You are hereSugli alberi tagliati lungo il Savena denuncia del WWF, indagine della Forestale, interrogazione del M5S

Sugli alberi tagliati lungo il Savena denuncia del WWF, indagine della Forestale, interrogazione del M5S


Sugli alberi tagliati lungo il Savena denuncia del WWF, indagine della Forestale, interrogazione del M5S

Sulla vicenda dei chilometri di alberi abbattuti lungo il Savena nel territorio di Pianoro, il WWF ha sporto denuncia ed ora indaga la Forestale. Il terrritorio interessato dai lavori (tuttora in corso) è di una decina di chilometri compresi tra  Rastignano e le Gole di Scascoli.  Il Comune risponde che i lavori si sono resi necessari per garantire la messa in sicurezza dell'alveo in caso di forti piogge ed esondazioni del fiume .

La Forestale sta quindi indagando ed il WWF è pronto a costituirsi parte civile. Nel frattempo Angelo Michelucci (vice presidente WWF), annuncia che verrà sospesa l'iniziativa 'piantiamo un abero per ogni bambino nato' intrapresa qualche tempo fa  proprio con il Comune di Pianoro.

Anche la politica si muove ed il Movimento 5 Stelle di Pianoro, durante l'ultimo Consiglio Comunale ha presentato una Domanda di Attualità a cui, in caso di risposta insoddisfacente, seguirà un'interrogazione.

La riportiamo di seguito ed in allegato:

 

Spett.le

COMUNE DI PIANORO

P.zza dei Martiri, 1

40065 Pianoro (Bo)

Al sindaco Gabriele Minghetti

Al Presidente del Consiglio Daniela Mignogna

 

Oggetto: Domanda di Attualità - Art. 48 Regolamento sul Funzionamento del Consiglio

Rif.to: Abbattimenti di alberature a scopi di manutenzione e messa in sicurezza del Fiume Savena e nel parco delle Querce in loc. Botteghino di Zocca

Con la presente il sottoscritto Matteo Gatti in qualità di Consigliere Comunale del Movimento 5 Stelle, ai sensi dello Statuto Comunale e del Regolamento del Consiglio Comunale del Comune di Pianoro, presento la seguente Domanda di Attualità circa i lavori in corso sull’alveo e zone circostanti del fiume Savena lungo tutto il territorio 

 

PREMESSO CHE:

  • Il Movimento 5 Stelle considera la tutela dell’ambiente fondamentale per le scelte politiche ed economiche della società perché da esse dipende la qualità della vita;
  • I recenti abbattimenti posti in essere nel Comune di Pianoro nell’alveo del Fiume Savena ed in loc. parco delle Querce Botteghino, hanno generato pareri contrastanti nella cittadinanza

 

RITENUTO CHE:

  • Per effettuare queste operazioni esistono certamente percorsi amministrativi ben definiti, oltreché consulenze di esperti ambientalisti che avvalorino nel merito e nel metodo, la tipologia di intervento;
  • L’evidente stato di scarsa Manutenzione ed i recenti avvenimenti della stagione invernale passata, imponevano un intervento su tutta l’area che conveniamo dovesse essere eseguito;

 

CONSIDERATO POI:

  • il Piano Strutturale Comunale (PSC) negli articoli 34.1 - 34.2 - 47 - 48 - 49 circa i vincoli e le disposizioni ricadenti negli alvei fluviali e nelle relative fasce di tutela e pertinenza, con particolare riferimento ai Nodi e Corridoi Ecologici come quello di intervento;
  • La Legge Regionale 20/2000 “DISCIPLINA GENERALE SULLA TUTELA E L'USO DEL TERRITORIO” Artt. A-17 Art. A-17 Aree di valore naturale e ambientale;
  • il fatto che questi strumenti delineano gli accorgimenti, le tempistiche, le peculiarità e le criticità che gli interventi di manutenzione e messa in sicurezza debbono rispettare;
  • che l’intervento realizzato non ci pare rispecchiare la visione e l’importanza attribuita a quelle aree dallo stesso Piano;
  • le recenti dichiarazioni pubbliche del Sindaco in occasione della Festa di Rastignano, circa l’evidente impatto visivo in taluni casi anche inaspettato, che l’intervento ha avuto;
  • e che: 
    • la scarsa manutenzione degli anni passati ha di certo aggravato la situazione degli alvei e delle zone circostanti;
    • i detriti ed i rifiuti che in quelle zone sono stati abbandonati negli anni, fossero da bonificare nell’interesse del ecosistema di quelle aree;

