Lunedì, 3. August 2020 - 14:48

Story

Da oggi su LoianoWeb niente più commenti anonimi

Chi vorrà scrivere, dovrà firmarsi

Da oggi su LoianoWeb non sarà più possibile pubblicare commenti anonimi dove non sia chiara l’identità di chi scrive. Chi vorrà utilizzare solo le proprie iniziali o nickname,  dovrà inviare comunque il commento da un indirizzo mail che riporti chiaramente nome e cognome 

Chi non rispetterà questa semplice regola di educazione verso gli altri o cercherà di aggirarla, vedrà il proprio commento cancellato ela mail bloccata.

Alcune recenti vicende hanno scaldato un po' troppo gli animi di qualcuno che è evidentemente così poco convinto delle proprie idee da non avere il coraggio di firmarsi.

Questa scelta farà calare inevitabilmente il numero di commenti ma ne alzerà la credibilita'

Danilo Zappaterra

data pubblicazione: 
Domenica, 5. July 2020 - 8:20

Commenti

Il fenomeno dei leoni da tastiera (che non mi sembra sia presente su questo blog) è sicuramente una forma di bullismo da combattere, quindi esco dall' "anonimato" e dichiaro pubblicamente che Ale sono io.
Non vedo però come il fatto di conoscere l'identità di chi scrive possa cambiare la validità di ciò che dice. Mi sembra invece che purtroppo alcuni commentatori non sono disposti ad un reale confronto (e lo dimostra la mancanza di risposte a molti interrogativi che con educazione sono stati posti qui) e vogliono solo aver ragione a prescindere, senza che qualcuno si permetta di far notare i limiti o le contraddizioni dei loro ragionamenti. Faccio anche notare che le persone si possono offendere sia esplicitamente sia usando aggettivi e locuzione atte a scatenare ironia e ridicolizzare implicitamente il pensiero altrui. Mi auguro che questa Sua scelta porti commenti di più alto livello, molto più probabilmente invece la gente non sarà più così spontanea nello scrivere e solo chi non teme confronti potrà esprimere la propria idea liberamente. Mi auguro anche che chi non è d'accordo si esponga ancora come prima, sennò Loianoweb diventerà una sorta di clan dove scrive solo chi è d'accordo e non sarà più un reale 'termometro' del sentire comune.
Sempre disposta al confronto.
Alessia Pani

Grazie Alessia.

Loianoweb è nato dieci anni fa come piattaforma di informazione locale, cercando di colmare il vuoto dato dall'assenza di giornalini o testate locali. L'obiettivo è quello di riportare - nel modo più neutro possibile - le informazioni, lasciando poi ai lettori (tramite i commenti), di esprimere le proprie considerazioni.

In passato Loianoweb è stato sostenuto e difeso dagli stessi che oggi mi accusano di faziosità. Gli stessi che approvavano il sito quando dava addosso ai propri avversari ma che adesso (che si occupa dei propri amici o li vede coinvolti in prima persona), diventa improvvisamente tendenzioso. Questo 'bipensiero' credo sia il segnale che si sta facendo un buon lavoro.

Infine, chi non è d'accordo con quanto riportato, ha sempre (sempre) avuto modo di replicare e vedere pubblicate le proprie idee. 

In questi ultimi giorni, le note vicende hanno mosso diversi commenti che, nascondendosi dietro l'anonimato, partivano spesso dalla stessa persona o famiglia. Per questo ho colto l'occasione di un cambiamento che già in molti mi avevano chiesto. Era il momento giusto e speriamo che questo rassereni un pò gli animi

Danilo Zappaterra

"In questi ultimi giorni, le note vicende hanno mosso diversi commenti che, nascondendosi dietro l'anonimato, partivano spesso dalla stessa persona o famiglia."
Precisiamo che qualora avessimo commenti da fare non ci celeremmo certamente dietro anonimato o pseudonimi. Come Lei potrà ben sapere la email è un elemento obbligatorio richiesto e quello che Lei ha sopra scritto è solamente il" dubbio" che Lei D. Z. Vuole esplicitamente far sorgere in chi legge. Luna e Marco Panzacchi

Vi darò una delusione ma non siete l'ombelico del mondo e quella nota non era rivolta a voi ma a qualche vostro fans che - guarda caso - è sparito

La ringrazio per questa scelta.

É un po' di tempo che non leggevo LoianoWeb, dopo questa "censura" mi sono andato a rileggere alcuni commenti e non ho trovato nessuno che offendeva altri. Anche a me piace sapere con chi interloquisco però la mia delusione più grande è quella che la decisione presa é stata fatta dopo qualche attacco a te Danilo, conoscendoti so benissimo che ti sai difendere da chiunque e per questo non capisco. Credo (mia modesta opinione) che questa mossa l'hai fatta per non rispondere ad alcune persone che comunque erano un po' agressive. Io ti conosco e in passato(5/6 anni fa) se ti ricordi abbiamo anche lavorato insieme trovandoci in una frazione del comune per cercare di fare un programma politico. Dalla mia mail sai chi sono. Quindi, secondo il mio parere hai fatto bene a metà,ma se ti interessa la mia modesta opinione possiamo anche parlarne insieme davanti a un bel spritz(paghi tu) . Ciao Danilo e a tutti i lettori

Ci conosciamo da tempo a sai bene che non sono certo le critiche che mi spaventano . Anzi, spesso sono utili per migliorarsi. Stava però accadendo che un paio di persone utilizzavano  diversi nickname  per scrivere commenti dello stesso tenore e tutti a supporto della stessa causa. Questo per far sembrare che ci fosse un grande sostegno per quella parte. Questo non è accettabile ne' per le critiche ne' per i complimenti. Adesso ho inserito questo cambiamento  che credo renda più chiaro e trasparente l'utilizzo del blog.  

Pur concordando solo in parte con la Sua posizione (che però rispetto) mi chiedo ancora perché le risposte a molti interrogativi che tra gli altri ho posto anch'io non sono mai arrivate. Chi appoggia una causa dovrebbe anche avere argomenti per sostenerla e rispondere alle critiche. Qui invece a volte sembra che si assumano posizioni su argomenti e poi si lascino cadere nel vuoto le richieste di confronto e di chiarimenti. Così viene mancare lo spirito del blog a mio avviso, e Loianoweb sembra assumere più i toni di un giornale di propaganda di un certo pensiero (nessun riferimento alla politica) piuttosto che di una piazza virtuale dove ci si possa davvero confrontare anche con l'autore degli articoli.

Aggiungi un commento

Back to Top