Venerdì, 29. May 2020 - 15:14

Presentato a Loiano il servizio di comunicazione telefonica Alert System

Per inviare comunicazioni in caso di emergenze

Si è svolto oggi a Loiano il primo incontro di presentazione alla cittadinanza del Piano di Protezione Civile e servizio di comunicazione telefonica Alert System. Oltre ai Sindaci di Loiano, Monghidoro, Monterenzio e Pianoro erano presenti anche il Segretario Direttore dell’Unione Viviana Boracci, Andrea Fabbri (Ambito srl), e Marco Iachetta Coordinatore Protezione Civile. Fra il pubblico i rappresentanti della Pubblica Assistenza di Monterenzio, dei GEV e della Protezione Civile Comunale di Loiano.

Alert System è il  servizio attivo per i comuni di Loiano, Monghidoro, Monterenzio, Ozzano dell’Emilia e Pianoro. Tramite questo servizio vengono inviate comunicazioni in relazione a eventuali emergenze come allerte meteo (arancione e rossa non gialla), chiusure scuole, emergenze idrogeologiche ed altre informazioni importanti ed urgenti.

Il servizio invierà messaggi vocali con una voce pre-registrata utilizzando i numeri fissi presenti nell’elenco telefonico mentre per ricevere la comunicazione sul cellulare è possibile iscriversi al servizio compilando il form online presente sul sito www.uvsi.it – pulsante “Alert System” presente sulla home del sito. In alternativa è possibile compilare il modulo cartaceo presso l’ Anagrafe del Comune e all’Ufficio Protocollo dell’Unione in Viale Risorgimento 1 a Pianoro. Ulteriori informazioni sullo svolgimento del servizio e sulla tutela della privacy sono reperibili sul sito www.uvsi.it .

"Bene la bonifica della vecchia piscina; ora un censimento sulla presenza di amianto nel territorio"

Riceviamo e pubblichiamo da Vito Totire dell' Associazione Esposti Amianto

Habemus bonificam !!!? Cemento-amianto a Loiano

Dopo 15 mesi di pressing si sono conclusi i lavori di bonifica; presumibilmente oggi le lastre accatastate saranno portate via;

la necessità di una bonifica era certamente matura già vent’anni prima della nostra denuncia ma si arriva spesso tardi a focalizzare le questioni a causa della incuria di regione ,comuni e Ausl che non hanno voluto organizzare a tempo debito censimento e monitoraggi adeguati;

abbiamo chiesto esplicitamente che il cantiere di Loiano fosse monitorato con un intervento di vigilanza ispettiva; la Ausl non ha fatto ispezioni (almeno fino a ieri sera); “motivazione” : le linee guida non prevedono di ispezionare cantieri di questo genere! di questo discuteremo anche perché le linee-guida , prendiamo atto che esistono, la Regione e la Ausl non le hanno discusso con le parti sociali o forse le hanno discusse con parti sociali “selezionate”;

pur avendo dato la nostra disponibilità a partecipare ad eventuali interventi ispettivi abbiamo dovuto osservare il cantiere nel ruolo da “umarells” , ruolo certo dignitoso nella tradizione bolognese ma, non esaustivo;

allora per andare avanti:

