You are hereScrivi a Loianoweb

Scrivi a Loianoweb


By admin Postato il:23 maggio 2013

Vuoi rendere più ricco il sito LoianoWeb? Hai notizie o curiosità inerenti Loiano?
Invia i tuoi articoli, foto o video originali a infoloianoweb@gmail.com e noi le pubblicheremo. Oppure telefona al 340.2859584 per eventuali segnalazioni.

LENTEZZA BICAMERALE... 1.Trattato Ue - Fondo di risoluzione unico - PRESENTAZIONE: 13/11/2015 APPROVAZIONE FINALE:26/11/2015 GIORNI PER L'APPROVAZIONE: 13 2.Decreto partecipazione alla missione EUNAVFOR MED -PRESENTAZIONE: 08/07/2015 APPROVAZIONE FINALE:30/07/2015 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:22 3.Decreto processo amministrativo telematico (Pat) -PRESENTAZIONE:30/06/2016 APPROVAZIONE FINALE:03/08/2016 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:34 4.Decreto partecipazione alle missioni militari - Fine 2015 PRESENTAZIONE:30/10/2015 APPROVAZIONE FINALE:03/12/2015 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:34 5.Decreto risarcimento detenuti - PRESENTAZIONE:26/06/2014 APPROVAZIONE FINALE:02/08/2014 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:37 6.Decreto svuota-carceri - PRESENTAZIONE: 01/07/2013 APPROVAZIONE FINALE: 08/08/2013 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:38 7.Decreto fallimenti - PRESENTAZIONE:27/06/2015 APPROVAZIONE FINALE:05/08/2015 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:39 8.Decreto enti locali 2016 - PRESENTAZIONE: 24/06/2016 APPROVAZIONE FINALE:02/08/2016 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:39 9.Decreto lavoro - PRESENTAZIONE:28/06/2013 APPROVAZIONE FINALE: 07/08/2013 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:40 10.Decreto commissari opere pubbliche -PRESENTAZIONE: 12/05/2014 APPROVAZIONE FINALE: 24/06/2014 GIORNI PER L'APPROVAZIONE:40
Nella XVII legislatura sono state approvate 243 leggi, che hanno richiesto in media 237 giorni l’una (circa 8 mesi). Ma per le proposte di deputati e senatori la durata dell’iter legislativo quasi raddoppia: le 46 leggi di iniziativa parlamentare, infatti, hanno richiesto in media 504 giorni l’una (quasi un anno e mezzo). Ben diversa la situazione per le proposte dell’esecutivo. Le 195 leggi di iniziativa governativa sono state approvate in media in 172 giorni, neanche 6 mesi. Il dato è ben sotto la media, e quasi 3 volte inferiore a quello dei parlamentari. Numeri che vengono spinti al ribasso dalla scelta dei vari governi di far approvare i provvedimenti più importanti sotto forma di decreto legge. UNA SCELTA CHE PUò ESSERE MOTIVATA dalla volontà di AGGIRARE IL LUNGO PROCESSO LEGISLATIVO visto che questo tipo di atti per natura deve essere convertito in legge entro 60 giorni dalla presentazione.
Salve...nelle settimane scorse andando per funghi nella Selva ho, amaramente, constatato lo stato in cui versa il sottobosco di questo grande polmone verde, ns/ patrimonio loianese, per la stragrande maggioranza il problema è dovuto ai numerossissimi cinghiali presenti. Quest'animale che sino a qualche tempo fa non era presente nelle ns colline, poi qualche buontempone penso' di immetterne qualche coppia, così per fare una qualche sagra di cinghiale in estate, ora sono triplicati, animale pericoloso per la viabilita', soprattutto si muove di notte, devastante per colture ed i boschi, dove arriva fa terra bruciata, tipo passaggio di carri armati. I cinghialai si divertono x abbatterli, si son creati veri e propri gruppi, persino la fantomatica figura del "selettore", mai capito a che serve?!? Una scrofa, per chi non lo sapesse, puo' partorire dagli 8 a 15 lattonzoli x due volte l'anno, percio' hai voglia di farne fuori. E pensavo che le comunita' montane ci fanno pagare un tesserino per girare in un bosco devastato eppoi lasciano al caso queste situazioni, lasciano in mano a pochi la riduzione del numero dei cinghiali, una vera barzelletta....In una valletta sotto Monte Tondo un paio di settimane fa, ne abbiamo contati 25, tutti di buona stazza, penso sarebbe ora di far qualcosa di piu' sensato, il tempo stringe...ed il bosco piange!!! Grazie Saluti
