Lunedì, 3. August 2020 - 14:49

Story

Da lunedì 4 maggio sarà possibile fare la spesa fuori dal proprio Comune

"In forma individuale ed esclusivamente in ambito provinciale"

Servirà ancora l'autocertificazione per giustificare i propri spostamenti durante la Fase 2, ma il modulo non dovrebbe cambiare rispetto a quello attuale, a parte il riferimento normativo al nuovo decreto che contiene ulteriori motivazioni che rendono legittimo lo spostamento: la visita ad un congiunto o il ritorno al proprio domicilio. Per cui i cittadini potranno modificare il modulo esistente barrando le parole "all’interno dello stesso Comune" e la parola "urgente" legata all'assistenza a congiunti o a persone con disabilità.

Per quanto riguarda la possibilità di fare la spesa fuori dal proprio Comune, l’Ordinanza Regionale dell’Emilia Romagna valida da lunedì 4 maggio, riporta: “gli spostamenti per situazioni di necessità sono consentiti in forma individuale ed esclusivamente in ambito provinciale. I comuni confinanti tra province diverse possono determinare reciprocamente la possibilità dello spostamento dei residenti per ragioni di necessità tra i due territori comunali o tra frazioni degli stessi

data pubblicazione: 
Venerdì, 1. May 2020 - 6:01

Commenti

Finalmente i loianesi potranno fare spesa in supermercati con prezzi "normali". E magari non si ritrovano più senza supermercati aperti in caso di festività vicine ai weekend. Finita la pacchia per qualcuno.

Non è un bel spettacolo vedere che uno appena può cerca di speculare andando in un supermercato di bassa qualità fregandosene completamente dei negozi di Loiano che fino a adesso anno fatto comodo ai tempi del coronavirus, adesso no, si guarda a risparmiare il centesimo danneggiando il nostro commercio e senza badare poi che si perde tempo e si consuma della benzina per dei prodotti che non ti puoi fidare perchè dall'altra parte non c'è un negoziante che conosci e dà la garanzia. Ma non capite che in questo modo si danneggia il paese e che i soldini che portate giù non tornano più su? E' tutto denaro che poi non gira più a Liano e danneggia anche le vostre tasche. Volete che i negozi chiudino tutti e al suo posto ci vengono dei stranieri o della gente che non si conosce? Dopo si che risparmiate. Io dico che ci vuole anche di mettersi una mano sulla coscienza, che non si può guardare solo al proprio interesse fregandosene di tutto. Non avete mica pensato se siete del paese, perchè se non siete di qui inutile neanche parlare, che quei negozi li prima indietro nel tempo erano dei loro genitori e dei loro nonni e ci andavano i vostri genitori ed i vostri nonni ? O sono tutte cose che non contano?
Dove trovate qualcheduni che sia disposto a venirvi a portare la spesa agratis sottocasa a suo rischio e pericolo? Io dico che ci vuole un po di onestà e riconoscenza e dare un calcio all'avarizia.

Come al solito chi parla i soldi in tasca probabilmente ce li ha. In tempo di crisi e di cassa integrazione è assurdo sentir parlare di 'avarizia' e 'posti dove andavano i vostri genitori e i vostri nonni', bisognerebbe sentir parlare di CONVENIENZA e di CONCORRENZA. E poi mi chiedo a chi è andata bene, ai loianesi o ai commercianti che i loianesi in quarantena non potevano andare da nessun'altra parte e quindi erano costretti a comprare in paese??? Gli stessi prodotti che si trovano a Loiano si possono trovare a Monghidoro e a Pianoro a prezzi più bassi, e spesso la qualità di frutta, verdura e carne è migliore: perché? Non ditemi per i disagi per località montana, Monghidoro è più 'disagiata' di voi. Risposte?
Credo sia ora che i commercianti si espongano e si mettano in gioco per spiegare i prezzi più alti. E se ci sono problemi come affitti alti o altro inizino una lotta seria per risolverli, al posto che far pagare sempre i cittadini.