  1. Speriamo che i materiali siano evacuati entro oggi (4 ottobre) ;
  2. Insistiamo a chiedere verifica del pieno rispetto delle previsioni del piano di lavoro con particolare riferimento alla bagnatura con collante di TUTTE LE SUPERFICI delle LASTRE e non di solo quella esterna;
  3. Insistiamo a voler conoscere le prescrizioni integrative emanate dalla Ausl a piano di lavoro cha abbiamo chiesto senza ottenere risposta salvo che le nostre osservazione erano state tenute in considerazione;
  4. AL SINDACO di Loiano CHIEDIAMO UNA ORDINANZA URGENTE PER IL CENSIMENTO DEL CEMENTO-AMIANTO IN TUTTO IL TERRITORIO, COSI’ COME CHIEDIAMO ALLA PRESIDENTE DEL’UNIONE (SINDACA DI MONGHIDORO) DI FARSI PORTAVOCE DI QUESTA ISTANZA PER TUTTI I COMUNI , SALVO OVVIAMENTE PER CHI , COME PIANORO, IL CENSIMENTO LO HA GIA’ FATTO (anche se si può, a nostro avviso, integrare) ;
  5. Nella “attesa” della/e ordinanza/e sindacali individueremo uno o due nuovi target di ulteriori interventi di bonifica nel territorio a partire da Loiano;
  6. Chiediamo infine ai sindaci, in primis alla sindaca Panzacchi che ha già mostrato interesse al tema delle bonifiche ambientali, di dare spazio alla diffusione di informazioni che riguardano il finanziamento del sistema bonifica-amianto/fotovoltaico, magari con una iniziativa centralizzata per tutto il territorio delle Valli Idice e Savena.

Grazie a tutti dell' attenzione.

Vito Totire, AEA

Iniziati i lavori di bonifica alla vecchia piscina di Loiano

Per una spesa di € 32.940,00 iva compresa con diritto di rivalsa nei confronti del proprietario

Dal 30 settembre scorso sono iniziati i lavori di bonifica alla vecchia piscina di Loiano. Gli interventi consisteranno nella rimozione della copertura di amianto senza ulteriori interventi di manutenzione; in particolare, non si provvederà alla posa di nuova copertura;

Come preannunciato, il costo dell’intervento sarà di Costo € 32.940,00 iva compresa (con diritto di rivalsa nei confronti del proprietario) e nel caso fosse necessario l’intervento di una seconda ditta per lavori in subappalto, si procederà con l’affidamento del coordinamento per la sicurezza. Tale incarico inciderà per € 5.000,00 Iva e oneri compresi.

Abbandono rifiuti, la Consigliera Nascetti denuncia su Facebook il comportamento di un operatore di ambulanza

Una pubblica iniziativa della Consigliera di Maggioranza

Con un post sulla pagina Facebook ‘Sei di Loiano se…’ la Consigliera Comunale di Maggioranza Marina Nascetti denuncia pubblicamente il comportamento di un operatore di ambulanza che, a suo dire, avrebbe abbandonato rifiuti organici sulla strada. Questo quanto riporta nel post corredato di screenshot e foto:

“Oggi pomeriggio alle ore 15.45 un’ambulanza si è fermata davanti al cancello di casa mia. E’ sceso un operatore, ha aperto lo sportello laterale ed è salito a bordo e dal mio terrazzo ho visto che vi era un paziente sdraiato sul lettino. Dopo pochi minuti l’operatore è disceso dall’ambulanza, l’ho visto gettare qualcosa nella colina di fianco al mio cancello e ripartire. Sono scesa per andare a vedere di cosa si trattasse e ciò che ho trovato ovviamente mi ha fatto molto schifo. Non per ciò che era, ma per il gran brutto gesto compiuto da questa persona. Non credo che chi l’ha formato, gli abbia insegnato a gettare lungo la strada i sacchetti di plastica contenente il vomito degli ammalati. Credo che si debba vergognare e non aggiungo altro. L’ammalato auguro, di cuore, una pronta guarigione”.

Siamo certi che la Consigliera, prima di denunciare sul social questo comportamento, avrà anche segnalato la vicenda attraverso  le vie istituzionali che normalmente si utilizzano fra rappresentanti di Enti. Restiamo quindi in attesa di una risposta da parte degli interessati

Casalino, posticipata a fine ottobre la sospensione dell'attività

Si parla di un imprenditore locale interessato a prenderlo in gestione

E’ stata posticipata al 31 ottobre 2019 la sospensione dell’attività del CRC Casalino di Loiano, inizialmente prevista per la fine di settembre. La notizia della sospensione era stata resa nota agli inizi di questo mese mentre i Sindaci ed il Distretto Socio Sanitario ne erano al corrente da giugno.

