Martedì, 23. April 2024 - 19:49

Story

... e questa sarebbe anti-politica?

 I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili.

Privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni a Cinque Stelle si deve ripartire a fare politica con le liste civiche per Acqua, Ambiente, Trasporti, Sviluppo e Energia. 

 

I disinformati (per scarso interesse o convenienza), associano il Movimento 5 Stelle all' "anti-politica". Evidentemente pochi si sono andati a leggere il  programma per i Comuni del Movimento (on line dal 2009) , riassunto nei 10 punti della "Carta di Firenze":

  1. Acqua pubblica
  2. Impianti di depurazione obbligatori per ogni abitazione non collegabile a un impianto fognario, contributi/finanziamenti comunali per impianti di depurazione privati
  3. Espansione del verde urbano
  4. Concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o per cambi di destinazioni d’uso di aree industriali dismesse
  5. Piano di trasporti pubblici non inquinanti e rete di piste ciclabili cittadine
  6. Piano di mobilità per i disabili
  7. Connettività gratuita per i residenti nel Comune
  8. Creazione di punti pubblici di telelavoro
  9. Rifiuti zero
  10. Sviluppo delle fonti rinnovabili come il fotovoltaico e l'eolico con contributi/finanziamenti comunali
  11. Efficienza energetica
  12. Favorire le produzioni locali

...e questa sarebbe anti-politica?

 

movimento5stelleloiano@gmail.com


all.to PDF Carta di Firenze

AllegatoDimensione
PDF icon carta_di_firenze.pdf147.4 KB
data pubblicazione: 
Mercoledì, 9. May 2012 - 6:34
Taxonomy upgrade extras: 

Commenti

Premetto che condivido TUTTI i punti della Carta di Firenze. Mancano alcune cose fondamentali però non credo che ciò possa diventare un alibi per liquidare il mov5*. Non mi piace Beppe Grillo e il modo in cui il mov è organizzato, però non può sfuggire a nessuno che quando delle persone si organizzano e fanno atti pubblici questa E' politica. E mi fa piacere che la bandiera dell'antipolitica venga ammainata proprio da voi proprio in questo momento (se mai l'avete issata, ci sarebbe da discutere su questo). Come elettore e militante del PD voglio discutere, scontrarmi, anche arrabbiarmi con voi ma per favore dite a Grillo che anche i partiti sono fatti di persone di carne e sangue che hanno a cuore questo paese e le comunità in cui vivono e non sono solo moloch burocratici. Solo così avete qualche speranza di scardinarli - sulla base delle idee e delle buone pratiche. Le invettive non servono, dall'una e dall'altra parte :)

Guarda, ormai faccio fatica a credere che i partiti abbiano a cuore questo paese e le dimostrazioni si hanno copiose ogni giorno. E questo vale (e dico purtroppo) anche per il PD. Il centro-destra ha governato distruggendo questo paese, anche perchè la sinistra ha fatto falsa l'opposizione, o per lo meno blanda. Non è certo demagogia affermare che quando si tratta di votare provvedimenti contro "la casta", guarda caso tutti si vogliono improvvisamente bene. E' stata respinta la richiesta di porre un tetto al compenso dei manager pubblici, con 100 voti contro. Di quei 100, 94 erano del PD. Tutti hanno contribuito alla situazione in cui ci troviamo, sinistra, centro (Casini che predica tanto dov'era?) e destra. E purtroppo la brava gente se ne va, mi riferisco a Cevenini, una persona esemplare! Se ne vanno i migliori e rimane la feccia.

Il PD è un partito che ha grandi difficoltà , e da quando ha deciso di spostarsi al centro per andare a governare ha perso tanti militanti che si sono trovati lontani dalle posizioni e dalle scelte politiche fatte.Raramente si vede una presa di posizione unitaria e decisa e dopo 20 anni di Berlusconismo e di Elezioni ancora non ha deciso con chi si alleerà alle prossime politiche.Sono diventati un partito semiliberista dove qualcuno elogia Marchionne, dove l'unico obbiettivo è la "crescita" e ancora nonhanno capito che in un mondo finito la crescita infinita non esiste, si sono dimenticati dei lavoratori e non combattono il potere finanziario e quello bancario, in poche parole sono diventati la rappresentanza di una lobby economica alternativa a quella Berlusconiana ma non diversa .
Se non fosse per i vecchi militanti che non riescono a rassegnarsi all'idea che il "partito" li ha traditi probabilmente avrebbero già ftto le valigie e sarebbero tornati "a lavorare".
Forse se ricomincerà a parlare di uomini e non di soldi potrà ritrovare quell'elettorato che faceva politica con il cuore ed il cervello mettendosi a disposizione gratuitamente del bene comune, forse se imponesse alle sue cooperative un atteggiamento di sinistra e non solo di mercato e se chiedesse a chi lavora per lo stato di fare bene il proprio dovere considerando quel posto di lavoro un onore e non un privilegio, forse potrà riconquistare quella credibilità persa negli ultimi vent'anni.
Che i vecchi naviganti lascino posto a marinai ardimentosi più desiderosi di nuove avventure e forse qualcosa potrà cambiare altrimenti ,piano piano il M5S lo schiaccerà

E' indubbio che senza Beppe Grillo il Movimento 5 Stelle non esisterebbe (o comunque non con queste percentuali). Ha la visibilità e la capacità per farsi sentire e le cose che dice, difficilmente non sono condivisibili. Detto ciò, Grillo è il portavoce del Movimento; è colui che l'ha creato e gli dà voce. Ma Grillo non è un candidato nè lo potrà mai essere. Il M5S è formato da semplici cittadini senza correnti, tessere, finanziamenti ecc. Persone incensurate che per un periodo limitato e prestabilito, si pongono al servizio della collettività. Cosa c'è di male in questa "organizzazione"? Se si vuole valutare l'operato del Movimento, si guardi quello che stanno facendo i Consiglieri regionali e comunali là dove sono stati eletti.
Inoltre, nè il Movimento nè Grillo hanno mai insultato le brave persone (e ci sono, ovviamente) che militano nei partiti. Anzi, gli viene detto di muoversi, mettersi in gioco e ribellarsi alla politica dei soldi e delle segreterie. Perchè accettare supinamente capi-partito e segretari vari che vivono di politica da 10, 20, 30 anni e che ci hanno portato in questa situazione?. Il M5S è nato perchè dei semplici cittadini si sono messi insieme per fare politica. Quella vera.

I 12 punti indicati sono sacrosanti, ma non crede che in questo momento le priorità forse sono altre? La gente perde il lavoro, gli imprenditori chiudono le aziende, le banche non fanno credito, la gente non arriva alla fine del mese, ci sono ovunque seri problemi di sicurezza, c'è il problema dell'immigrazione, ci sono persone che si uccidono oberate dai debiti. Credo che in questa situazione il verde, i rifiuti zero, la connettività gratuita e altre cose (belle, per carità) sono veramente gli ultimi problemi da affrontare. Almeno per ora, poi va benissimo. Queste sono le sfide sui cui il Movimento 5 Stelle dovrà confrontarsi. Onestamente plaudo a Grillo, in quanto sta contribuendo a demolire questa orrenda classe politica, ma non mi piace comunque il suo modo di fare e di parlare, insultando tutto e tutti come se fosse posseduto. Di gente che urla e insulta onestamente ne avrei abbastanza. In ogni caso, tutto va bene per distruggere questa porcheria. Ben venga il Movimento 5 Stelle, lo aspettiamo a governare!

Aggiungi un commento

Back to Top