Per fortuna non sono Loianese per cui posso esprimere un parere neutrale. Leggo accorati appelli, delle vere e proprie grida di dolore e questo trovo che sia una cosa umana. Ovviamente, non conoscendo la persona specifica devo fare “di tutta l’erba un fascio”. Quello che non trovo umano e una tale ottusità, pur sapendo che non tutti sono così, mi chiedevo, ma questi commercianti possibile pretendano solo senza nulla dare? Senza alcun dovere? E’ veramente sconcertante, supera ogni limite. Vi siete resi conto in che stato è ridotto il paese? Non vi vergognate? Mai un esame di coscienza? Non spetta anche a voi, nel senso di fare pressione per far si che le cose cambino? Quale piacere, quale incentivo ci può essere nel fare compere in un contesto che assomiglia più che altro a una fogna, che una volta entrato in un negozio sei fortunato se, nell’uscire, non sei travolto da un’auto? Per metterci una toppa, l’unica cosa che propongono i cervelloni dell’amministrazione è una caricatura di paese felice, con qualche vaso di fiori qua e un po’ la, una cosa veramente ridicola. Io invece vedo frotte di bambini che corrono in un contesto urbano risanato, avulso da divieti e condizionamenti in cui sperimentano il concetto di libertà e autodeterminazione al di fuori dei ghetti parchi-giochi. C’è il traffico da regolamentare, c’è il manto da rifare, e qui ci si potrebbe sbizzarrire a fare un selciato di vari colori e disegni, lampioncini, panchine, fioriere, luogo di incontro e socializzazione,ma più che altro un oasi di pace dallo stress. se i bar fanno obiezioni che li vendano ai cinesi, scommetto che sarebbero in grado fare molto meglio per esempio con aperture molto più lunghe. Non tirate fuori il problema dei parcheggi, perché tanto non ci sono neanche adesso, anzi diminuendo il traffico ne potrebbero risultare molti di più.

A Pianoro benzina a 1.399,00 circa, Loiano 1.575.00 bè c'è la sua differenza! Domanda, ma veramente volete stare aperti a Loiano sig. negozianti è C?

Se solo saprei quelli che anno avuto il coraggio di scrivere di nascosto la freccina in giú che non ci piace quello che ho detto perché ho difeso i negozi che secondo loro sono dei nemici, che invece sono li per fare gli interessi di tutti, non ci venderei neanche un bicchier d’aqua se stessero per morire e mi seppelissero di soldi. Io sono sicuro che li in mezzo ce ne sono tanti di quelli che vengono in negozio ogni tanto belli disinvolti dicendo che sono stati via per lavoro che non è vero niente, e invece sono li solo perchè cianno difficoltá grosse magari gli si e rotta la macchina e non riescono ad andare al supermercato come se li fosse tutta una manna e oro quello che luce.
Con il decreto poi venivano tutti con le orecchie basse con il sorriso stampato facendo finta di niente come se fossero clienti da sempre e poi sono spariti in un battibaleno appena ci hanno dato la molla quelli del governo. Solo se chiudiamo poi si capisce il vero valore e vi pentirete.
Io li metterei per legge quella del kilometro zero, in poche parole che uno non puó andare di qua e di la a fare la spesa ma solo a casa sua, sennò ci sono delle tasse da pagare fortissime, o perlomeno un tesserino come quello dei funghi, perché se ti avantaggi è giusto che paghi, sennò farebbero così tutti e specialmente i piccoli paesini ci rimettono.
E poi non parlatemi di Monghidoro che sono cari arabbiati piú che qua, solo cianno piú clientela perché Monghidoro è piú lontano da Bologna e ci pensano due volte prima di andare giú a fare la spesa.

Complimentoni!!!! Sono nato e cresciuto a Loiano, sicuramente sarò entrato nel tuo negozio perché vado da tutti, ti garantisco che con la risposta che hai dato se scopro il negozio hai non verrò più perché non te lo meriti. Mi spiace che la pensi così però per fortuna siamo in democrazia

at sare vgnò a cumprer du caramell o du ciod (cosi non capisci)! e poi neanche quello perché se avesti messo piede da me, questo che dico qui lo dico anche ai miei clienti, non sono uno che si nasconde dietro un cerino e lo sapresti bene.

