Mercoledì, 21. February 2024 - 5:12

Story

Le assenze all'Assessore Ferroni, la pineta e le bacheche fra gli argomenti dell'ultimo Consiglio riportati a verbale

Pubblichiamo le 'comunicazioni, interrogazioni, interpellanze, mozioni'

Per chi non può partecipare ai  Consigli Comunali o non riesce a guardare tutte le registrazioni, può sempre leggere i verbali redatti dal Segretario che riportano anche le discussioni fra le varie forze politiche.

Particolarmente interessanti sono quelli che  riassumono la parte finale degli incontri, dedicati alle mozioni, interpellanze ed interrogazioni.

Riportiamo di seguito ed in allegato quello dell'ultimo Consiglio Comunale (26 novembre), per i vari argomenti trattati; oltre ad alcuni considerazioni  sulla manutenzione ed utilizzo della Pineta, viene riportato anche l' accceso dibattito  sulle assenze dell'Assessore Ferroni (anche con un bizzarro riferimento all'ISIS) ed all'utilizzo delle bacheche comunali.

Si tratta di uno strumento molto utile e chiaro con cui seguire le domande, risposte e considerazioni delle diverse forze politiche. Da oggi riporteremo questa tipologia di verbali e che sono comunque consultabili anche sul sito web del Comune.

 

OGGETTO:
COMUNICAZIONI, INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE, MOZIONI 

IL CONSIGLIO COMUNALE 

 

Interviene il Consigliere Imbaglione chiedendo un chiarimento. Riferisce che nell’ultimo periodo hanno incontrato i cittadini che hanno rilevato le assenze dell’ex Vicesindaco Lorenzo Ferroni anche durante votazioni importanti che riguardavano il suo incarico. Rileva che i cittadini sono presenti e portano all’attenzione queste situazioni che devono essere portate all’attenzione dell’ex Vicesinadaco. 

Aggiunge che anche il Consigliere Zanotti è stato assente e come è già stato rilevato in passato è importante che ci sia pertanto si rileva che è importante anche la presenza dell’Assessore Ferroni. 

Interviene l’Assessore Ferroni il quale chiarisce che fortunatamente avendo trovato un nuovo lavoro è costretto ad assentarsi spesso. Aggiunge che questo non significa che i membri della Giunta non sono a conoscenza degli argomenti che vengono trattati e della sua posizione nello specifico di ogni argomento. 

Continua informando che durante i percorsi istruttori della realizzazione delle convenzioni, come ad esempio quella con la polisportiva, era sempre presente ed ha guidato le scelte insieme al capo area ed al Sindaco. 

Interviene il Consigliere Baccolini la quale rileva che le assenze alle sedute di Giunta è pari a quasi il 50% ed è un dato che non si può ignorare. 

Risponde l’Assessore Ferroni il quale comunica che la sua assenza alle Giunte è dovuta ad orari di lavoro non concomitanti con gli altri componenti e che pertanto il gruppo si trova a dover scegliere fasce orarie dove sono presenti un numero maggiore di membri ma che non permettono a tutti di partecipare. 

Interviene il Sindaco chiarendo che se un membro della Giunta manca ad una seduta non vuol dire che non sia stato presente all’istruttoria anche in considerazione del fatto che l’atto non si genera nel momento in cui si riunisce la Giunta ma vi è alle spalle un percorso istruttorio che dura nel tempo e gli Assessori sono sempre assolutamente informati rispetto al percorso che si sta facendo. 

Auspica che superato questo primo periodo in cui il lavoro ha richiesto all’Assessore Ferroni un impegno gravoso, possa essere più presente alle sedute di Giunta Comunale. Aggiunge che ha dovuto eseguire dei corsi di formazione all’interno dell’azienda che l’hanno impegnato molto, conclude auspicando che ad oggi essendo questo periodo di formazione terminato, possa aumentare la presenza dell’Assessore Ferroni negli appuntamenti Istituzionali. 

