Martedì, 18. June 2024 - 10:39

Story

Considerazioni sulla "Festa dei Fiori".

Riceviamo e pubblichiamo

 

La Festa è finita ed è stata, comunque, una sfacchinata.

Belli i tanti “banchetti” presenti, buona l'affluenza di persone; è stato clemente anche il meteo, che ha deciso di scatenarsi solo nel tardo pomeriggio di domenica, quando oramai il più era fatto.

Quindi complimenti a chi ha organizzato per essere essere riusciti a creare, anche quest'anno, un evento che ha reso il paese un poco più vivo e ricco di attrattive.

 

Però ….

 

Appunto, c'è un però!

Però, diversamente dagli anni precedenti è stata fatta la scelta di organizzare stand gastronomici per la somministrazione di pasti. Una scelta, da un lato condivisibile, se si ipotizza che quanto ricavato possa essere reinvestito per la creazione di altri eventi che diano visibilità al paese, ma che dall'altro ha danneggiato le attività di ristorazione che si sono viste togliere una fetta di quello che avrebbero invece potuto trarre dalla festa stessa.

Oltre a ciò, rimane da chiarire da quali persone e in quali luoghi siano state preparate le cibarie offerte dagli stand medesimi, dato che a nessuna delle attività che in paese hanno a che fare con la ristorazione (le uniche, ad esempio, controllate da ASL!!) è stato chiesto di preparare nulla.

Sorge quindi spontaneo pensare che una buona parte di quanto offerto sia stata preparata in luoghi inidonei, magari da persone un tempo addentro al mondo della ristorazione, mondo che poi hanno lasciato per continuare quel medesimo lavoro a casa, comodamente al riparo da normative, controlli, tasse, ispezioni … Se fosse in effetti così, nuovamente la scelta potrebbe apparire condivisibile (anche se rischiosa – in caso di problemi, chi risponde ufficialmente di quanto preparato “non ufficialmente”??), ma ancora, con questa scelta si arreca un danno a quelle attività regolari che durante tutte le innumerevoli (e inutili?) riunioni si è sempre detto di volere aiutare!

 

Altro appunto.

Se, come detto prima, la scelta degli stand poteva essere ancora giustificabile con la volontà di “fare cassa” per avere in futuro modo di creare altri eventi, quello che non trova alcuna giustificazione è l'aver invece organizzato la parte finale della serata del sabato presso uno dei locali del paese. Nulla contro quella specifica attività, per carità, ma perchè quel locale piuttosto che uno dei tanti che ci sono in paese? E per quale motivo scegliere di ignorare deliberatamente TUTTE le attività del paese, non coinvolgendole né nella somministrazione né nella preparazione di quanto veniva offerto durante la festa, per poi favorirne in maniera palese solamente UNA??

 

Ecco, se accontentare tutti è quasi impossibile, la festa di quest'anno è riuscita nella difficile impresa di non accontentare NESSUNO …. nessuno tranne i pochi (attività regolari o meno che fossero) che con questa festa sono riusciti a lavorare più di quanto non avrebbero lavorato comunque! .

Di certo un risultato è stato ottenuto; inasprire gli animi creando, invece che coesione, malanimo e dissapori.

Complimenti!

 

lettera firmata

 

maggio 2015

data pubblicazione: 
Venerdì, 1. May 2015 - 0:33

Commenti

Festa carina sicuramente complimenti a chi ha fatto tanta fatica e complimenti sempre a loro che anziché con questa festa portare del lavoro alla ristorazione loianese ha fatto si che lavorassero la metà dell'anno scorso......di gente in giro era tanta .....ora aspettiamo il resoconto degli incassi e dei costi che hanno sostenuto compreso magari sapere chi ha cucinato e dove .
Forza impegnatevi nello stesso modo per la festa della batdura ma tenete presente le attività di ristorazioni che pagano le tasse e sarebbe giusto che guadagnino anche loro in queste feste se vogliamo che non chiudano .

