Martedì, 18. June 2024 - 5:24

Story

Sabato 4 luglio a Loiano 1° Motoraduno "On the Road - Futa65"

Parte del ricavato devoluto all'Associazione 'Bimbo TU'

"Vieni in pace o stai a casa" (come in peace or stay home), modo di dire in uso ai bikers e coniato dagli hippy negli anni '60.

Questo quanto riportato nel volantino di presentazione della manifestazione che si terrà Sabato 4 luglio 2015 per le vie del paese.

Evento sostenuto dal Comune di Loiano e dalla Proloco che vedrà, oltre a performances motociclistiche anche giochi, sexy show burlesque, tattoo area, free camping ecc.

Parte del ricavato sarà devoluto all'associazione onlus 'Bimbo Tu'

maggio 2015

data pubblicazione: 
Mercoledì, 20. May 2015 - 0:50

Commenti

Ottima notizia per non uscire da casa, onde evitare smog e rumori molesti.
Non lamentiamoci se poi se la Statale è percorsa da criminali che vanno a tutta velocità. Franco Bolognesi

Buongiorno sig. Bolognesi probabilmente chi ha realizzato l'articolo nn si è bene informato su tutte le informazioni inerenti il moto raduno e lei trae conclusioni solo da ciò che vede scritto. Uno degli scopi oltre il turismo e la conoscenza del territorio a livello provinciale è anche quello di informare tutelare e utilizzare consapevolmente la Futa... Ovviamente il volantino che lei vede sopra postato nn è quello ultimo e definitivo ma un promo pubblicitario per mettere a conoscenza l'evento ma le posso dire che tra gli obbiettivi prefissi c'è una buona parte dell'evento dedicata alla prevenzione al soccorso e all'informazione su come si dovrebbe utilizzare la nostra cara strada che tanto le crea fastidi! Con questo le auguro una buona giornata

Sig Donadon, il volantino qui pubblicato appare sulle pagine degli organizzatori quindi si desume che sia corretto. Se ve ne sono di differenti e con informazioni maggiormente esaustive, saremo lieti di pubblicarlo. Le ricordo inoltre che appare il logo del Comune, quindi deve essere considerato come un testo ufficiale ed approvato.

Chi si occuperà del fare prevenzione?

Noto con piacere che c'è un altro ingaggio per Bianconcini, dopo lo spettacolo dello scorsi anno allo Stradello dove lavorava un'altra consigliera adesso lo ritroviamo con l' appoggio dell' amministrazione. Stai a vedere che alla fine suona Ivano Zanotti al Pub dova la consigliera di cui sopra lavora saltuariamente. E poi ci lamentiamo dei politici di Roma

Al di la del fatto che da anni i motociclisti sono un problema sulla futa, problema che molti hanno detto di voler risolvere senza sortire effetti, i motoraduni sono "un'altra storia"!
Chiunque ne abbia frequentati sa che con le corse sulla provinciale c'hanno poco a che fare. Detto questo, per quale motivo "danno nei denti" gli spettacoli dei "fenomeni"locali?
Bianconcini è una star internazionale e Zanotti lo è a livello nazionale: attirano persone che vengono a spendere a Loiano (pizzerie o pub che siano)! Ergo, cosa c'è di riprovevole in questo? Domanda....

Nulla da dire sulla popolarità dei nostri consiglieri certo lasciano pensare certe coincidenze, luoghi delle feste, spettacoli di alcuni invece che di altri, è un pò come quando certa gare d'appalto le vincono gli amici o i parenti dei politici. Quindi nulla di riprovevole per ora... ma il dubbio resta. Sta agli organizzatori e agli invitati valutare l'opportunità delle scelte.

Onestamente con tutto il bene che posso volere al mio bel paese non credo che ci sia qualcuno che brami la pPiazza al posto del "consigliere Bianconcini" tanto dal sentirsi escluso dai giochi di potere della politica loianese....
Le starà del passato sono state dei clamorosi flop!