E proprio su richiesta del Distretto, che la Cooperativa Dolce (che gestisce la struttura), ha deciso di prorogare il termine di sospensione per dare così il tempo agli Enti di trovare una nuova sistemazione per gli ospiti del Casalino. Sempre in questi giorni si parla di un imprenditore locale interessato alla sua gestione e la proroga servirebbe anche per definire l’eventuale accordo.

Nel pomeriggio di ieri (29 settembre),  verso le ore 18,30 proprio al Casalino è scattato l’allarme incendio causato dal malfunzionamento di un boiler. Il principio di incendio ha invaso di fumo l’ala della struttura vicino alla piscina dove non vi sono alloggi degli ospiti (che sono stati fatti uscire).  Molti i mezzi di soccorso che sono accorsi tempestivamente anche se  dopo un paio d’ore l’allarme era già rientrato. Nessun ferito e tutti gli ospiti già rientrati nella struttura, mentre i sopralluoghi che verranno svolti oggi valuteranno i danni

Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

Calendario della rilevazione a Loiano: dal 1 ottobre – 20 dicembre 2019

Dal sito web dell' Unione Savena Idice

A ottobre 2019 parte la seconda rilevazione del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni.

Il Censimento permette di misurare le principali caratteristiche socio-economiche della popolazione dimorante abitualmente in Italia. A ottobre 2018 l’Istat ha avviato la nuova rilevazione censuaria con cadenza annuale e non più decennale, che consente un rilascio di informazioni continue e tempestive.

A differenza delle tornate passate, il Censimento permanente non coinvolge più tutte le famiglie nello stesso momento, ma solo un campione di esse. Ogni anno le famiglie chiamate a partecipare sono circa 1 milione 400 mila, in oltre 2.800 comuniIl nuovo censimento è in grado di restituire informazioni rappresentative dell’intera popolazione, grazie all’integrazione dei dati raccolti con le diverse rilevazioni campionarie svolte – la rilevazione detta “areale” e quella “da lista” – con quelli provenienti dalle fonti amministrative. La famiglia può essere chiamata a partecipare a una delle due diverse rilevazioni campionarie oppure non essere coinvolta dall’edizione in corso del censimento.

I principali vantaggi introdotti dal nuovo disegno censuario sono un forte contenimento dei costi della rilevazione e una riduzione del fastidio a carico delle famigliePer l’anno 2019, come per l’anno 2018, è stato individuato il Comune di Loiano

ISTAT ha previsto due diverse tecniche di raccolta dati:

1 Indagine su una selezione di indirizzi (Indagine Areale)

2 Indagine su una selezione di famiglie/convivenze (Indagine di Lista)

Calendario della rilevazione (durata complessiva 01 ottobre 2019 – 20 dicembre 2019)

Rilevazione Areale

1 ottobre – 9 ottobre: Le famiglie sono informate dell’avvio della rilevazione con una lettera e una locandina e ricognizione preliminare dell’area di rilevazione e verifica del territorio.

10 ottobre – 13 novembre: Le famiglie ricevono il rilevatore che somministra loro il questionario

10 novembre – 23 dicembre: Ritorno del rilevatore per accertarsi della presenza/assenza dell’individuo mancante o dell’intera famiglia, senza effettuare l’intervista

Il Rilevatore incaricato avvierà le attività preparatorie e di informazione alla popolazione interessata, mediante l’affissione di locandine e la distribuzione di lettere informative, dal 1° ottobre.

Le famiglie estratte potranno rispondere al questionario on line autonomamente entro 20 dicembre 2019, oppure recandosi presso il Centro Comunale di Rilevazione, in Via Roma, 55 – 40050 Loiano – telefono 051.6543615 previo appuntamento.