Interviene il Consigliere Baccolini la quale afferma che secondo il suo punto di vista si tratta di una questione di serietà di un segnale di presenza. Aggiunge che è il loro lavoro quello di essere propositivi e segnalare qualora ci sia qualcosa che non va. Aggiunge questioni di serietà e coerenza del Consiglio, si riferisce alla questione di Via Don Turrini dove sono state chieste informazioni e ad oggi lo stato è lo stesso di prima, o in merito alla situazione della pineta per la quale è stata presentata un’interpellanza e data una risposta scritta dalla maggioranza, e successivamente nei “corridoi” viene riferito che al momento le mamme con i passeggini non ci vanno. 

Interviene l’Assessore Nanni il quale comunica che il Consigliere Baccolini non riferisce in modo corretto quello che gli ha detto. 

Risponde il Consigliere Baccolini confermando quanto riportato sopra e rilevando che spesso si sente presa in giro dalla Maggioranza. Auspica una maggiore coerenza e serietà del gruppo. 

Risponde il Sindaco la quale rileva che sulla serietà non accetta l’osservazione poiché aggiunge che di giorno in giorno il gruppo di Maggioranza lavora con la massima serietà a fianco dei propri collaboratori. Rimarca che non accetta che venga messa in dubbio la serietà di persone che lavorano giorno per giorno con impegno. Rispetta il ruolo di ciascun componente del Consiglio Comunale, comunica che accetta qualsiasi tipo di confronto e qualsiasi critica che permetta di crescere, ma sulla serietà non accetta osservazioni. In riferimento alla risposta sulla pineta chiarisce che è stata data risposta scritta e che se il percorso di riqualificazione della pineta a oggi è stato solo parziale è perché al momento non ci sono le condizioni per andare avanti. Aggiunge che se il consigliere Baccolini non si ritiene soddisfatta di una risposta deve chiedere dei chiarimenti a chi le ha fornito la risposta senza però mettere in dubbio la serietà del gruppo. 

In riferimento alla questione dell’Assessore Ferroni se questa non si risolverà ci sarà un’analisi all’interno del gruppo di maggioranza per far fronte alla situazione. Aggiunge che sono ormai 15 anni che frequenta le amministrazioni comunali e non è mai successo che il valore delle persone fosse valutato dalla presenza in Giunta o in Consiglio; ci sono persone che hanno lavorato tantissimo per il paese ma erano presenti quando potevano. Aggiunge che o si sceglie una Giunta di persone in pensione che possono essere sempre presenti oppure quando si scelgono persone che lavorano bisogna convivere con il fatto che non possono essere sempre presenti alle sedute di Giunta e Consiglio ma ciò non toglie che non siano informati e preparati sugli argomenti. 

Interviene il Consigliere Zappaterra il quale si dichiara completamente d’accordo con il discorso del Consigliere Baccolini. Conviene che non sia essenziale che la persona sia presente ma è importante che qualora un Assessore abbia seguito l’iter istruttorio sia presente anche alla votazione. Aggiunge inoltre che ci sono degli appuntamenti 

istituzionali ai quali non si può mancare, porta ad esempio la fiaccolata di venerdì sera dove rileva che l’unico Assessore assente era proprio l’Assessore Ferroni. Continua affermando che ognuno è libero di fare le proprie scelte e che ci possano essere punti di vista personali ma che quando si ricopre una carica pubblica tali punti di vista devono essere messi da parte. Rileva che la manifestazione è stata molto bella e sentita grazie anche alla presenza della comunità Islamica, si dispiace della mancanza di Ferroni alla manifestazione. Aggiunge che ognuno ha le proprie convinzioni ma che in casi come questo devono passare in secondo piano. 

Risponde Ferroni il quale comunica che rimane molto deluso da questo discorso e che posta in questo modo sembra che sia a favore dell’isis e auspica che il Consigliere Zappaterra rifletta sulle proprie parole. 

Il Consigliere Zappaterra chiarisce che non pensa che chi non c’era quella sera è a favore dell’isis. 

L’Assessore Ferroni chiarisce che durante la fiaccolata era a lavorare e aveva già comunicato al gruppo l’assenza. Aggiunge che non ha la possibilità di prendere ne permessi ne ferie. 

Interviene il consigliere Zappaterra confermando che secondo il proprio punto di vista ci sono appuntamenti Istituzionali dove vengono chiamati i cittadini ai quali gli Assessori non possono mancare. 

