You are hereScrivi a Loianoweb

Scrivi a Loianoweb


By admin Postato il:23 maggio 2013

Vuoi rendere più ricco il sito LoianoWeb? Hai notizie o curiosità inerenti Loiano?
Invia i tuoi articoli, foto o video originali a infoloianoweb@gmail.com e noi le pubblicheremo. Oppure telefona al 340.2859584 per eventuali segnalazioni.

Caro Franco difendere la democrazia è importante ed è necessario evitare che i promotori del Si non abbiano contraddittorio e possano raccontare la loro versione della riforma spacciandola per quello che non è (almeno secondo noi). È anche importante che chi un po ne capisce ( e vale anche per Cesare) si prodighi per spiegare le conseguenze a chi non può capirle perché inesperto e perché spesso tutto viene scritto proprio per evitare che la gente comprenda e possa così sciegliere liberamente. Partecipare a quella riunione è importante proprio per mettere in evidenza le motivazioni del NO.
Ciao Franco, solo un sano confronto può far insorgere dubbi o invitare ad un approfondimento chi è ancora incerto. Se non andrai a controbattere i sostenitori del SI potranno continuare a raccontare la loro verità è convincere gli eventuali dubbiosi. C'è in ballo la nostra democrazia e bisogna difenderla.
Caro Franco, se avesse sentito le frottole che raccontavano domenica mattina al "banchetto del sì" Le sarebbe venuta voglia di espatriare, altro che partecipare agli incontri!
Caro Andrea ho (In ritardo) pensato che partecipare a questo “incontro” non abbia senso, del resto chi ha coscienza sa già cosa scegliere, e per chi non ce l’ha non cambia nulla. C’è un abisso, un contrasto che non prende avvio da un confronto su posizioni politiche, ma proprio da un’inconciliabilità, a mio parere, di origine psicologica, una volontà oscuramente distruttiva che gli uomini a volte mettono in atto, per autolesionismo? Come fai a dimostrare che una cosa è mal fatta se non è ancora stata messa alla prova? E’ solo un’opinione quindi opinabile, legittima come il suo contrario. Come puoi dimostrare che la formazione delle leggi sarà resa ancora più difficile data la poca chiarezza dell’’art 70? Che è molto confuso, non permette una chiara interpretazione e sarà causa di conflitti infiniti davanti all’Alta Corte. Diranno che sono supposizioni. Sarà inutile spiegare che, il periodo in cui il Governo è stato nelle mani di Enrico Letta (fino al 22 febbraio 2014), le leggi d’iniziativa parlamentare hanno avuto bisogno di appena 55 giorni per essere approvate alla Camera e (addirittura) 35 al Senato. Per convertire i decreti legge sono serviti 13 giorni alla Camera e 10 al Senato. Per lo Jobs Act Renziano sono bastati, credo, 10-12 giorni. Quindi volendo si può fare. Non servirà a nulla, semplicemente perché non è questo lo scopo sella riforma. Anche che risparmi sbandierati alla fine si ridurranno a un euro all’anno per ogni italiano, e che in compenso questo costerà agli italiani, il diritto di votare i propri rappresentanti. Diranno che è poco ma sempre meglio di niente. Si voleva risparmiare? Bastavano poche parole:il “Senato è abolito”, punto. Ovviamente tutto in un quadro legislativo proporzionale, in modo da dare a noi cittadini la possibilità di eleggere i propri rappresentanti: Questa ovvietà non sarà neanche presa in considerazione. Si dirà che è comunque ridotto il ceto politico, senza chiedersi quale sarà la qualità? Come giustificare che sindaci e consiglieri regionali, che sono il ceto politico più indagato d’Italia, avranno le stesse prerogative dei parlamentari per quanto riguarda: intercettazioni, perquisizioni, arresti? Senza contare il sottobosco clientelare che prospera attorno a quel ceto, Diranno che sono ipotesi. Si dice che comunque è sempre un cambiamento, e su questo non ci sono dubbi, ma come fare a far capire che un cambiamento non significa per forza “migliore” e che cambiare una cosa vecchia che funziona bene con qualcosa di più recente ma che è di dubbio funzionamento, non è cosa molto astuta? Diranno che non si può