Caro Esculapio, non so a cosa ti riferisci parlando di flop delle star del passato . Non parlo di bramosie di qualcuno o di giochi di potete politico, parlo di OPPORTUNITÀ e se ti è difficile comprendere la parola puoi consultare uno Zingarelli. L' idea che la politica anche in un piccolo paese come Loiano serva a trarre vantaggi personali non mi piace. Non so tu cosa ne pensi ma io ho le idee ben chiare sull'argomento.

Grazie ,il maligno, del prezioso consiglio, lo terrò presente e al più presto andrò a consultare il vocabolario. Lei dice di non parlare di giochi di potere politico e poi paragona l'organizzazione dell'evento da parte "dei soliti" agli appalti vinti da parenti ed amici....io sarò anche poco intelligente e forse confuso, ma non mi è chiara la posizione.
È opportuno che tutti abbiano una possibilità, è opportuno che ci sia chi si da da fare per dare un po'di vita al paese, è opportuno che chi vuole faccia le sue proposte....forse non ne sono a conoscenza: ci sono proposte?
Le ricordo che è stato criticato anche lo stand delle crescentine alla festa dei fiori su questo giornale perché, a loro dire, portava via clienti ai ristoranti...ma andiamo!!
Domenica scorsa c'è stata una manifestazione sul benessere alla quale il paese ha partecipato pochissimo...e la star del passato alla quale mi riferivo è Loredana Errore (che tra l'altro deve essere costata una cifra).
Gli spettacoli motoristici, mi dispiace, ma funzionano!
Buttare fango sempre e comunque non è utile, sempre a mio modestissimo parere...
E poi la discussione è divertente fino a che non si offendono gli interlocutori:io non credo di averlo fatto, lei può dire lo stesso?

Caro Esculapio la mia impressione è che tu faccia finta di non capire per quello ti ho invitato a leggere il vocabolario.Io, come avrai capito, mi riferisco all'opportunità politica di organizzare eventi o manifestazioni nei quali i consiglieri hanno un qualche tipo di ritorno che potrebbe essere di immagine ma anche economico ed allora sorgono molti dubbi. Nulla in contrario agli spettacoli motoristici, come le ho già detto io sono in disaccordo su altre questioni e se non ci fosse il sospetto che qualcuno faccia qualcosa per il proprio interesse fingendo di farlo per il paese, a me continua a non piacere. Le critiche alle iniziative ci saranno sempre visto che è impossibile accontentare tutti ma per quanto riguarda Loianoweb quello che ho letto in proposito non è la posizione del sito ma quella di alcuni commercianti che hanno ritenuto che l' organizzazione della festa abbia commesso degli errori è ha scritto una lettera che è stata poi pubblicata. Di Loredana Errore ho sentito parlare ma non conosco bene i dettagli e comunque lei (Loredana)non era un consigliere comunale.

Quando scrivo "a loro dire" mi riferisco a chi ha scritto non al giornale che ha pubblicato: la critica deve esserci ma non deve, a mio parere, cadere nel comico come quando si fanno certe affermazioni (e mi riferisco sempre allo stand delle crescentine). Per quel che riguarda il ritorno economico o di immagine io voglio credere nella mia ingenuità che il consigliere in questione faccia gli spettacoli ora come li faceva prima di darsi alla politica perché quella è la sua professione! Non voglio credere che sia opportunismo perché non ha bisogno dei fan loianesi....opportunismo politico? Quello magari si, tutti tirano l'acqua al proprio mulino..
Siamo talmente circondati dal marcio che lo vediamo ovunque e io non voglio essere così...
detto questo educatamente mi ritiro.
Buona serata

