Martedì, 23. April 2024 - 20:04

Story

Da venerdì 11 novembre lavori di consolidamento sismico all'Ospedale Simiani di Loiano

Si prevedono disagi con la chiusura alternativa di alcuni reparti

Il Comune di Loiano comunica che venerdì 11 novembre 2016 inizieranno i lavori per il consolidamento sismico dell’Ospedale Simiani di Loiano. Nella nota, si sottolinea che si tratta di un investimento necessario che l’azienda USL intende realizzare per rendere a norma la struttura e dare continuità al presidio ospedaliero

L’esecuzione dei lavori porterà indubbiamente dei disagi, alcuni reparti infatti verranno chiusi alternativamente. 

Si legge inoltre che si ritiene comunque che tale intervento sia indispensabile al fine di garantire la messa a norma dell’Ospedale e la sua fruibilità per il futuro.

data pubblicazione: 
Mercoledì, 2. November 2016 - 10:45

Commenti

Beata ingenuità e (Stupidità). Ero convinto che tali lavori fossero già stati eseguiti con la recente ristrutturazione, non ricordo quando, ma poco tempo fa. Io che mi credevo di poter stare tranquillo, alla peggio pensavo, mi ci potrei rifugiare, alla faccia… Spero solo che I lavori rispetteranno la normativa: “Che la struttura sia in grado non solo di resistere senza danni eccessivi, alla forza d’urto di un eventuale sisma, ma anche di continuare a offrire sufficienti livelli di assistenza sanitaria a pieno regime” come impone la legge? Dubito. (Ordinanza Pres. Cons. Min. del 2004) o se ci troviamo di fronte a una situazione di altro tipo? Resta solo un interrogativo: allora che accidenti di lavori sono stati fatti e perché non fatti assieme?

Possibile che non si riesca mai a capire esattamente cosa si stia facendo? A norma de che? Non si conoscono né il capitolato né il costo né il tipo di lavori né a quale scopo né chi deve controllare Mai qualcosa di chiaro, pulito. Possibile che i cittadini, debbano essere sempre trattati da imbecilli che nulla sanno e che nulla hanno da sapere? A chi bisogna rivolgersi? Possibile che bisogna sempre essere informati o dalla magistratura o dai giornali o “dopo”, quando viene giù tutto. Esisterà un dettagliato piano d’interventi, o si procede a capocchia? Questo deve essere reso pubblico, ora ci sono gli strumenti per comunicare tali dati. A noi spetta il sacrosanto diritto dovere di controllare. Anche perché si potrebbe pensare sbagliando, che siano usati soldi per rifare bagni bonificare ambienti o che so per un attico, ma che nulla hanno a che fare con l’adeguamento antisismico. Questo è l’unico modo per confutare tali illazioni, fatte da persone ignobili (come me). Perché all’ospedale i lavori sono fatti due volte? Questo vale anche per la scuola e per il municipio di cui tuttora si è all’oscuro del tipo di lavori svolti. Immagino che ci sia qualcuno informato. Anche perché il Si non ha ancora vinto e ci resta ancora un certo margine di democrazia. Franco Bolognesi

Infatti ora che è ancora vincente il "NO" (ancora nessuna riforma )e c'è democrazia ,si sa tutto....sicuro!!!!!
La bassa propaganda si fa ovunque e su ogni argomento,vero?

Aggiungi un commento

Back to Top