Martedì, 4. October 2022 - 2:03

Via libera alla riorganizzazione ospedaliera metropolitana post emergenza Covid-19

La Conferenza Territoriale Sociale Sanitaria Metropolitana ha diramato una nota che comunica l’avvio di un piano di riorganizzazione ospedaliero a seguito dell’emergenza Covid19. Ancora non si conoscono i dettagli e se l’Ospedale Simiani di Loiano sia coinvolto nella riorganizzazione ma è importante prestare la massima attenzione ai prossimi sviluppi. Di seguito il comunicato:

L’Ufficio di Presidenza della Conferenza territoriale sociale sanitaria metropolitana (CTSSM), riunitosi questa mattina in videoconferenza, ha dato il via libera alle Linee di indirizzo per la redazione del piano di riorganizzazione ospedaliero metropolitano a seguito dell'emergenza Covid-19

All’incontro, coordinato dal presidente della Ctssm Giuliano Barigazzi, hanno partecipato tra gli altri: l’assessore regionale alle Politiche per la salute Raffaele Donini, il rettore Francesco Ubertini, la direttrice dell’Ausl di Bologna Chiara Gibertoni, il direttore generale dell’Istituto Ortopedico Rizzoli Mario Cavalli e il direttore generale dell’Ausl di Imola Andrea Rossi

Obiettivo delle linee di indirizzo approvate oggi, che saranno alla base del Piano che verrà redatto nelle prossime settimane, è la trasformazione della difficile fase di emergenza sanitaria vissuta in questi mesi in una opportunità per sviluppare ulteriormente la qualità del servizio sanitario regionale nell’ambito metropolitano bolognese realizzando compiutamente l’integrazione  territoriale e ospedaliera tra Aziende Sanitarie, quale elemento chiave - già assunto dalla CTSSM - per l’efficacia delle cure e dell’offerta di percorsi e presa in carico ai cittadini. Consapevoli, nella fase di riavvio dopo l’emergenza Covid 19, della necessità di definire nuovi standard strutturali orientati a garantire sicurezza per i pazienti e gli operatori sanitari e di una rapida ripresa dell’attività specialistica e programmata sospesa durante la fase pandemica al fine di recuperare i tempi di attesa di ricovero e ambulatoriali.

A tal fine Regione e Ctssm, in concerto con l’Università di Bologna, hanno deciso di approvare le seguenti linee di indirizzo strategico per le Aziende Sanitarie che saranno alla base del Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera territoriale metropolitana e le conseguenti azioni da compiere:

a) mappatura delle strutture dell’area metropolitana che contengale criticità rilevate a seguito della necessità di nuovi standard di sicurezza ela quantificazione della riduzione dei posti letto (con particolare riferimento all’Aosp Bologna).

b) Verifica preliminare del ricollocamento in ambito pubblico di posti letto temporaneamente persi.

c)Valorizzazione della rete ospedaliera metropolitana definendo progetti non semplicemente di ricollocazione di posti letto ma di integrazione di percorsi clinici e modalità organizzative tra i grandi ospedali cittadini

Sviluppo e consolidamento dei singoli ospedali collocati nel resto dell’area metropolitana. Valorizzazione dunque che comporta tempi di realizzazione diversificati dagli interventi più urgenti a quelli di più lungo respiro prevedendo così il coinvolgimento dei professionisti delle Aziende Sanitarie.

d) Ricorso, attraverso il governo regionale delle relazioni con la sanità privata accreditata, di un supporto esclusivamente logistico per tutti i posti non ricollocabili nella rete pubblica, tenendo conto dell’ottimale gestione dei percorsi sanitari a garanzia dei cittadini.Temporaneità di tale collocazione legata alla precisa e stringente tempistica di realizzazione delle opere previste in ambito pubblico dal piano di riorganizzazione.

e) Rimodulazione dei piani di investimenti delle Aziende con definizione di tempistica delle opere e quantificazione degli investimenti necessari.

Per accompagnare questa fase si è inoltre deciso:

    che le Aziende procedano in sede regionale ad un confronto sia per quanto riguarda il piano investimenti che necessariamente per la relazione e gli eventuali accordi con la sanità privata accreditata.

    di aprire il necessario confronto con le parti sociali sulle presenti azioni e indirizzi e sulla programmazione conseguente.

    di istituire un Tavolo di lavoro con Regione e Università di Bologna per definire modelli di integrazione tra le Aziende ASL (Bologna e Imola) e Università che consentano il collegamento tra assistenza, didattica, formazione e ricerca nei livelli territoriali ed ospedalieri di riferimento.

Si conferma infine la decisa volontà di Regione e Ctssm di ripartire nel contempo con la progettazione nell’ambito dell’assistenza territoriale e della sua integrazione con quella ospedaliera.

Dal 23 al 25 giugno lavori di asfaltatura del parcheggio della Coop

La Polizia Municipale di Loiano dispone il  divieto di transito e di sosta

Con l’ Ordinanza n 9 (allegata) la Polizia Municipale di Loiano dispone il  divieto di transito e di sosta nel parcheggio antistante il Centro Commerciale di Viale Marconi, dalle ore 7:00 di martedì 23 giugno  sino alle ore 18:30 di giovedì 25 giugno

La chiusura si rende necessaria per i lavori di rifacimento della pavimentazione stradale

Unione, approvata la Convenzione per la gestione coordinata della "Via Mater Dei"

Tra la Cooperativa Foiatonda, Unione Savena dice ed Unione Appennino. Avrà durata triennale

Con la Delibera n 49 (allegata) la Giunta dell’ Unione Savena Idice ha approvato la “Convenzione per la gestione coordinata della Via Mater Dei tra l’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese, l’Unione dei comuni Savena Idice e la Cooperativa Foiatonda.