Non vi sembra strano che tutte, proprio tutte le istituzioni internazionali: grandi fondi multinazionali, gruppi finanziari, le banche mondiali, ambasciatori conservatori, governi che hanno schiacciato con l’austerity la Grecia di Tsipras, in sintesi chi conta, chi detiene il potere, prema per l’accoglimento della riforma? Un cincinnino di dubbio a chi possa essere utile tutto ciò, vi sarà venuto? O no? Non vi sembra strano che l‘endosserment (Appoggio, sostegno) dato a favore del Si venga dal “capo” della potenza, principale responsabile del caos, dei crimini, dei massacri che attualmente stanno sconvolgendo il medio oriente: Irak, Afganistan, Siria , ultima la Libia (Complici Fr. Gb e Italia)? Compresa l’esistenza dell’Isi e del terrorismo? (Lo dice la stessa Clinton) Avete mai visto il capo di uno stato interferire su come debba essere scritta la costituzione di un altro stato? Che poi è un’umiliante pressione su di un paese considerato parente povero della periferia dell’impero. O forse c’entra la condiscendenza italiana al trattato Iitp, o lo aiutino dell’invio dei militarti italiani in Lettonia (Qualcuno sa dov’è?) Non si tratta d’istituzioni che parlano a vanvera, ma di gente che sa che gli effetti di questa trasformazione darebbero una maggior docilità al sistema politico italiano e ai loro ricatti. Con Bruxelles perfino disponibile a concedere altra flessibilità per sostenere Renzi. Che poi sono altri debiti che “altri” dovranno pagare e che, non sono usati per aiutare l’economia o per gli investimenti, ma per comprare voti distribuendo mancette elettorali come gli 80.00 euro, le quattordicesime, il ponte sullo stretto, il bonus famiglie. La politica è trasformata in un bordello, non si cerca più di nascondere la connivenza fra interessi politici e ragioni istituzionali. Alcune questioni sono già evidenti per esempio: l’occupazione militare della Rai, il disprezzo per le minoranze. Chi segue i notiziari e le trasmissioni d’informazione si potrà fare un’idea cosa succederebbe qualora Renzi dovesse vincere la sua scommessa. Se gli riuscisse la grande truffa, anche senza bisogno di drammatizzare, Renzi instaurerebbe un potere personale privo di contrappesi, con i media completamente asserviti. Se si contestualizza l’attacco alla Costituzione all’interno di un conflitto organico (Capitale - lavoro), sotto il profilo dell’efficienza (Lo Jobs act), di un maggiore sfruttamento, (Deregulation) e con retribuzioni sempre più basse (Voucher), come molti auspicano, si comprende meglio l’insistenza dei fautori del Si. Sarà senz’altro un toccasana per l’economia, ma a quale prezzo per le classi meno abbienti? Fra.Bol.
Con la stessa lucidità con cui descrivi gli scenari in caso di vittoria del sì,puoi descrivere ciò che avverrà con la vittoria del no.....?????Quello che immagino io è che tutto rimarrà come negli ultimi 20 anni,ovvero saremo comunque un paese politicamente debole perchè instabile e più facilmente manovrabile dai famosi "poteri forti"causa di tutti i mali al mondo ....descrivimi ora non ciò che auspichi,ma ciò che probabilmente accadrà, poi confrontiamo le eventualità in caso di vittoria del "sì" o del "no" CIAO CIAO
Se vince il No, semplicemente, non succede nulla. Semplicemente cade la legge elettorale perché inapplicabile (Non prevede l’elezione dei Senatori). Ammesso, che essere un paese “politicamente debole”, dipenda dall’instabilità politica, e non da una classe politica (Non eletta), inetta e moralmente indegna. Non credo che, con “l’ottimismo” e una maggiore “agilità e snellezza” si potranno migliorare le cose. Dicono che la riforma rafforza il potere dell’esecutivo e “dovrebbe” dare più stabilità, dubito che sia così: il funzionamento e il ruolo del nuovo Senato lasciano molti dubbi. È ossessivamente ripetuto