Poiché è stato fatto un riferimento alla mail firmata dagli 'infastiditi' alla Festa dei Fiori, colgo l'occasione per chiarire alcuni punti. Come altri abbiamo ricevuto la mail che conteneva complimenti e critiche su quanto avvenuto durante la Festa. L'abbiamo pubblicata e nel contempo abbiamo chiesto al rappresentante dei commercianti di inviarci un breve resoconto (anche economico), così da rispondere e dissipare qualsiasi dubbio. Utilizzando suolo pubblico (quindi di tutti), sarebbe poi corretto oltre che doveroso rispondere ai cittadini. In altre occasioni (Carri di Carnevale o Festa dello Sport), questi resoconti sono stati pubblicati ed infatti, guarda caso, non è nata nessuna polemica.
Nella risposta che ci è pervenuta si riteneva invece 'inopportuno' chiarire questi aspetti facendo nel contempo riferimento a ragioni di privacy. Privacy che non valeva evidentemente per tutti, infatti questo scambio di mail veniva letto pubblicamente ad un incontro con i commercianti con assente una delle parti. Nessun problema da parte mia, anzi, ma se si proclama trasparenza, bisognerebbe porsi almeno nella stessa posizione. Un ultimo punto e concludo. Abbiamo riportato meramente il volantino del motoraduno senza nessuna valutazione preventiva che non spetta certo a noi dare. Anche in questo caso, se si opererà nella massima sicurezza e trasparenza, siamo certi che non vi saranno problemi e diventerà una bella festa per tutti. dz.

Non sono d’accordo sull’opportunità. Mi chiedo, ci sarà la chiusura del centro storico? In quanti saranno cento? Di più? Quanto gas inquinante sarà immesso nell’aria? Se uno degli scopi è la conoscenza del territorio e se ciò significa che saranno liberi di scorazzare per sentieri e boschi, meglio è che restino a casa, non dico per me ma per quei turisti eventuali cui dovesse venire in mente di fare una passeggiata nei boschi. Può darsi che si vendano più pizze e panini, ma sarebbe una pessima pubblicità per il paese che dovrebbe essere presentato come un luogo ove trascorrere momenti di tranquillità invece è sconvolto da un continuo traffico di auto e moto, i negozi sono costretti a chiudere per mancanza di clienti che non si azzardano a girare per il centro, bar che offrono sevizi scarsissimi, che alle 19 sono chiusi. Non mancano notevoli siti interessanti, come il tour alle famose rovine di Loiano (cantieri abbandonati) di grande interesse culturale, infine la mancanza di marciapiedi nei punti più pericolosi del Paese. C’è il rischio che una parte del territorio sia sconvolta da scavi, il cerchio si chiude. Non ultimo il calo dei posti letto ospedalieri. Questo per quanto è a mia conoscenza, non oso pensare agli eventuali problemi delle frazioni. Un paragone con la cultura hippie è una panzana, allora si girava a piedi o al massimo in autostop, il concetto di violenza era bandito invece qui se ne fa un culto. Violenza sono i gas inquinanti, violenza sono i rumori assordanti, violenza è la confusione indotta, quando il concetto dovrebbe afferire alla pace e alla tranquillità dovuta alla natura dei luoghi. Franco Bolognesi

Finalmente qualcuno si è accorto che il turismo attuale in queste zone lo fanno anche i motociclisti, i quali, se si comportano con rispetto verso i residenti e i luoghi e sono accolti senza fastidio o diffidenza, poi magari tornano anche con la propria famiglia aiutando l'economia locale delle strutture ricettive.
E' ora di mettersi in testa che bisogna imparare l'inglese per accogliere anche i motociclisti/ciclisti/camperisti/automobilisti stranieri che transitano di qui per andare in Toscana.Mi sembra che Loiano attualmente fatichi ad essere la meta ideale di una vacanza vista l'attuale scarsità di progetti e percorsi tematici in sinergia con i Comuni limitrofi (dimostratemi il contrario e sarò più che lieta di ammettere che ho detto un'inesattezza), quindi ben vengano secondo me iniziative come questa che mirano a trovare una via d'uscita dall'anonimato verso il quale rischiamo di sprofondare con le nuove generazioni.
Bisogna sapersi rinnovare e questa mi sembra una bella possibilità.
Mi dispiace solo che il cartellone citi anche il sexy show burlesque. Come motociclista donna mi sembra riduttivo, retrogrado e banale dare per scontato che essendo una passione da uomini serve lo spettacolino con donne svestite. Si poteva trovare decisamente qualcosa di meglio rispetto a ciò che la tv propone tutti i giorni. A maggior ragione se ci saranno anche dei bimbi. Superfluo. Spero almeno che non sarà volgare. Magari l'anno prossimo possono proporre altro come intermezzo.