Interviene il Sindaco la quale riporta una riflessione generale: “se fosse stato un medico e la sera della fiaccolata avesse avuto degli interventi doveva non fare gli interventi per essere presente?”. Aggiunge che Ferroni in questo momento non può prendere permessi o fare dei cambi turno altrimenti rischierebbe il posto di lavoro. Chiede all’intero Consiglio di tornare alla realtà, afferma che secondo il suo punto di vista quello che si sta dicendo a Ferroni è una forma di violenza e di discriminazione nei confronti di una persona che ce la sta mettendo tutta come tutti i componenti del Consiglio Comunale. Comunica che non si permetterebbe mai di far sentire una persona inadeguata all’interno di un suo problema. Conclude che si sente smarrita di fronte a tale discussione. 

Il Consigliere Zappaterra aggiunge che nessuno ha obbligato nessuno a stare in Consiglio Comunale. 

Interviene il Sindaco il quale controbatte affermando che ciò che si sta dicendo è una cosa gravissima e che si sta perdendo di vista le realtà. Conclude dicendo che domani la registrazione sarà pubblica e i cittadini che vorranno ascoltare la registrazione faranno le loro riflessioni e si potrebbe scoprire che sono più vicino alla maggioranza, 

oppure aggiunge che si potrebbe scoprire che i cittadini hanno perso qualsiasi senso di umanità e pensano che qualcuno che non è presente fisicamente non abbia il diritto di esprimere il proprio pensiero e di collaborare con la maggioranza. Auspica che si scopra la posizione dei cittadini. 

Interviene il Consigliere Imbaglione affermando che non le piace l’ultima parte, chiarisce che l’intervento del suo gruppo era per portare alla luce che i cittadini si erano accorti di mancanze prima di Zanotti e poi di Ferroni. Aggiunge che non si sono mai permessi come Loiano nel Cuore di affermare che una persona debba lasciare il suo lavoro per essere presente. Precisa che se si dovesse trovare nella situazione di Ferroni prenderebbe in considerazione l’eventualità di dare le dimissioni e di aiutare il gruppo dall’ esterno. Aggiunge che il paese deve vedere i Consiglieri e che non è possibile che alla festa dello sport l’Assessore con la delega non sia presente. Conclude dicendo che non intende passare come cattiva persona che pensa che chi lavora non debba partecipare al Consiglio Comunale. 

Chiarisce che con l’espressione “mancanza di serietà” il Conigliere Bacolini probabilmente ha esagerato e che in realtà volesse dire che spesso le risposte che ci vengono date al bar vengono date senza rendersi conto di dove siamo seduti. 

Interviene il Consigliere Baccolini la quale riferisce probabilmente ha usato parole sbagliate che spesso le risposte date in Consiglio sono di un certo tipo e vorrebbe coerenza da parte di tutti.
Conclude che secondo lei è lecito rilevare tale pensiero. 

Interviene il Sindaco la quale comunica che la riflessione che ha fatto era rivolta all’intervento del Consigliere Zappaterra. Aggiunge che tutti cercano di svolgere il proprio compito nel miglior modo possibile insieme al gruppo, ai collaboratori ed agli altri Sindaci che collaborano. Continua comunicando che il Consiglio si impegnerà per dare risposte migliori. Chiarisce che non ha mai detto che i componenti della minoranza sono cattive persone. Riconosce il diritto della minoranza nel rilevare determinate situazioni e il diritto della maggioranza di rispondere. 

Passa la parola al Capo Gruppo di Maggioranza Karmen Ogulin la quale legge un testo relativo alle bacheche comunali. 

Interviene il Consigliere Zappaterra comunicando che non gli è chiara la risposta. Interviene il Sindaco la quale comunica che tale comunicazione era stata condivisa con 

la Dott.ssa Rossetti e l’Assessore Rocca al quale passa la parola. 

L’Assessore Rocca comunica che essendo delle bacheche politiche si propone di utilizzare le bacheche per le attività dei Gruppi Consiliari e per quanto riguarda le iniziative dell’amministrazione comunale possono essere pubblicizzate apponendo il logo del Gruppo pubblicando un proprio scritto dove esprime il sostegno a tali iniziative. 