che ci sarà più velocità nell’approvazione delle leggi, è vero. Nella Riforma è presente un meccanismo per consentire, (via preferenziale), l’approvazione rapida di un disegno di legge reputato essenziale per l’attuazione del programma di Governo. Poi prosgue: se la Camera dei Deputati, a maggioranza assoluta dei suoi componenti, ne dichiara l’urgenza, la legge è promulgata. Domando: il disegno di legge, sarà approvato o non sarà approvato in una camera a maggioranza assoluta di un solo colore? In sostanza il Parlamento potrebbe essere esautorato da qui alla fine della legislatura. Il risparmio (Molto scarso): sarà meno di un euro a testa all’anno per ogni cittadino. Aumenta il numero di firme per le leggi d’iniziativa popolare e si parla di un referendum propositivo, per entrambi non ci sono ancora i regolamenti. Anche per il fantomatico “Statuto dei diritti delle minoranze” non si sa nulla. Ve lo immaginate lo “statuto del pollaio” fatto dalla volpe? Ci si dimentica sempre dell’Italicum, (E’ qui il trucco) che squasserà tutto l’impianto costituzionale e che inciderà anche sulla prima parte. con i capolista bloccati, gente fidata, ed anche gli altri che seguono, anche se magari sarà inserito qualche dissidente giusto per raccattare qualche voto in più. E’ lecito quindi, presumere una percentuale molto vicina al 100% di fedelissimi al Premier segretario che potrà avere 340 deputati. Abbiamo già avuto alcuni esempi della sua arroganza lo Jobs Act, Il modo con cui ha trattato il Ministro Gentiloni. Il Presidente del Consiglio ha già assunto un atteggiamento da premier eletto, ben oltre le prerogative costituzionali che gli sono riconosciute cioè: la direzione della politica in generale, ma non sull’ultima parola su ogni decisione dei ministri, che infatti, giurano nelle mani del Capo dello Stato. Questo è solo un assaggino. Negli ultimi venti trenta anni col susseguirsi di leggi elettorali sempre più a carattere maggioritario si è creata una classe politica sempre più lontana dai bisogni dei cittadini e la cui inettitudine è aumentata in modo inversamente proporzionale al numero dei votanti. Un esempio? Bonaccina in Emilia è stato eletto con poco più della metà del 38% degli aventi diritto, vi sembra nomale? Cominciamo a eleggere noi i nostri rappresentanti, forse potrebbero essere migliori. Del resto ammesso che aumenti la stabilità, questa gente a chi dovrebbe rispondere se non al loro capo bastone, che gli fornisce una occupazione (Ben pagata),quindi ai poteri forti? Che poi non sono altro che: stati, banche, poteri finanziari e chi compila pagelle. Pensate che quando la Costituzione fu scritta, ottenne il 95% dei consensi, semplicemente perchè era scritta da tutti e naturale che così dovesse essere. Renzi ha diviso il paese, ha delegittimato una Costituzione che ha permesso all’Italia di risorgere dalle ceneri della guerra e lo vuol fare con una combriccola d’inciucisti e voltagabbana. Ha avuto appoggi (Endosserment) maleodoranti o quantomeno sospetti. Prima o poi sono cose che si dovranno pagare, che vinca o perda, non ha futuro nella storia politica del paese. E’ riuscito a dividere gli italiani e creare una frattura tale che occorreranno decenni per ricomporsi e che peserà come un macigno. Penso che abbia creato una spaccatura proprio in senso culturale, antropologico, sennonché di specie. Un’ossessione per la rottamazione, il nuovo, il veloce, i parrucconi che richiama molto il conflitto edipico. Per finire devo dire, che non scenderò nell’arena dell’inutile e sterile retorica, non cadrò nel giochino dei sofismi, dei distinguo che imbrogliano le resistenze cognitive con significati alterati e con l’accavallarsi di diversi piani logici; dei non senso, dei: “ se allora se.. si ma non.. ecc.” all’infinito, non voglio convincere nessuno. Del resto se scrivo, non è tanto per confutare qualcuno in particolare, quanto per “cercare” di spiegare a chi legge, cose diverse dal dominio della propaganda, della falsa rappresentazione e della subdola seduzione. Poi, come dice Crozza, chi vuole capire capisca, chi non lo vuole che voti Si. Franco Bolognesi