dimostrare. Per abolire Cnel e province, e correggere i più palesi errori del titoloV c’era bisogno di stravolgere tutta la Costituzione? Diranno che sono illazioni. Attribuendo il 54% dei seggi al partito vincitore si è dato al premier, non in Costituzione ma attraverso la legge elettorale, il potere di impedire la formazione di governi alternativi, quindi di sciogliere la camera. Il premier segretario Con 340 deputati (compreso il premio di maggioranza), in più con l’italicum e i trucchi a esso connessi (liste bloccate), ma anche seconde o terze candidature, da qui a qualche anno l’unica Camera sarà composta di membri, in stragrande maggioranza emanazione diretta del Presidente del Consiglio. Questo avrà assicurarata larghissima parte della rappresentanza parlamentare cioè: il presidente dell’assemblea, quella dei capigruppo e dei presidenti di commissione e la conferenza dei capigruppo. In questo scenario, il premier segretario, può condizionare l’elezione del Presidente della Repubblica, dei giudici della Corte Costituzionale e degli elementi del Consiglio Superiore della Magistratura, organi di garanzia e di controllo fondamentali per la vita della Democrazia Costituzionale. Diranno che sono solo congetture di gente malfidata. Ora si tratta di capire: perché avviene ciò? Intanto sono da distinguere chi ha un interesse dalle persone normali. A mio parere si tratta di un gioco condotto da poteri e da forze distruttive, di cui ho già parlato, e che hanno tutto l’interesse a condizionare le nostre scelte e ovviamente il nostro futuro. Lo fanno “soft” creando le situazioni opportune. Certe condizioni sono create da noi sperperando risorse: 15 md. incentivi alle imprese, taglio imu, 80.00 , non so quanti decine di md. per alta velocità aerei inservibili, portaerei ecc, per cui continue richieste di flessibilità, cioè debiti. A ciò va aggiunto: la crisi economica, la paura immigrati, la paura attentati,ecc. Ce ne abbastanza per essere ricattati dall’Europa, che costringerà noi stessi a farci del male. Questa “Riforma Costituzionale” è un esempio. Gli uomini, in particolari momenti sentono il bisogno di darsi dei capi. La democrazia come un organismo che, quando s’indebolisce, è aggredito da virus fino a quel momento latenti al suo interno. Obnubilamento che prende le persone a un certo punto della loro storia e fa che mettano in atto comportamenti autolesionisti. E qui che compaiono gli affabulatori che catalizzano il disagio e la perdita della razionalità. Per esempio se ci pensiamo tutti davanti alla televisione, ad assorbire rappresentazioni della realtà, perfettamente preconfezionate. Per farla breve ciò che ha portato alle dittature nella prima metà del secolo passato. Franco Bolognesi
tutto vero. La cosa più intelligente da fare è divulgare il testo, poi ognuno la penserà come potrà; se poi non si è in grado di capirlo -o meglio di capire gli effetti e le conseguenze di quello che c'è scritto- allora non si può nemmeno discernere le ragioni, le riserve mentali, gli scopi reconditi di chi sposa l'una o l'altra tesi. Non sto quindi a dire se, come e perchè la riforma sia nefasta o meno, limitandomi ad allegare il testo attuale con a fronte le modifiche ipotizzate, limitandomi a evidenziare che l'art. 70 cost. prevede che il nuovo Senato (formato da persone non elette ma scelte dai segretari di partito) legifera insieme alla Camera sulle LEGGI COSTITUZIONALI, come ora.
tutto vero. La cosa più intelligente da fare è divulgare il testo, poi ognuno la penserà come potrà; se poi non si è in grado di capirlo -o meglio di capire gli effetti e le conseguenze di quello che c'è scritto- allora non si può nemmeno discernere le ragioni, le riserve mentali, gli scopi reconditi di chi sposa l'una o l'altra tesi. Non sto quindi a dire se, come e perchè la riforma sia nefasta o meno, limitandomi ad allegare il testo attuale con a fronte le modifiche ipotizzate, limitandomi a evidenziare che l'art. 70 cost. prevede che il nuovo Senato (formato da persone non elette ma scelte dai segretari di partito) legifera insieme alla Camera sulle LEGGI COSTITUZIONALI, come ora.