Concordo con Smarties. loianesedoc dovrebbe imparare a dare ai propri compaesani almeno lo stesso rispetto che pretende e capire che i clienti non vanno nei negozi per amicizia o campanilismo ma perché soddisfatti del servizio, dei prezzi e dei prodotti, e che in generale non hanno NESSUN obbligo nei confronti dei commercianti ma per fortuna possono ancora scegliere di volta in volta secondo le loro esigenze e tasche. Sono i commercianti che devono saper fidelizzare i clienti. Pretendere in nome di un presunto rispetto dovuto non mi sembra una gran tattica.

Quelli che non ci piacciono i miei commenti sono come i casi di coronavirus, motivo: aumentano ogni giorno perchè come dice il signor Bolognesi non sono veri loianesi e ho detto tutto. Non meravigliamoci poi se le cose vanno male che io ve lo avevo detto per primo. Siamo arrivati al punto che mi tocca di dire in negozio che non sono stato io e che non mi occupo di politica perché cominciano ad esserci dei sospetti e delle maldicenze, cosi uno alla fine non puo dire la sua opinione a casa propria, causa è venuta troppa gente da fuori e troppi forestieri che si approfittano che gli abbiamo aperto casa nostra come se sarebbero uno di noi che evidente che non è cosi. E' inutile che facciamo finta. Spero che anche il signor Sindaco capisca e intervenghi quanto puo con dei provvedimenti a favore del paese, ha cominciare dal commercio che è stato il piú colpito, checchè se ne dica.
E poi smettiamola con la storia del traffico che è tutto il contrario, il paese è un mortorio che non ci passa nessuni, ci sarebbe bisogno di piú vita, un po' di traffico e gente che si ferma davanti al negozio, senó uno resta a casa sua e cosa fa, gira con dei pesi? Non cianno mica tutti ventanni!

Intanto noi forestieri potremmo impartirle delle lezioni di italiano...Che ne dice?
Io spero tanto che lei sia un troll perché se è davvero un commerciante... si salvi chi può!

Io non ho studiato come tanti palloni gonfiati, ho lavorato fin da cinno (7 anni non compiuti) e mi sono sempre rimboccato le maniche e vorrei vedere se gli altri che criticano tanto con dei paroloni sono di quelli che cianno uno stipendio sicuro che tutti i giorni non si devono preoccupare la mattina per vedere se a fine giornata c'e l'anno fatta o se rischiano di chiudere. Uno deve guardare alle idee, non al titolo di studio seno' questo si chiama razzismo bello e buono o neanche fare delle minacce, e poi magari dici che sei anche democratico, troppo comodo! Io ci vedo tanto odio che non riesco a darmi pace e zero amore per il nostro PAESE. Ma se tu vieni da fuori e sei venuto qua e nessuni ti ha mandato via, perlomeno un po di rispetto, non è che uno viene qua e viene a d'ettare legge a chi ci'e`nato e ha voluto rimanerci e magari se andava giù poteva arricchirsi con un niente, questo non lo si pensa mai. Sono cose che tu hai o non hai, non cè niente da fare. Purtroppo quelli che la pensano come me devono stare zitti perchè senò avete sentito cosa ci succede.

Scusi Loianesedoc, sentire lei che parla di razzismo mi sembra di sentire il bue che dà del cornuto all'asino. Ognuno ha le sue idee ed è libero di esprimerle come crede e concordo con Smarties che nessuno deve insegnare nulla, ma da NON loianese io mi sento una persona discriminata dai suoi discorsi. Penso che ognuno sia libero di esprimere la propria idea ma deve anche essere disposto a pagarne le conseguenze. Mi conceda una sola considerazione: mi hanno sempre insegnato che il rispetto genera rispetto , la 'tolleranza dell'altro' genera mal tolleranza da parte dell'altro.