Esatto col "NO"vincente non cambia nulla,esattamente quello di cui il 90% degli italiani si lamenta... Sicuramente il pessimismo e la lentezza non migliorano le cose... Una maggioranza forte non dovrà cedere ai ricatti dei vari partitini che ora fanno sì che una proposta di legge venga in continuazione emendata per accontentare minoranze risibili a livello nazionale e che contribuiscono alla lentezza e all'immobilismo legislativo.... In sostanza chi vince governa per 5 anni ,poi si rimette al volere degli elettori che decideranno se cambiare o no Per le leggi di iniziativa popolare serviranno sì 100000 firme in più,ma avremo la garanzia che saranno discusse e votate cosa che ora passano sempre nel dimenticatoio... Per quanto riguarda i referendum voglio ricordare che se la riforma fosse stata fatta prima di aprile, avreste vinto il vostro caro referendum sulle trivelle ...(come era giusto che fosse) Per quanto riguarda Renzi ,io guardo oltre e non mi interessa la polemica su di lui.. (Va mandato a casa col voto nelle cabine elettorali non con tattiche di palazzo)mi interessa discutere dei contenuti della riforma e delle conseguenze senza nostalgie per i padri costituenti che fecero un ottimo lavoro a quel tempo che però ormai è passato e le problematiche attuali richiedono nuove regole... Una cosa solo sulla propaganda....io non guardo la tv e non leggo giornali e su questo non mi esprimo perchè il mio parere non sarebbe opportuno.Frequentando la gente sia realmente che sui social network mi sembra che la propaganda sia molto più sostenuta dai sostenitori del "NO"addirittura postando falsità e facendo leva su personaggi di dubbia morale per screditare la validità della riforma...
La gente non si lamenta della costituzione ma delle condizioni di vita che peggiorano in questo paese dove accade che la ricchezza prima diffusa si concentri nelle mani di pochi e che politici succubi delle lobby non siano in grado di fermare il declino. Ci si lamenta della mancanza di una giustizia uguale per tutti e rapida, ci si lamenta dei ricatti delle grandi aziende che delocalizzazione con il benestare dello Stato, ci si lamenta di una sanità costosa e malfunzionante, ci si lamenta della corruzione, del depredamento dei diritti, del costo dei inconcludenti politici e tanto altro ma io non sento mai nessuno lamentarsi della costituzione o della durata dei governi, di queste cose qui si lamentano solo i lobbisti che fanno fatica a fare i loro interessi che non coincidono quasi mai con quelli del popolo. Tutte queste cose non le risolverà la riforma ma forse io vivo in un altro paese. Chi vuole una maggioranza forte come questi la fiducia dei cittadini e vedrai che anche con questa costituzione potrà governare indisturbato. Chi porta delinquentelli in parlamento non può poi lamentarsi se questi faranno i loro interessi. Tutti i cittadini hanno il diritto di essere rappresentati con i loro problemi e le loro richieste e tocca al parlamento raccogliere le esigenze del popolo e trovare accordi per fare la cosa migliore per tutti. Questa è la democrazia e questo deve fare la politica.
Chiaro che la gente si lamenta dei problemi dovuti al peggiorare delle condizioni di vita...ma se si vuole guardare quali sono le cause di un tale impoverimento e trovare una soluzione politica prima ancora che morale ,ci si accorgerà che alcune regole un tempo adatte ora non lo sono più...la gente è confusa e impaurita ha bisogno di certezze che l'attuale ordinamento legislativo non è in grado di dare...si fatica a capire chi è il ladro e chi il poliziotto...tutto questo va a favore di chi cavalca il populismo e tu sai bene che ciò non ha mai portato nulla di buono... E guarda coso coloro che cavalcano ciò sono tutti contrari alla riforma ripromettendosi poi di farne una migliore ,ma con chi?
