Mercoledì, 17. April 2024 - 2:07

Story

Limitazione consumo dell’acqua. Ordinanza del Sindaco

Dal 20 giugno 2017 al 30 Settembre 2017

Con l’Ordinanza n. 5 del 21 giugno (allegata), il Sindaco di Loiano dispone  per il periodo dal 20 giugno 2017 al 30 Settembre 2017 nella fascia oraria compresa fra le ore 08.00 e le ore 22.00 il divieto di prelievo dalla rete idrica di acqua potabile per uso extra - domestico ed in particolare per l'annaffiamento di orti, giardini e lavaggio automezzi. 

Qualora l’annaffiamento avvenga con impianti automatici, essi dovranno essere utilizzati in modo da evitare inutili sprechi d’acqua;

2. i prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per normali usi domestici, agricoli, zootecnici e comunque per tutte quelle attività regolarmente autorizzate per le quali necessiti l'uso di acqua potabile;

3. sono esclusi dalla presente ordinanza gli annaffiamenti alle aree di pubblica utilità quali:

- i campi da calcio con manto erboso, i campi da tennis in terra battuta, i giardini ed i parchi pubblici, qualora l'organizzazione del servizio non ne consenta l'annaffiamento in ore notturne, nonché i servizi pubblici di igiene urbana;

- il riempimento di piscine sia pubbliche che private nonché il rinnovo anche parziale dell'acqua, è consentito esclusivamente previo accordo con il personale del gestore della rete di acquedotto.

Si invita la cittadinanza ad un razionale e corretto uso dell'acqua potabile al fine di evitare inutili sprechi.

In caso di violazione delle disposizioni contenute nella presente ordinanza, l'applicazione della sanzione pecuniaria è pari a € 50,00 elevabile fino a € 500,00.

Sono incaricati dell’esecuzione della presente ordinanza la Polizia Municipale, i Carabinieri e tutti gli addetti agli acquedotti esistenti nel Comune di Loiano.

E' fatto obbligo a chiunque spetti, di osservare la presente ordinanza e di farla osservare. 

AllegatoDimensione
PDF icon acqua.pdf72.31 KB
data pubblicazione: 
Mercoledì, 21. June 2017 - 17:09

Commenti

Quindi par di capire che un poveretto non possa coltivare l'orto, mentre un ricco, ungendo i canali giusti,può tranquillamente continuare a tuffarsi in piscina.

brév, t'he capè bein!

Aggiungi un commento

Back to Top