Definire turismo quello che fanno la maggior parte dei motociclisti mi sembra assai"ottimistico". Purtroppo la nostra strada è da sempre banco di prova per "corridori" spesso inesperti e riprova ne sono gli infiniti incidenti che avvengono tutti gli anni. Piacerebbe anche a me che la Futa diventasse un posto da mototurismo come il passo dello Stelvio che è frequentatissimo ma la strada non permette ai "piloti" di guidare in maniera spericolata.Confido che il motoraduno si rivolga in modo particolare a chi ama viaggiare in moto senza correre o competere e che sia occasione di promozione per il paese.Se sei una motociclista credo tu abbia partecipato ad altri raduni e, se è così, mi stupisco che tu ti faccia meraviglia di uno spettacolo di burlesque che non sarà certo nulla di volgare e mi stupisco anche che tu non sappia che questo genere di show è assai gradito dai partecipanti ai raduni che per ora sono "prevelentissimamente" maschi. Speriamo che tutti sappiano fare dell'evento una occasione per il turismo di Loiano.

Credo che chi frequenta la Futa sia più interessato a conoscere meglio qualche posticino dove mangiare bene godendo di un bel panorama o nuove strade piacevoli da percorrere piuttosto che vedere uno spettacolo di burlesque che può trovare su youtube. Auguro agli organizzatori di riuscire ad ingaggiare Dita Von Teese per chi apprezza il genere (mi pare anche Lei), ma dubito che il bdg annuo di 6000 euro per il turismo consentirà cotanta grazia.
Molto più interessante lo show di Bianconcini a mio modo di vedere.
In ogni caso questo è il mio punto di vista e come tale liberamente lo esprimo.
Non mi interessa cosa fanno negli altri posti: se per richiamare gente hanno bisogno di tette e culi mi dispiace perché evidentemente non hanno altri argomenti con cui richiamare gente. Ma si sa che il mondo è questo. Ai tempi dei Romani si diceva "panem et circenses". L'evoluzione non è poi andata molto più in là di così.
Cordialità.

Non credo che chiunque si esibirà al moto raduno lo faccia gratuitamente e probabilmente lo spettacolo di burlesque ( che personalmente non mi interessa ma al quale riconosco capacità di attrazione )non sarà il più oneroso degli eventi.
Temo che lo spettacolo a lei tanto gradito sarà di gran lunga il più costoso.

Volevo aggiungere che non è importante quello che fanno gli altri ma quello che serve ad attrarre persone e purtroppo "tette e culi " attirano più del pilastrino di Barbarolo o del Pozzo dell'arcone. Questa società non l'ho creata io ma la osservo, mi accorgo di ciò che muove le masse e noto che lo fa anche lei, ma quando cita i Romani dimentica che anche il sig. Bianconcini appartiene alla categoria dei circenses e che i "giochi del circo" servivano proprio a distrarre le masse dalle malefatte della politica. Da questo punto di vista non ha importanza quale spettacolo guardi ma solo il fatto che lo guardi.
Quando si fa un prodotto (festa ) ci si deve occupare anche del target delle persone che possono "comprarlo" e si devono individuare le cose che attraggono quel tipo di pubblico. Si vede che gli organizzatori hanno pensato che due tette non guastassero !!

Forse mi è sfuggito qualcosa, ma l’invito nel nostro territorio a tutti i tipi di moto (vedi Statale) non avesse bisogno di sponsorizzazione. Comunque se far correre moto e quant’altro per sentieri e boschi sono un modo per risolvere una parte problemi di loiano fate pure, non capisco ma forse perché sono anziano. Auguri! Franco Bolognesi

Signor Bolognesi (onorevole vero? Mi perdoni se sbaglio) In questa parte si fa riferimento al motoraduno non a liberare il passaggio delle moto da cross nei sentieri....quella è un'altra storia e personalmente non sono d'accordo.
Il motoraduno è solo un gioco divertente per alcuni, fastidioso per altri, che durerà lo spazio di una domenica con la speranza di far conoscere Loiano ai più.

Lusingato ma non sono Onorevole. F.B.

Esatto, infatti, quello che mi preoccupa è proprio “quel tipo di pubblico” come dire:
- Ognuno ha il tipo gente (e di amministratori) che si merita. Franco Bolognesi

Aggiungi un commento

Back to Top