Standing ovation for you !! VOGLIO FRANCO SINDACO ANZI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
Sono andato un po’ sopra le righe?
L'unica cosa certa con la vittoria del no sarebbe il fatto che i senatori continuerebbero ad essere eletti dal popolo e non nominati da renzi e salvini (grillo non lo metto perché nei consigli regionali vale zero). Per il resto le previsioni tendono a farle quelli del si, ma constatato quanto ci hanno azzeccato fino ad ora fra PIL, debito pubblico, crescita ed occupazione tenderei a non fidarmi troppo delle loro stime. Ciao ciao
Una curiosità ....Vostradamus mi sai dire il nome del senatore che tu come esponente del popolo hai eletto alle ultime elezioni??o per lo meno quanti cittadini credi che lo sappiano? Cmq visto che il tuo nome richiama alla mente un personaggio che di previsioni se ne intendeva,una tua previsione su una eventuale vittoria del"no"sarebbe interessante...... IN attesa CIAO CIAO
Oddio, anche Visinelli dice che i senatori sono attualmente eletti..temo che sul fronte del si facciate un po' di confusione. Visto che mi stai simpatico di nomi te ne faccio due: Michela montevecchi ed elisa bulgarelli. Però ti consiglio di non dirlo troppo in giro che volendo si possono eleggere
Sono sicuro che almeno tu nn li hai cercati su internet,ma te li ricordavi,io sono sincero no. Posso sbagliare ma credo( e sarei contento di essere smentito)che almeno il 90 % degli elettori manco sapevano chi erano e non si sono neppure informati(fidandosi del loro partito)al momento che li hanno votati.... Trova un argomento più sostenibile per sostenere il "NO"e ce sono sicuramente...la discussione sarà più avvincente ...Dai visto come ti firmi e stai simpatico pure a me una bella previsione, come ti ho chiesto in precedenza falla, potresti convincermi a votare "NO"..per ora sono più indeciso che mai
Te lo dico io cosa succede: ASSOLUTAMENTE NIENTE. Tutto rimane come adesso è forse si ricominciarà a pensare ad una riforma che non ci deprederà della già scarsa democrazia. L'economia mondiale non può permettersi il nostro fallimento. Se ci va di culo potrebbero anche farci votare e allora si che potremmo vederne delle belle. Non cediamo ai ricatti.Votiamo NO
Quindi va tutto bene da 20 anni e più.... Eppure tutti si lamentano della situazione italiana....allora veramente siamo un popolo di pignoni contenti di piangerci adosso... Reazionari travestiti da rivoluzionari che nel momento decisivo sanno guardare solo il proprio orticello per paura di perdere pure quello.....
L'ho già fatta questa discussione. Forse sono troppo esigente ma questa riforma non mi va giù e cambiare tanto per cambiare è sbagliato. La riforma riduce la democrazia se a voi va bene a me no.
A me va benissimo che a te nn vada bene, però se togliere democrazia significa aumentare la governabilità garantendo cmq l'alternanza di chi governa, diminuire il numero dei senatori,e dare cmq più voce al popolo attraverso le leggi di iniziativa popolare e i referendum propositivi allora può darsi che tu abbia ragione.... Ora, con la costituzione più bella del mondo siamo dopo la Grecia il paese politicamente meno stabile e più vulnerabile ai giochi di potere internazionali in quanto a secondo delle necessità ,possono tranquillamente favorire la caduta del governo in carica ....cosa che probabilmente è successa già più di una volta...OK mi direte che Renzi è ostaggio di questi poteri,e che la riforma è stata voluta da loro ecc...ecc..ma cosa accadrà quando al governo vi saranno per esempio i 5stelle e se passa la riforma potranno governare 5 anni tranquillamente senza crisi di governo in continuazione ...forse potranno avere più forza per dire picche al volere dei famigerati "poteri oscuri" Oppure siete così ottimisti che se vince il "NO"si farà finalmente una riforma ,magari con una bicamerale con Berlusconi e D'Alema e Grillo che grida allo scandalo e che devono andare tutti a casa....