 

IL GRUPPO CONSILIARE DEL MOVIMENTO 5 STELLE DOMANDA AL SINDACO, ANCHE IN QUALITÀ DELLA SUA DELEGA ALL’AMBIENTE

  • Quale sia il disegno complessivo di questi interventi, se esiste una pianificazione in merito e quali azioni  seguiranno per il ripristino dell'equilibrio naturale nelle zone interessate?
  • Se nel progetto siano stati valutati i pro ed i contro di una così ampia azione, le ripercussioni generali sulla natura del luogo e se non fosse il caso di intervenire in maniera più selettiva e/o calmierata nel tempo come il PSC stesso consiglia? Come si sono coniugate le esigenze di manutenzione con le indicazioni fornite dal PSC che di fatto pare vietare questo genere di intervento?
  • Se non fosse il caso di ampliare la portata della comunicazione di tali interventi al fine di coinvolgere maggiormente i cittadini rispetto ad una modifica tale del paesaggio?
  • Comprendendo che le scarse risorse che tutti i comuni posso stanziare in questo momento storico possono modificare l’approccio a questa tipologia di interventi, ci chiediamo se la via percorsa da questa amministrazione per l’appalto, fosse la più indicata o se non fosse stato il caso di optare per una soluzione che consentisse un maggior controllo sugli abbattimenti posti in essere?

 

 

La presente viene posta come domanda di attualità ai sensi del vigente Regolamento sul Funzionamento del consiglio. In assenza di una risposta soddisfacente, potrà essere trasformata in Interrogazione, come da Art. 48 c.5.

 

 

Matteo Gatti Consigliere

Gruppo Movimento 5 Stelle Pianoro

 

 

Pianoro, lì lunedì 29 settembre 2014

Pubblicato il : 
Mercoledì, 1. ottobre 2014 - 7:32
AllegatoDimensione
domada att.pdf88.63 KB
Vota l'articolo
Ma la cosa più vergognosa è di come sono stati tagliati tutti questi alberi...io direi tranciati!!!! Capisco la pulizia del fiume per mettere in sicurezza...ma solitamente si pulisce si pota e si taglia dove sia necessario...sembra sia passato un'uragano!!! Forse era il caso muoversi prima che tutto questo fosse fatto e non ora....
SE non si pulisce il fiume ...ecco innumerevoli personaggi paventare disastri da esondazioni...se si decide di pulirlo ..ecco subito altri a paventare il disastro ecologico.. poi ci sono naturalmente i moderati che si chiedono se è il sistema migliore quello adottato...tutto ad alimentare l'eterna polemica su di ogni cosa venga fatta..Sta di fatto che a mio avviso tra qualche anno gli alberi saranno ricresciuti, non ci sarà stato nessun disastro ambientale,e il fiume sarà più bello di prima. Ma gli alberi nel fiume un tempo non venivano mai tagliati? Se qualcuno ricorda ,quando è stata fatta la strada del fondovalle il fiume era ben visibile e non vi era l'attuale boscaglia indi per cui...facciamoci delle domande!!!
E'una cosa vergognosa. Mi sento male ogni giorno che passo da lì. Mi piange il cuore. Che il sindaco e chiunque abbia contribuito a questo scempio paghino di tasca loro. In questa era di inquinamento e disastri ambientali bisogna tutelare gli alberi che abbiamo. Hanno tagliato anche gli alberi su cui nidificavano gli aironi cenerini, li ho visti proprio nella curva dove è morto un ragazzo anni fa di fronte al gattile. Mi domando qual è lo stato di coscienza e consapevolezza che c'è negli uomini soprattutto in quelli che si candidano a cariche di potere. Prima di fare atti così drastici bisogna interpellare la popolazione e sentire se è d'accordo o no. Il verde e la natura sono un patrimonio di tutti non sono del Comune, della Provincia o della Regione intesi in quanto enti. Ancora Vergogna.
Anche io ogni tanto mi rado i capelli,così ricrescono più sani e più belli,e poi gli Aironi non sono micca morti, eh?

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.