Rilevazione da Lista

1 ottobre-7 ottobre: Le famiglie ricevono la lettera Istat per partecipare al censimento

7 ottobre- 13 dicembre: Le famiglie restituiscono i questionari compilati online da casa o presso il Centro Comunale di Rilevazione del Comune di Loiano – Ufficio anagrafe

8 novembre-20 dicembre: Le famiglie non rispondenti ricevono il promemoria Istat e una eventuale visita del rilevatore

Il Rilevatore incaricato, munito di apposito tesserino di riconoscimento con fototessera, condurrà le interviste faccia a faccia presso il domicilio delle famiglie o, su richiesta di queste e previo appuntamento, presso il citato Centro Comunale di Rilevazione.

La collaborazione della popolazione coinvolta nella rilevazione è fondamentale ai fini degli obiettivi del Censimento,ovvero:

• assolvere agli obblighi di rilevazione stabiliti dai Regolamenti europei e dalla legislazione nazionale;

• produrre un quadro informativo statistico sulle principali caratteristiche strutturali della popolazione a livello nazionale, regionale e locale;

• produrre informazioni sulla consistenza numerica delle abitazioni e sulle caratteristiche di quelle occupate;

• determinare la popolazione legale nel territorio di ciascun Comune.

La partecipazione alla rilevazione, fornendo i dati richiesti, È OBBLIGATORIA.

L’obbligo di risposta è sancito dalla normativa europea (Regolamento CE 9 luglio 2008, n. 763) e da quella nazionale (L. 27 dicembre 207, n. 205, dal decreto legislativo n. 322/1989 e s.m.i. e dal D.P.R. 19 luglio 2013 e s.m.i.).

Ulteriori informazioni sono reperibili:

• sul sito Istat all’indirizzo https://www.istat.it/it/censimenti-permanenti/popolazione-e-abitazioni

• presso il Comune di Loiano – l’ufficio Anagrafe Via Roma, 55 – telefono 051.6543615.

Decorazione aree gioco

Se ne occuperanno la Consigliera di Maggioranza Monari e l' assessore Menetti "per l’incremento della fruizione degli spazi all’aperto da parte dei bambini"

Con la Delibera n 100 (allegata), la Giunta Comunale ha approvato la proposta della Consigliera di Maggioranza Raffaella Monari e dell’Assessore Laura Menetti di decorare queste aree di proprietà del Comune: la nicchia verso strada Marconi nel giardino della Fondazza (foto);  in pineta nello spiazzo esistente collegato alla stradina di accesso alla scuola materna  e nella pista sopra via Roma/Monumento.

Obiettivo dell’iniziativa (che non avrà costi per il Comune e sarà sotto la piena responsabilità delle proponenti), è “l’incremento della fruizione degli spazi all’aperto da parte dei bambini”.

Istituto Comprensivo Loiano-Monghidoro: “Informativa generale in caso di sciopero e organizzazione del servizio”

Rivolta al personale della Scuola, al personale Docente, ai collaboratori scolastici, ai responsabili di plesso ed ai genitori

Il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Loiano-Monghidoro, Dott Cosimo Di Giorgio, ha diramato una  “Informativa generale in caso di sciopero e organizzazione del servizio” (allegata).

Il comunicato è rivolto al Dirigente Scolastico, al Personale della Scuola, al Personale Docente, ai collaboratori scolastici, ai responsabili di plesso ed ai genitori. Nel documento si fa “riferimento alle recenti indizioni di sciopero, l’obiettivo della presente comunicazione è organizzare al meglio l’erogazione del servizio scolastico, contemperando da una parte i diritti dei lavoratori e dall’altra salvaguardando il diritto allo studio, senza dimenticare le responsabilità connesse alla sorveglianza degli alunni all’interno di tutti i plessi scolastici dell’Istituto. Sono pertanto riportate di seguito alcune indicazioni generali da adottare dal personale della scuola, per le quali è richiesta anche la collaborazione dei genitori”.

Pagine

Back to Top