Ma quale governabilità? Al senato la maggioranza la avrebbe comunque il pd, e nel caso di centro destra o cinque stelle al governo gli metterebbero i bastoni tra le ruote ad oltranza. La chiami governabilità tu? E comunque la Costituzione più bella del mondo è la stessa che dalle macerie della seconda guerra mondiale ci ha portato ad essere tra le 7 potenze economiche del mondo : sarà mica a causa della classe politica che siamo finiti ai livelli della Grecia?
Con la riforma ,il senato potrebbe fare ostruzionismo solo in minima parte e solo su determinate leggi....UN BEL copia incolla da leggere.... faccio prima che a scrivere Alcuni criticano la riforma costituzionale sostenendo che il nuovo Senato avrà la possibilità di rallentare l’attività legislativa chiedendo di esaminare ogni singolo provvedimento (come abbiamo visto, basta che un terzo dei Senatori ne faccia richiesta per attivare la procedura di esame da parte del Senato che può durare fino a 40 giorni). In questo modo, sostengono i critici, lo scopo della riforma – approvare le leggi più in fretta – sarà neutralizzato. Si tratta di una critica in netta contrapposizione con quella di coloro che parlano di “svolta autoritaria”, anche se a volte viene fatta dalle stesse persone. In ogni caso, per il momento, non sembra un’accusa fondata: il Senato ha tempi massimi prefissati per esaminare le leggi e proporre modifiche, non troppo diversi da quelli che già oggi impiega a effettuare le seconde letture. Infatti la costituzione un tempo ci ha permesso di risollevarci dalle macerie della guerra, poi siccome i tempi cambiano, in parte ha consentito ai politici di turno di ridurci come la Grecia Per capirci... Non credo che ,siccome la monarchia, ha consentito l'unità d'Italia andava preservata perchè aveva fatto una cosa valida... A mio avviso i tempi cambiano e le regole devono cambiare di conseguenza con le nuove problematiche che si presentano.....
Gli Stati Uniti hanno la loro bella Costituzione da più di 200 anni. Credo che i tempi siano cambiati anche per loro, ma a modificare la loro Costituzione non ci pensano minimamente (solo 27 emendamenti, l'ultimo mi pare ne 1992). Poi vabbè, ti lamenti che già ora non possiamo eleggere i senatori, ed auspichi un senato in cui il tuo potere decisionale sarà ancora minore. Non sottovalutarti così
Se come faro democratico costituzionale prendi ad esempio quella americana,hai voglia di cambiare quella italiana.....E cmq a mio avviso pure quella americana di modifiche ne avrebbe bisogno a cominciare sul possesso delle armi ,al diritto sulla sanità intercettazioni telefoniche, ecc...per non parlare della legge elettorale molto meno democratica addirittura del tanto vilipeso Italicum...cmq ognuno è libero di prendere ad esempio il malfattore per descrivere ciò che ritiene benfatto..... P.S Per me i senatori andavano eliminati del tutto.... dove ho scritto la lamentela che oggi nn li posso eleggere????
E come mai allora ti piace così tanto una riforma che non li elimina?
Purtroppo non li elimina ma cmq li riduce...dovrò per ora accontetarmi
La riforma AUMENTA la democrazia perché introduce, tra le altre cose, nuovi tipi di referendum di iniziativa popolare. Se per meno democrazia intendi la riduzione dei senatori, ben venga anche questo taglio. Sappiamo tutti e due che le ragioni del no sono molto deboli, pero' da li a scrivere cose non corrette ne passa. Luca Visinelli