Mi dice il gestore che nei commenti non è possibile inserire allegati quindi mi correggo, potrete trovare il tutto in http://www.camera.it/leg17/465?tema=riforme_costituzionali_ed_elettorali. Mi limito a riportare l'attuale art. 70 Cost. e di seguito il testo ipotizzato dalla riforma. Art. 70 attuale: La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere. Testo della riforma: La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere per le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali, e soltanto per le leggi di attuazione delle disposizioni costituzionali concernenti la tutela delle minoranze linguistiche, i referendum popolari, le altre forme di consultazione di cui all’articolo 71, per le leggi che determinano l’ordinamento, la legislazione elettorale, gli organi di governo, le funzioni fondamentali dei Comuni e delle Città metropolitane e le disposizioni di principio sulle forme associative dei Comuni, per la legge che stabilisce le norme generali, le forme e i termini della partecipazione dell’Italia alla formazione e all’attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione europea, per quella che determina i casi di ineleggibilità e di incompatibilità con l’ufficio di senatore di cui all’articolo 65, primo comma, e per le leggi di cui agli articoli 57, sesto comma, 80, secondo periodo, 114, terzo comma, 116, terzo comma, 117, quinto e nono comma, 119, sesto comma, 120, secondo comma, 122, primo comma, e 132, secondo comma. Le stesse leggi, ciascuna con oggetto proprio, possono essere abrogate, modificate o derogate solo in forma espressa e da leggi approvate a norma del presente comma. Le altre leggi sono approvate dalla Camera dei deputati. Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo. Nei trenta giorni successivi il Senato della Repubblica può deliberare proposte di modificazione del testo, sulle quali la Camera dei deputati si pronuncia in via definitiva. Qualora il Senato della Repubblica non disponga di procedere all’esame o sia inutilmente decorso il termine per deliberare, ovvero quando la Camera dei deputati si sia pronunciata in via definitiva, la legge può essere promulgata. L’esame del Senato della Repubblica per le leggi che danno attuazione all’articolo 117, quarto comma, è disposto nel termine di dieci giorni dalla data di trasmissione. Per i medesimi disegni di legge, la Camera dei deputati può non conformarsi alle modificazioni proposte dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei suoi componenti, solo pronunciandosi nella votazione finale a maggioranza assoluta dei propri componenti. I disegni di legge di cui all’articolo 81, quarto comma, approvati dalla Camera dei deputati, sono esaminati dal Senato della Repubblica, che può deliberare proposte di modificazione entro quindici giorni dalla data della trasmissione. I Presidenti delle Camere decidono, d’intesa tra loro, le eventuali questioni di competenza, sollevate secondo le norme dei rispettivi regolamenti. Il Senato della Repubblica può, secondo quanto previsto dal proprio regolamento, svolgere attività conoscitive, nonché formulare osservazioni su atti o documenti all’esame della Camera dei deputati.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.

- 2017 - Eventi, Feste e Sagre a Loiano
Venerdì 2 marzo "Festa della Donna" alla Sala Primavera di Loiano
Da Martedì 26 settembre 'Ginnastica a Loiano', presso la Sala Primavera
Open Day all’ IPAA ’Luigi Noè’ di Loiano
Sabato 24 febbraio "L'Appennino nel clima che cambia", convegno dell' IPAA 'L. Noè' di Loiano
Domenica 25 febbraio pranzo di autofinanziamento del PD con la candidata  al Parlamento Carla Cantone
Sabato 3 febbraio 'Festa di Carnevale' alla Sala Primavera
I Comitati 'no-cave' incontrano i cittadini nelle frazioni. Giovedì 17 settembre  a Quinzano

Centro Raccolta Cosea

 

 

 

canile savena banner

 

 

 

Mappa Loiano