Due feste diverse a breve distanza l'una dall'altra: questa ha puntato tutto sugli stand mentre sul programma di quella del 17 Maggio si legge: "Ristoranti e bar di Loiano proporranno aperitivi e merende a tema" ....

sono 2 feste totalmente diverse e non credo che quella del 17 compenserà ai ristoratori quello che hanno perso per la festa dei fiori.....

in effetti il fatto che la festa finale del sabato sia stata organizzata nel locale in cui lavora "una consigliera" comunale un pò insospettisce

Oltre la signorina dito medio che fa del suo meglio come
Consigliera per il nostro paese anche il titolare fa parte della
Proloco.,in questa festa lui personalmente ha sfilato come autunno per il paese....direi che qualcosa tocca .....non tutti i commercianti sono uguali abbiamo capito.....e considerando che ne restano pochi sarebbe meglio evitare queste preferenze....

Speriamo che la consigliera-dito-medio non vada mai a lavorare da Borghi!!!

Questo è il commento dell'anno!
Anzi, dell'annnooooooo!!!!!!!!!!!

Domanda aperta a tutti. Ma perché tutte le persone che commentano invece di sparlare non iniziano a Fare?
Sicuramente se un attività lavora poco non è di certo se qualcuno organizza qualche festa, anzi dovrebbe solo ringraziare che porta gente, quindi visibilità al paese e a tutti i commercianti !!
Stupidi quei commercianti che invece di approfittarne cercano sempre di dare addosso a chi invece si sbatte x rendere un po' vivo il paese.
Detto questo solo x fare i complimenti a chi ha organizzato, chi ha partecipato con i bachi esposti e chi è venuto ad apprezzarli sperando che ci sia sempre più affluenza e apprezzamenti... Pochi complimenti a chi ha sempre e solo tempo x sparlare, se le critiche fossero almeno costruttive ...
Però... Tanti complimenti agli artisti che hanno ideato e realizzato la particolare sfilata!

Complimeti per la stravagante sfilata.....ma dai.... a me è parsa più una presa in giro e la cosa più brutta che tante bimbe avrebbero voluto vestirsi....ma cosa strana anche qui hanno scelto chi volevano loro e non solo bimbe di Loiano....
Una volta la festa di primavera compresa la sfilata era aperta a tutti i bambini e ogni anno portava gente,l'anno prossimo vedremo se chi c'era quest'anno tornerà a vedere questa sfilata....
Gli organizzatori nessuno gli ha obbligati hanno deciso loro e non hanno chiesto a nessuno se voleva aiutare quindi non si lamentino e accettino le critiche.
I ristoranti se dovessero vivere con queste feste sarebbero già chiusi ma non è nemmeno giusto come si sono comportati gli organizzatori che hanno pensato a fare cassa loro e se ne sono fregati dei colleghi .
E a te caro anonimo che trovi sempre il modo di dar contro ai commercianti e a chi dice la sua ,cosa fai per questo paese?Lo so'.....difendi gli indifendibili.....

Non difendo nessuno, dico solo che un paese come Loiano potrebbe avere di meglio, io non faccio nulla per tempo ed altro e non me ne frega di politica, ma mi fa piacere quando c'è ancora qlc che ha voglia di fare e proporre!

Faccio anche io una domanda aperta a tutti: ma è possibile che ogni volta che uno riceve una critica, invece di provare a difendere le proprie scelte con valide argomentazioni, riesca solo a dire "ma almeno io ho fatto qualcosa"?????
Ma siamo poi sicuri che se uno fa e fa male, sia comunque da premiare solo perchè qualcosa ha fatto?
Ma è possibile che qui ogni critica venga presa come un'affronto personale: tra l'aver sbagliato tutto e l'aver fatto bene tutto ci sono anche tante vie di mezzo!!!
Invece di fare la vittima e mangiarsi il fegato per le (ipotetiche) offese ricevute, non sarebbe forse meglio dotarsi di un minimo di UMILTA' e capacità di AUTOCRITICA, e pensare che, facendo tesoro delle critiche ricevute, magari la prossima volta si potrebbe comunque fare, ma fare MEGLIO?

Aggiungi un commento

Back to Top