You are hereSerata di presentazione del progetto Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Loiano

Serata di presentazione del progetto Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Loiano


L'Assessore Nanni ed il Comandante della PM Ori, hanno illustrato le linee guida dell'iniziativa
Serata di presentazione del progetto Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Loiano

Subito dopo le nevicate di febbraio e durante l 'ultimo Consiglio Comunale, l'Amministrazione aveva ventilato l'ipotesi di costituire un gruppo di volontari che si occupasse di Protezione Civile locale.

Giovedì 19 marzo sono state presentate le linee-guida del progetto che dovrebbe partire fra una quindicina di giorni. Il condizionale è legato alla raccolta di un  numero minimo di adesioni (10).

 

L'Assessore Nanni ha presentato l'iniziativa proprio collegandosi a quanto successo a febbraio e a prenderne il meglio. Ha spiegato che il gruppo sarà alle dirette dipendenze del Sindaco e del Comnandante della PM, dovrà svolgere una continua formazione e dovrà dare ampia disponibilità.

Il Comandante Ori ha invece ripercorso la storia e le funzioni della Protezione Civile locale, provinciale o regionale e nazionale.

Il Gruppo di protezione Civile dovrà appunto essere formato da almeno dieci persone a cui potranno essere affiancate altre figure di supporto. I dieci dovranno frequentare un corso-base di 14 ore con frequenza obbligatoria al 100%. Dopo il Corso potranno accedere altri tipi di formazione più specifiche (incendi, dissesti, terremoti ecc.). I prossimi passi per gli interessati sono la compilazione di una domanda di preadesione, un nuovo incontro di approfondimento , il corso, la stesura di un regolamento da parte dell'Amministrazione. Sarà la stessa Amministrazione che proporzionalmente al numero di volontari, stanzierà fondi per  materiale e logistica.

 

Alcuni obiezioni del pubblico erano indirizzate al rischio di creare sovrapposizione con le funzioni (già in essere ed ampiamente rodate), della Croce Rossa. Funzioni che andrebbero supportate anche con l'organizzazione di esercitazioni che invece mancano da anni.

Dai dubbi del pubblico (diversi volontari della Croce Rossa), si è compreso che l'iniziativa era stata evidentemente studiata senza coinvolgerli e senza  chiarire le funzioni che avrà questo Gruppo. Dall'incontro non è infatti emerso quali saranno esattamente (o sommariamente) gli obiettivi o le funzioni di questi volontari. Probabilmente sono punti che verranno spiegati in seguito.

Le domande di preadesione sono disponibili e verranno raccolte presso l'URP e fra una quindicina di giorni si capirà l'interesse raccolto

marzo 2015

Pubblicato il : 
Giovedì, 19. marzo 2015 - 15:28
Il tuo voto è stato: Nessuna Totale classifica: 4 (1 vote)
Credo che come comunità abbiamo il dovere di lavorare tutti quanti alla coesione sociale, cosa che in paese era molto presente quando ero piccolo (20-25 anni fa) ed e' via via andata scemando. Il paese puo' tornare a quei momenti di prosperità? Io credo di si, ma molto dipende da noi compaesani. Ben venga quindi un nuovo gruppo di protezione civile, purché in sinergia costante con la CRI. Ben venga il comitato Batdura, purché in supporto alla ProLoco e non in competizione con essa. Negli esempi citati parlo da spettatore esterno, mi piacerebbe avere il punto di vista anche degli addetti ai lavori, con cui parlerò quando li vedrò per strada. Se si vorrà andare tutti insieme in questa direzione il paese ne potra solo giovare, altrimenti questa spirale in cui siamo incappati in questi vent'anni non si fermerà. Cerchiamo di invertire la rotta e torniamo ad essere una perla dell'Appennino. Luca
si va bhe' mi sa che loiano ormai non sara' piu una perla ma qualcosa uscito ......

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.