Interviene il Consigliere Zappaterra il quale esprime un dubbio per cui ci sono due bacheche che sono Movimento 5 stelle e Loiano nel cuore che hanno annunci del gruppo mentre la bacheca di Cittadini in Comune ha annunci Istituzionali. Aggiunge che se viene esaltato il lavoro dei gruppi e a latere ci sono gli annunci Istituzionali può essere una soluzione ma ad oggi è proporzionalmente più alta la presenza di informazioni istituzionali. 

Interviene Rocca chiarendo che le locandine delle iniziative dell’amministrazione comunale verranno apposte con il logo del Gruppo di Maggioranza. Aggiunge che è chiaro che tutto quello che viene fatto in Comune è proposto e sostenuto dal gruppo dei cittadini in comune. 

Entrambi i Consiglieri Zappaterra e Imbaglione convengono che non cambia niente da quello che avveniva prima. 

Interviene il Sindaco il quale chiarisce che il gruppo “cittadini in comune” non ha un gruppo politico alle spalle che fa altre iniziative. 

Interviene l’Assessore Naldi chiarendo che il punto è che il gruppo di maggioranza è anche il gruppo che amministra e che pertanto l’idea è quella di aggiungere a fianco alle iniziative comunali il logo dei Cittadini in Comune con una dicitura “promossa da”. 

Interviene il Consigliere Zappaterra aggiungendo che può essere d’accordo con la soluzione ma che in questo caso dovrebbe essere tolto il logo comunale. 

Il Sindaco chiede dove sta la differenza nel mettere nella bacheca di “Cittadini in Comune” un volantino del comune con il logo Comunale quando le iniziative del Comune son organizzate dallo stesso gruppo “Cittadini in Comune”. Auspica che questo discorso vengo chiuso nella massima serenità possibile. Aggiunge che se il problema in una bacheca politiche è il logo del Comune, questo verrà tolto e sostituto con il logo di cittadini in comune. Conclude che d’ora in avanti si procederà in questo senso. 

Interviene il Consigliere Zappaterra il quale chiarisce che c’è una bacheca del Comune che dovrebbe essere utilizzata per pubblicizzare iniziative con il logo comunale. Conclude comunicando la soluzione auspicata anche in Commissione, quella di liberalizzare e permettere di inserire quello che un soggetto ritiene opportuno. 

Interviene il Sindaco il quale chiarisce che dopo un confronto con la Dott.ssa Rossetti che ha redatto il regolamento, hanno convenuto di non percorrere questa possibilità. 

Conclude dicendo che sono bacheche politiche e da tali verranno trattate, e che il gruppo “Cittadini in Comune” si muoverà nella gestione delle bacheca come un movimento politico. 

Il Consiglio Comunale termina alle ore 21.30. 

 

dicembre 2015

AllegatoDimensione
PDF icon verbale cons.pdf115.18 KB
data pubblicazione: 
Giovedì, 17. December 2015 - 13:36

Commenti

Secondo me non è conveniente, pubblicare questa registrazione, anche perché potrebbero sorgere tristi riflessioni. Che ci sia o non ci sia l’assessore Ferroni interessa poco, pure le bacheche. E’ vero, che si potrebbe scoprire che i cittadini hanno perso qualsiasi senso di umanità se pensano che, chi non è presente fisicamente, non abbia il diritto di esprimere il proprio pensiero. Il problema è, che per perdere l’umanità, prima bisogna avercela. Ora, l’unico problema serio, a mio parere, riguardava la Pineta, ed è stato liquidato con: “al momento non ci sono le condizioni per andare avanti.” Solo alcuni esempi: la strada da Quinzano a Loiano, per lunghi tratti, costeggia esattamente il ciglio del dirupo molto scosceso. La mancanza di gurdrail la rende molto pericolosa. Se un’auto scivola, ci vogliono giorni per accorgersene. Non parliamo poi del caos di auto all’interno del paese e il rischio per i cittadini. Il permettere che chi ha i mezzi possa impunemente mettere a rischio i più deboli, è una tossina che trasforma in profondità il paese alimentando disorientamento e cinismo. Doveva essere più esplicito che, “Cittadini in Comune” era riferito ai cittadini forti a scapito dei deboli. Questa è la realtà, forse è quella che fa comodo. Frabol44

Aggiungi un commento

Back to Top