Buonasera loianeseNONdoc,
Sono loianese da mille generazioni e non per questo posso dire di essere d'accordo con il pensiero di loianesedoc, anzi, però lei non si deve permettere di insegnare niente a nessuno, se lo ricordi bene.Sicuramente Lei scriverà e parlerà molto bene l'italiano ma il suo livello di intelligenza lascia molto a desiderare. Mi scusi ma non sopporto l'arroganza di nessuno ancor di più da gente che vogliono fare gli sboroni. Buona serata professore.

Be'...è un dare per un avere! Voi ci insegnate a essere loianesi e noi vi insegnamo l'uso della lingua italiana! Casomai potrebbe anche giovare agli affari! Tornando seri, se questa è la mentalità dei commercianti di loiano, non lamentatevi se nessuno vuole spendere nei Vostri negozi, non ci volete ma volete che veniamo a spendere da Voi, se non sono conosciuto ed entro in un Vostro negozio, vengo trattato male, dai su', fatevi un bel esame di coscienza...

Caro Loianese doc,
Io non sono un vero Loianese da almeno 22 generazioni come lo sei tu, anzi io ho SCELTO Loiano circa 7 anni fa, e anche se sono fuori per lavoro da quasi 5 anni, ho SCELTO di tenere casa e residenza a Loiano. Così come ho scelto Loiano, penso di poter scegliere i miei fornitori, a Loiano ce ne sono di eccellenti che frequento e dove spendo con piacere e di pessimi che evito a costo di dover prendere la macchina e farmi su e giù da Bologna per non lasciargli 2 euro. Ti chiederei cortesemente di uscire dall anonimato dietro cui ti nascondi e dirci quale è la tua attività, in modo che si possa scegliere se servircene o meno, anche in base alle tue opinioni (che sei liberissimo di esprimere, ma che per forza comportano una reazione negli altri) Grazie, Mario

Il dare e l'avere è inutile che ci rigiriamo intorno è che la gente aprofittando del coronavirus si è messa a fare il pane in casa e non compra neanche piú un grissino e invece di andare dal barbiere se li fa tagliare da sua moglie come se sarebbe la stessa cosa e via andare. Idem se ti si rompe qualcosa uno sarrangia pensando di fare il furbo e risparmiare poi magari fai dei disastri e ti lamenti anche che te la sei cercata.
Piano piano torniamo come eravamo una volta dopo la guerra, nessuni comprava niente, al massimo il sale e c'era solo della gran miseria. Quei due soldi che avevi si teneva in bisacca però eri un morto di fame, vedrai che torniamo cosi che non ci accorgiamo neanche. Il soldo deve girare, senò l'economia non gira, che cosa te ne fai di quel soldino in tasca? Non è mica una cosa che mel'invento io, è risaputo. Puoi usare anche i paroloni che vuoi per farmi stere zitto ma finiamo lo stesso in rovina, questo sono delle chiacchere che si fanno tanto per fare ma non è che alla sera ai portato a casa qualcosa, sono buoni tutti a parlare sopratutto quelli che non cianno voglia di lavorare. Svegliatevi prima che sia troppo tardi e senza rimedio, fintanto che possiamo ancora fare qualcosa!

Caro compaesano(loianesedoc), da come parli abbiamo più o la stessa età e magari eravamo a scuola insieme, io ricordo bene mia madre che faceva il pane in casa e la conserva oppure mio padre faceva il vino e ammazzava il maiale e mucca, oltre all'orto, la differenza è che allora si metteva via qualche spicciolino ma in questo momento non metti via un caz che t'amaza lo stesso anche se fai tutto da solo . Questa è la vera differenza. Poi scusami se non capisco il tuo discorso, se uno sa fare dei ciappini in casa non vedo perché debba spendere soldi. Boh non ci arrivo, pace prenderò la scala!

Su questo sono d'accordo con loianese.doc, se te li fai tagliare da tua moglie è un brutto andare!

Aggiungi un commento

Back to Top