Molta enfasi è posta sulla legge d’iniziativa popolare, peraltro istituto meritorio. Sembra proprio la panacea per tutti i mali, fatto veramente rivoluzionario, è se fosse, per caso, uno specchietto per i gonzi? Purtroppo sono un po’ diffidente e considerati i personaggi e la poca fiducia in questa classe politica, ho pensato accidenti, se fosse così semplice, avrei dovuto vedere le Commissioni della Camera subissate dalle richieste di discussione, roba da togliere il respiro, anche perché il numero di 50.000 firme non è molto difficile da raccogliere. Secondo pensiero: che abbiano voluto fare i furbetti? Siamo talmente abituati a farci prendere per i fondelli che ormai non ci facciamo più caso, ci beviamo tutto, per cui (terzo pensiero): andiamo a vedere le carte. Formulerei questa ipotesi: “La classe politica ci propina delle panzane”, se la mia ipotesi è vera, è vera anche la conclusione se è falsa è falsa anche la conclusione. Proseguendo, con mio stupore vengo a sapere che (Wikipedia) tra il 1979 e 2014 sono state presentate 260 proposte alla Camera, ma solo il 43% di queste è arrivato a essere discusso in commissione parlamentare e di queste solo circa 1% (Uno-one-ein-un) è diventata in seguito legge dello Stato. In nome del cielo, e con tutta l’onestà che c’è concesso esprimere, cosa ci fa pensare che tale percentuale possa aumentare anziché diminuire? Con un numero di firme di molto maggiore (Triplicate)? Ergo l’ipotesi è giusta. Scusate, dimenticavo, non si tratta di logica ma di politica, per cui ci inventiamo una nuova definizione; ”che Dio ce la mandi buona”.Fra:Bol.
Hai dimenticato qualcosa ,spero non volutamente e cioè che Delle 260 proposte infatti, 137 (53%) non sono state neanche mai discusse in Commissione, rimanendo nei cassetti di Camera e Senato. Se non sbaglio significa che con la riforma sarebbero almeno state discusse e votate La logica impone la verità, la politica spesso usa la menzogna....
Immagino i sindacisenatori quanto tempo avranno per studiarsele bene...
Strana cosa sono le "medie". Mentono sempre.
A proposito di menzogne....Vediamo come come si comporterà il partito democratico in aula rispetto alla proposta del m5s di tagliare le indennità ai parlamentari...Se si dimostrassero favorevoli potrebbero indirizzarmi a votare sì
La proposta migliore sarebbe quella avanzata da Brunetta...retribuire deputati e senatori in base al reddito che percepivano prima di essere eletti Immaginate povero Di Maio...(da 270000 euro a zero di colpo)... quelli che non hanno mai lavorato, naturalmente si trovano in tutti gli schieramenti, questo è da dire, e forse il PD è quello che ne conta di più....
Ecco, purtroppo è finita che il pd non ha votato la legge dei 5 stelle sui tagli alle indennità.... Peccato, anche se era una legge perfettibile sarebbe "comunque stata meglio di niente". Il vero problema è che ora "dovremo aspettare vent'anni" prima di vedere una nuova proposta di tagli
Dai non ti affliggere 2 anni, poi grillini al governo se con L'italicum ancora più forti e finalmente tutte le leggi e riforme che vuoi....
Macché, grazie al tuo cambiare tanto per cambiare avremo una maggioranza pd al senato che bloccherà tutto come ieri alla camera e addio tanta decantata stabilità. Ciao ciao
Ma se andate dicendo che il senato avrà pochissimo peso e che il premier avrà poteri da dittatore...A quel punto il premier Di Maio (cambiatelo per favore e forse avrete anche il mio voto)potrà con la sua grande visione da statista rendere finalmente L'Italia un paese normale Ciao ciao
Veramente è il premier che dice che il senato si riunirà una volta al mese (LOL LOL). Il senato non avrà peso con la doppia maggioranza pd telecomandata
Ma dai,il PD non vincerà più le elezioni...Renzi ha deluso e il futuro è solo 5stelle.... Prima, metà dei votanti PDL sono diventati grillini... Ora la metà dei votanti PD passeranno nelle vostre file... Di cosa avete paura???la miglior base del popolo è con voi...
Purtroppo ti sbagli. Non avendo vinto le ultime elezioni il m5s non vincerà più per i prossimi vent'anni
Premesso che DiMaio si intasca 98.471€ (dato 2015) sei veramente un genio. Glielo pachi poi con l'AirForceRenzi il reddito ad esempio di Berlusconi ed Angelucci. Del resto vista la riforma che vi apprestate ad approivare pare chiaro che abbiate quell'idea lì di risparmio LOL LOL
