You are hereSempre più probabile l’arrivo di migranti a Barbarolo. M5S: “è necessario informare costantemente i cittadini”

Sempre più probabile l’arrivo di migranti a Barbarolo. M5S: “è necessario informare costantemente i cittadini”


Entro fine mese incontro fra il Comune e la Cooperativa che segue il progetto di accoglienza. A seguire i confronti con i residenti
Sempre più probabile l’arrivo di migranti a Barbarolo. M5S: “è necessario informare costantemente i cittadini”

Sembra sempre più probabile l’arrivo di un numero ancora imprecisato di migranti in una struttura della frazione di Barbarolo in via Della Valle

Dopo un’interrogazione del Consigliere del Movimento 5 Stelle, Danilo Zappaterra, il Comune risponde anche alla domande del Resto del Carlino in merito ad un piano di accoglienza ancora in via di definizione.

Si impara così che entro la fine di agosto è previsto un incontro fra il Comune e la Cooperativa Camelot che  segue il progetto e che stando al numero complessivo previsto per il nostro Comune (17), non dovrebbero arrivare più di sette persone. Il condizionale è d'obbligo considerando che le disposizioni finali sono sempre dettate dalla Prefettura.

Nel caso di Barbarolo, si tratterebbe di minorenni non accompagnati che si sommerebbero  alle tre famiglie già ospitate nel centro di accoglienza straordinaria di via Santa Margherita, gestito dalla onlus Mondo Donna  

E' proprio per evitare quanto successo in via Santa Margherita quando i residenti hanno saputo solo all’ultimo momento dell’arrivo dei migranti” dice il Consigliere grillino, “che è necessario che l’Amministrazione condivida fin da subito tutte le informazioni con i cittadini e, soprattutto con i residenti” . Come è noto il potere decisionale dei Comuni in questi casi è molto limitato ma “una condivisione anche delle problematiche, aiuta a prevenire dissapori e conflittualità

Dopo il confronto con la Cooperativa, dovrebbero  seguire incontri anche con i residenti. 

