DOPO ANNI DI PROTESTE SONO RIUSCITE A METTERE UN FRENO ALL'INCIVILTà.
..ci mettiamo anche che la benzina questa estate costava 1,86 a bologna e quasi 2 euro in Appennino..? Chissà se è tutto merito delle FdO..

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.