Evvai... Indeciso ti sei deciso... Premesso che la mia era una provocazione (articolo del Giornale) restando sulle battute ora devi firmarti diversamente,almeno per coerenza Grillina....A parte le battute credo che gli argomenti per votare no alla riforma c'è ne siano dei più validi
Il dramma è che non ce ne siano di più validi per votare sì, ma turiamoci pure il naso
Ma come faranno, poveri sindaci senatori? Si dovranno sdoppiare...
"b) al secondo comma, la parola: «cinquantamila» è sostituita dalla seguente: «centocinquantamila» ed è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «La discussione e la deliberazione conclusiva sulle proposte di legge d'iniziativa popolare sono garantite nei tempi, nelle forme e nei limiti stabiliti dai regolamenti parlamentari»;" concetto un pò distorto di aumento della democrazia, ma va bene
Per referendum e leggi popolari c'è l'obbligo di discussione ma le firme necessarie sono state aumentate e questo rende assai più difficile proporsi. Poi non votiamo più per il senatore e il parlamento avrà più potere e meno controbattere per via dell'elezione del presidente della Repubblica e dei giudici della corte costituzionale. A questo aggiungi la legge elettorale e il patatrak è fatto. Altro che più democrazia. Tutto fumo negli occhi.
Guarda Andrea che abbiamo votato nel 2013, e rivolteremo nel 2018, con o senza economia mondiale. Luca Visinelli
Mi pare che il premier dovesse essere un certo Bersani, tutti gli altri sono stati scelti da Napolitano e i suoi amici. A me non pare bello.
Non mi ricordo scusa ...perchè poi Bersani non è riuscito a diventare premier...oh mamma mia perchè siamo poi arrivati a Letta e poi addirittura a Renzi e poi veramente bisognava tornare a votare ...e cmq forse al senato non ci sarebbe stata la maggioranza e per fare il governo bisogna che si mettano assieme dal pd a Verdini o peggio ancora come è successo anni prima comprare De Gregorio o Mastella...ecc.ecc Questo è ciò che significa paese politicamente instabile e politicamente debole e io credo che vada modificato poi , chi ha vinto ha vinto e per 5 anni faccia del suo meglio per il paese e se fallise sia chiarodi chi è la colpa..... In altri paesi europei è ciò che avviene e nessuno si sogna di dire per esempio che in Francia Germania o Inghilterra vi è una dittatura...
Mi pare che in Inghilterra ci sia un bipolariso come in America mentre in Germania ci sono politici che raggiungono accordi facendo coalizioni. Esattamente come si dovrebbe fare in un paese minimamente democratico. In questa Nazione invece i politici non hanno a cuore l'interesse del popoli ma solo quello personale. Se i principi costituzionali venissero applicati e avessimo politici seri non ci sarebbero problemi. Non so se nei succitati paesi esiste il vincolo di mandato ma in Italia sarebbe necessario per evitare tutti questi cambi di casacca e la formazione di "subpartiti" in parlamento. Questa piccola modifica aumenterebbe notevolmente le probabilità di avere un governo stabile.
Sul vincolo di mandato sono d'accordo... sul fatto che i politici di professione non lavorino per il bene del paese MMMMMHHHH.... mi viene in mente che con le elezioni democratiche ogni paese in fondo ha il governo che si merita e che il considerare sempre chi governa come il nemico del popolo è una caratteristica tutta italiana Insomma chi viene eletto rappresenta in tutto e per tutto come pensa e come agisce il popolo italiano piaccia o no....

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.

- 2017 - Eventi, Feste e Sagre a Loiano
Da Martedì 26 settembre 'Ginnastica a Loiano', presso la Sala Primavera
Venerdì 17 febbraio a Loiano il 1° Concorso fotografico  "Scatta la foto al tuo micio" in occasione della Festa Nazionale del Gatto
I Comitati 'no-cave' incontrano i cittadini nelle frazioni. Giovedì 17 settembre  a Quinzano
Da settembre 'Biodanza' presso l'Associazione Shanti Om di Loiano

Centro Raccolta Cosea

 

 

 

canile savena banner

 

 

 

Mappa Loiano