Pubblicato il : 
Mercoledì, 9. agosto 2017 - 12:27
Il tuo voto è stato: Nessuna Totale classifica: 3 (1 vote)
Desidero fin da subito dire che se ci sarà qualcosa che possiamo fare per rendere meno difficile la condizione di questi minori (persone, quindi, particolarmente fragili) siamo da questo momento a disposizione dell'Amministrazione Comunale e di tutti i soggetti coinvolti. Spero che anche altre persone e famiglie diano la loro disponibilità, e che Loiano sappia dare prova di generosità e di maturità senza cadere nella trappola della paura e del razzismo. Quella che sta accadendo è una tragedia terribile e spero quindi che non sia sfruttata per la ricerca di consenso elettoralistico come purtroppo siamo costretti ad assistere nella politica nazionale e non solo. Sergio Minni (e famiglia)
Grazie Sergio per questo tuo commento, mi hai anticipata perché è esattamente quello che mi stavo accingendo a scrivere anch'io. In quest'ottica la richiesta di informazioni puntuali da parte dell'Amministrazione fatta da Danilo mi pare importante. Credo che l'informazione sia la chiave per ottenere collaborazione. Sapere chi sono, dove verranno sistemati, chi li segue di cosa hanno bisogno, darà la possibilità a chi vuole aiutare di attivarsi mentre, si spera, razzisti e compagnia danzante non avranno modo di agitare gli animi creando panico e scatenando atteggiamenti raccapriccianti e indegni di esseri umani (e cristiani) come quelli avuti dai nostri cugini della bassa ferrarese recentemente.Tiziana Rossetti
Credo che l'amministrazione non sia assolutamente tenuta ad informare i cittadini dell'arrivo dei migranti e della loro sistemazione. Non capisco per quale ragione i cittadini debbano essere informati dato che non si tratta di malati ,appestati o soggetti pericolosi. È il percorso di integrazione scelto per evitare che si creino ghetti che sarebbero molto più problematici. Troverei molto più giusto che i cittadini venissero avvisati quando vengono portati sul nostro territorio dei "confinati" che hanno alle spalle storie e amicizie ben più pericolose dei migranti. Temo anche che , visto il clima che si è creato attorno ai migranti, sarebbe più difficile la gestione della sistemazione se i cittadini venissero informati preventivamente e gli venisse data la possibilità di organizzarsi dato che la maggioranza non vede certo di buon occhio l'arrivo di queste persone.
Spero che tu mi conosca abbastanza bene per sapere che l'intento della MIA richiesta di informazione è ben altro. In ogni caso, data la probabile localizzazione, la ghettizzazione è fatta d'ufficio. Forse, se informati ci potrebbero essere cittadini che metterebbero a disposizione spazi più centrali. Non si può mai sapere...
Tiziana, come immaginerai, il mio commento non faceva riferimento al tuo ma al fatto che i cittadini sono troppo prevenuti nei confronti dei migranti e , a parer mio, informarli non migliora lo stato d'animo ma eventualmente lo acutizza.
Si cade sempre nel solito discorso...se accenni a sollevare il problema....sei razzista...beh..signori il problema esiste eccome,grazie ad accordi capestro firmati a Bruxelles oggi dobbiamo subire questa invasione....siamo tutti concordi nel dire...non e' colpa loro..ma perche' gli altri Paesi membri EU non vogliono neanche sentirne parlare??Noi invece dobbiamo ospitarli???Non siamo una famiglia in EU??Il tetto comune??...Qui informare o non informare la sostanza cambia di poco...non si puo' continuare a sentire politici in tv che schiumano buonismo...per poi vedere che frequentano luoghi dove questi sventurati mai si vedranno....allora il problema esiste...non abbiamo ancora capito che l'Italia non puo' diventare il centro accoglienza dell'Europa...non e' demagogia......ovviamente il problema va affrontato a livello nazionale ,continentale....perche' avra' ripercussioni.
Semplice: si chiama Frontex, un accordo con cui il premier renzi si è assunto, a nome dell'Italia, il compito di accogliere tutti i rifugiati in arrivo dalle acque del mediterraneo
esatto e spero che fra chi si lamenta ci sia qualcuno che ha votato pD
Purtroppo il problema si sta creando,e chi ha votato o no PD (me no)oggi si deve misurare con questa situazione....ora..la cosa che piu' rende fastidioso il tutto,e' che fra i tanti che si fanno portatori di umana accoglienza..legittima...ci sono coloro che da questa odissea lucrano in vario modo...perche' comunque a chi concede alloggi comunque viene corrisposto un indennizzo...io credo invece che se si vuole fare i buoni samaritani..la cosa deve essere concessa gratuitamente in maniera che gli oneri non siano per la comunita'..Stato..come la volete chiamare...il caso di Mafia Capitale,nelle intercettazioni si capisce bene cosa rende commerciare su questi disgraziati..che qualcuno si ostini ad affermare,parlo di politici importanti,che sono ..risorse..direi che si comprende bene,compreso Boeri (INPS)...Per tornare a noi gia' ci sono i primi problemi con un centro che si trova a Campeggio di Monghidoro..segnalato da autista..TPER...Sempre per non fare demagogia....ma ci sara' un motivo se molti Paesi non solo EU,che afflitti da flussi migratori limitano le entrate alla disponibilita' che il sociale puo' offrire...si chiama sostenibilita'....lo ripeto...sostenibilita'..e' inutile intasare i porti e i centri di accoglienza..per poi scaricare sui Comuni e direttamente sulle nostre spalle queste problematiche perche' cosi si arriva al collasso..non ci vuole un laureato con master in economia per capirlo.....
Abito a 200 metri dalla casa in fotografia e sono stato informato del progetto a febbraio durante l'incontro di frazione. Ero l'unico presente oltre a gli ospitanti della trattoria Naldi e non mi sembra fosse presente il sig. Zappaterra. La cosa che piu' mi lascia perplesso è la dimensione dell'immobile e la mancanza di spazio esterno per 17 persone piu' i componenti la della cooperativa. Mi sembra difficile che 20 persone possano rimanere costantemente tra 4 mura...A titolo di esempio nei pressi della chiesa di Barbarolo ci sono 4 appartamenti di proprietà del fondo di sostentamento del clero, cosi' pure la canonica di Sabbioni credo sia disabitata da anni. Sicuramente ci sono altre strutture piu' adeguate e meglio servite dai mezzi pubblici nel comune.
Della serie NIB. Non vicino a casa mia.
Oasi di pace questa mattina a Loiano, gente tranquilla che passeggia serena, niente di meglio di una bella giornata (Senza auto) a scaldare i cuori e le menti. Se questa fosse la norma le cose perderebbero la loro drammaticità e il meno nervosismo farebbe ragionare meglio. Vedremmo le cose in modo più sereno e in una diversa prospettiva, dovrebbe sempre essere così ed è in questo modo che si risolvono anche i problemi. Noto un certo sconcerto, qualcosa che assomiglia a un velato stupore. Non vorrei urtare alcune sensibilità, quindi non citerò gli effetti dell’economia Neoliberista ma, Santo cielo, le cose bisogna pure dirle e se è vero il detto che: “Le colpe dei padri ricadono sui figli” non si capisce dove sia il problema. Del resto non si cantava “Faccetta nera ecc..” Quanti di loro l’hanno fatto (Padri)? (E lo rifarebbero). Così come noi scarichiamo sui nostri figli la responsabilità della distruzione dell’ambiente. Andava bene quando eravamo noi ad andare da loro, ma ora sono loro a venire da noi, solo che lo fanno da profughi, piaccia o non piaccia. Franco Bolognesi
Puo' chiedere al sindaco e ai consiglieri presenti, avendo inteso che la struttura ospitante fosse la villa della fam. Prati, dotata di ampi spazi sia interni che esterni, all'epoca non espressi alcuna contrarietà al progetto. ( ero peraltro l'unico residente, quindi i mugugni citati dall'articolo sono inesistenti) Solo ora che vedo identificata una comune abitazione rimango perplesso.Per inciso la villa è, in linea d'aria, ancora piu' vicino a casa mia. Quindi per quanto mi riguarda è FUORI STRADA ;)

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.

- 2017 - Eventi, Feste e Sagre a Loiano
Da Martedì 26 settembre 'Ginnastica a Loiano', presso la Sala Primavera
Venerdì 17 febbraio a Loiano il 1° Concorso fotografico  "Scatta la foto al tuo micio" in occasione della Festa Nazionale del Gatto
I Comitati 'no-cave' incontrano i cittadini nelle frazioni. Giovedì 17 settembre  a Quinzano
Da settembre 'Biodanza' presso l'Associazione Shanti Om di Loiano

Centro Raccolta Cosea

 

 

 

canile savena banner

 

 

 

Mappa Loiano