Domenica, 26. May 2024 - 22:39

Story

Monghidoro non spegnerà i lampioni grazie all'installazione dei LED

La riqualificazione è iniziata nel 2021. A Loiano su 941 punti luce appena 79 sono a LED

"Con la riqualificazione dell'illuminazione pubblica a LED  iniziata nel 2021, a Monghidoro non c'è bisogno di spegnere i lampioni”. Così il Sindaco di Monghidoro Barbara Panzacchi in risposto in un’intervista  QUI sulla difficile situazione energetica e lo spegnimento dell’illuminazione pubblica.

Il Comune di Loiano al contrario paga il ritardo sull’installazione del LED ed è stata costretta ormai da mesi a ridurre drasticamente i punti luce. Riduzione che sarà particolarmente disagevole (e pericolosa) nel periodo invernale. I dati aggiornati al 2018 riportano che su 941 punti luce di Loiano, 79 sono a Led mentre la maggior parte sono a sodio alta pressione.

data pubblicazione: 
Sabato, 22. October 2022 - 17:34

Commenti

In effetti su via Roma non si vede un caz, ed è molto pericoloso per i pedoni.
Spero che il comune intervenga al più presto per sostituire le lampade.
Già che ci siamo si potrebbe pensare alla costruzione di una rotonda all'incrocio con la fondovalle.....o aspettiamo il morto prima di intervenire?
Chi non conosce l'incrocio spesso fa manovre azzardate e pericolose e questo succede spesso nei week end (Fonte io che lo vedo).
So che questa strada è provinciale ma i due sindaci dei paesi confinanti (Loiano e Monzuno) dovrebbero affrettarsi a chiedere ai "signori" della provincia o chi per essa di darsi una mossa prima che succeda l'irreparabile.

La tecnologia LED nasce nel 1962; via via sono calati i costi ed è cresciuta la efficienza; certamente uno dei momenti di svolta (a favore della tecnologia LED) è stato il 2002; ricorrere a questa tecnologia dopo venti anni è motivo di vanto o occasione per chiedere scusa del ritardo;
a Loiano poi il deficit di illuminazione pubblica è stata concausa (marginale o no comunque concausa) dell'investimento mortale di monsignor Turrini ; dunque "il morto cìè già stato"; purtroppo gli amministratori (ovviamente non tutti, ricordiamo bene il sindaco Naldi con la sua antesignana odinanza anti-plastica !)arrivano sempre con 20-30 anni di ritardo e dopo il ritardo biblico si vantano ...di aver fatto. Pure sulla raccolta dell'amianto di provenienza "domestica" assisteremo alla stessa rappresentazione ?
Vito Totire, RETE EUROPEA PER LA ECOLOGIA SOCIALE

Buongiorno,
Sono d'accordo su tutto con Lei,aggiungo che il passaggio pedonale davanti all'ospedale giovedì sera era spento, credo anche questa cosa sia imbarazzante soprattutto dopo la tragedia che Lei ha ricordato.
Vogliamo aspettare un'altra tragedia simile anche all'incrocio con la fondovalle oppure interveniamo prima???
Ultima cosa,la Barbara Panzacchi a Monghidoro si è insediata qualche anno fa, a me sembra che NON abbia perso tempo, la colpa è certi amministratori e non di tutti.

In effetti a Loiano c'è molto da migliorare nella sicurezza stradale; davanti all'ospedale poi è un susseguirsi di lacune e ritardi; le colonne alla entrata sono due , una con un lampione , l'altra senza; il cartello luminoso (che fu messo dopo il tragico evento che è stato ricordato) circa un anno fa si ruppe e fu sostituito solo dopo tanti mesi; il che da una idea di incuria e non di efficienza; si possono fare altri esempi ; stiamo pensando di contattare l'Osservatorio provinciale sulla sicurezzza stradale che , tra l'altro, ha ricordato alla opinione pubblica che ci sono stati 29 mori sulle strade nei primi cinque mesi del 2022 (nello stesso periodo del 2021 erano stati 11) , questo per sottolineare che il grave problema non è solo di Loiano; circa a sindaca di Monghidoro: non abbiamo fatto una critica ad personam, abbiamo piuttosto sottoineato che non può essere motivo di vanto fare cose che si potevano fare già venti anni prima ; per la sindaca Panzacchi però dobbiamo dire (abbiamo cnttti ogni anno con decine di sindaci e istituzioni) che la sindaca di Monghidoro (ovviamente non si tratta di una valutazione "politica" ma semplicemente realistica) è tra le poche persone che rispondono in maniera congrua e veloce il che evidenzia una rilevante capacità di intrattenere relazioni corrette con i cittadini e le loro associazioni; spesso i cittadini si dividono in polemiche e incomprensioni ma ci sono temi sui quali si deve e si può essere uniti , come quello della sicurezza stradale.

Vito Totire, Rete europea per l'ecologia sociale

le luci a Led un amministratore dovrebbe averle gia' messe da tempo, oramai ce le hanno pure a Katmandu.....per l'incrocio fondovalle, da mesi c'e' aperta una richiesta/interrogazione in citta' Metropolitana, fatta dall'ex sindaco di Monzuno sig. Mastacchi, giace silente negli uffici della citta' metropolitana (ex - provincia)....chissa'

Il comune è povero?...risparmia sulle luci notturne spegnendole nelle frazioni e a notte fonda, pero' poi spende, anzi caccia nel water, soldi per la strada delle Croci, dove le pochissime case presenti, sono comunque raggiungibili da sopra o sotto (Guarda e Fondovalle), davvero imbarazzante sta cosa, mentre molte delle altre strade comunali versano in condizioni a dir poco impercorribili, alcune stan peggio delle cavedagne.....chissa' forse perche' la giunta è troppo impegnata?...

Aggiungi un commento

Back to Top