You are hereI cacciatori non vogliono i botti ...

I cacciatori non vogliono i botti ...


Apprendiamo con piacere dai telegiornali che molti comuni, fra i quali Torino, stanno operando per la proibizione o comunque la limitazione dei fuochi d'artificio particolarmente invasivi in questo periodo. Le motivazioni sono un maggior rispetto per gli animali e più in generale per l'ambiente.

 

L'URCA si batte da tempo in questa direzione e quindi non possiamo che essere particolarmente soddisfatti di aver contribuito all'affermarsi di questa sensibilità che consideriamo un vero e proprio indice di civiltà”.

 

Potrebbe sembrare una battuta ma è tutto vero. L’U.R.C.A.  è l’Unione dei cacciatori dell’Appennino; in pratica quel manipolo di arditi che per quattro/sei mesi all’anno girano con doppietta e cartucciere per campi , boschi, proprietà private, spaventando con le loro fucilate la fauna domestica e decimando  animali solo per un personalissimo divertimento. 

 

Inquadrati i personaggi? Bene . Questo gruppo di facinorosi (fortunatamente ogni anno più esiguo), con grande sprezzo del ridicolo  in questo fine d’anno si erge a difensore degli animali e chiede una limitazione dei fuochi d’artificio. E’ come per un fabbricante d’armi chiedere  di non sparare sulla gente  a S Silvestro .  O che un pellicciaio alla mezzanotte del 31 si ponesse come difensore dei visoni.  Prima e dopo, massima libertà di accoppare e scuoiare.

Le motivazioni? “maggior rispetto per gli animali e per l’ambiente”. Quindi chi fa i botti (personalmente li vieterei tutto l’anno) non li rispetta,   mentre chi li impallina è un crociato .

 

Fortunatamente l’U.R.C.A. (già l’acronimo non li aiuta)  si “batte da tempo in questa direzione”. Non vogliamo neanche pensare cosa sarebbe successo in caso contrario. E per far capire che non scherzano, sulla homepage del loro sito campeggia un  articolo dedicato alla “caccia a palla”. Evidentemente argomento (quello delle palle) su cui sono particolarmente preparati.

 

Gentili signori (si fa per dire), poiché considerate questo un gesto di civiltà vi chiediamo di farne un altro verso i vostri simili: abbiate  il pudore di risparmiarci certe dichiarazioni.

 

dicembre 2011

 

Condividi

Pubblicato il : 
Vota l'articolo
Io vorrei che NON esistessero i cacciatori..

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Centro Raccolta Cosea

 

 

 

canile savena banner

 

 

 

Mappa Loiano