La Mater Dei è un itinerario che partendo da Bologna, collega i principali Santuari Mariani dell’Appennino coinvolgendo i Comuni di Pianoro, Monghidoro, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi e prevedendo 6 tappe: Pianoro, Loiano, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi, San Benedetto Val di Sambro. Soggetto gestore è la Cooperativa di Comunità Foiatonda di  Madonna dei Fornelli che è anche proprietaria del marchio e logo registrato “Via Mater Dei”.

Gli obiettivi della Convenzione (che ha durata triennale) sono :

Autovelox sulla Futa, il Sindaco di Monghidoro pubblica un aggiornamento

Dalla pagina facbeook del Sindaco di Monghidoro, Barbara Panzacchi

A seguito del tavolo in Prefettura dello scorso giovedì, la Polizia Stradale effettuerà il sopralluogo per verificare quali siano le postazioni ( tra le 7 individuate dallo studio effettuato tra Comuni e Città Metropolitana) più idonee per l installazione degli autovelox fissi.

Entro 15 giorni dovremmo avere le risultanze.

I Sindaci hanno chiesto di lavorare anche su altre misure perché gli autovelox, da soli, certamente non possono essere risolutivi.

Giovedì 11 si terrà un nuovo tavolo tra i Comuni e la Città Metropolitana proprio a questo fine.

Intanto con il supporto della Compagnia dei Carabinieri di San Lazzaro e delle stazioni Carabinieri di Monghidoro e Loiano ( che ringrazio molto) già in questo fine settimana sono stati realizzati numerosi posti di blocco, sono stati fermati svariati motociclisti ed elevato verbali per velocità elevata ed altre infrazioni.

Solo se opereremo tutti insieme e su più fronti sarà possibile raggiungere risultati e tutelare la sicurezza.

Le stesse modalità operative dovranno essere adottate anche sulla Fondovalle Savena e Idice.

Domani, inoltre, inizieranno le opere per la realizzazione della rotonda di Ca’ del Costa, un altro bel passo avanti!

Via Gragnano, la Ditta F.lli Lorenzini di Monghidoro si aggiudica i lavori di ripristino

Con un ribasso del 18,07%. La CASP del Brasimone l'altra azienda che aveva partecipato

Con La Determina n 227 (allegata), l’Unione Savena Idice affida alla Ditta F.lli Lorenzini srl di Monghidoro i lavori di ripristino della strada comunale via Gragnano (loc. il Poggio) a Loiano.

La Ditta Lorenzini si è aggiudicata la Gara presentando la migliore offerta con un ribasso del 18,07% rispetto al base d’ Asta mentre l’altra azienda partecipante, la CASP Valle del Brasiamone, aveva proposto un ribasso del 16,90%

Futa, i Sindaci di Loiano, Monghidoro e Pianoro chiedono una decisione urgente per installare gli autovelox

Dopo l' ennesimo incidente di un giovane motociclista

Dopo l’ennesimo incidente sulla Futa di sabato scorso che ha visto la morte di un giovane motociclista, i sindaci di Loiano, Monghidoro e Pianoro hanno chiesto un incontro urgente con il Prefetto per sollecitare una decisione in merito all’installazione degli autovelox. Quella degli auovelox (una decina da collocare nel tratto della SP 65 che collega i tre Comuni), è una richiesta che si protrae da tempo ma che si è bloccata anche a causa dell’emergenza sanitaria.

I Sindaci chiedono una decisione prima che la strada provinciale passi sotto il controllo dell’ANAS e che vorrebbe dire ripartire da zero con la richiesta. Inoltre incombe il cambio del Prefetto Patrizia Impresa che a breve dovrebbe lasciare l’incarico

Da domenica 7 giugno il mercato domenicale torna in centro

Risolutivo l'incontro chiesto dagli ambulanti che hanno portato vare proposte tecniche

Domenica 7 Giugno il Mercato tornerà in paese. La decisione è stata presa alla luce dell’evoluzione della curva dei contagi in tutta la Città Metropolitana e nello specifico nel nostro Appennino e dell’incontro con i commercianti avvenuto lunedì 1 giugno con i quali si sono concordati una serie di accorgimenti da apportare al mercato per rispettare le norme di distanziamento sociale ancora in vigore.

Nelle scorse due domeniche lo spostamento temporaneo del Mercato in Fondazza era stato deciso d’urgenza per consentirne comunque lo svolgimento nella garanzia della sicurezza di tutti.

Riteniamo che sia importante la presenza del Mercato nel centro del paese perché esso è entrato negli anni a fare parte integrante del commercio di Loiano. Si è stabilito un rapporto di convivenza e simbiosi con i negozi del centro e la presenza dei banchi rappresenta una potenziale attrattiva per cittadini, visitatori e turisti.

Nell’incontro con i rappresentanti degli ambulanti l’Amministrazione ha colto l’occasione per porre le basi per un progetto di “ristrutturazione” del Mercato, che negli anni, come sappiamo, ha perso molta della propria attrattività e qualità. Collaborando con loro, confidiamo che la stagione estiva rispetti le nostre ottimistiche aspettative sulle presenze in montagna, per poter fare alcune prime sperimentazioni in tal senso.

Grazie a tutti ci vediamo domenica al Mercato

Pagine

Back to Top