You are hereModifiche al regolamento del Nido, le Opposizioni chiedono una Commissione Straordinaria per lunedì 24 settembre

Modifiche al regolamento del Nido, le Opposizioni chiedono una Commissione Straordinaria per lunedì 24 settembre


Per l'inserimento di un articolo che riguarda i migranti presenti nel Comune
Modifiche al regolamento del Nido, le Opposizioni chiedono una Commissione Straordinaria per  lunedì 24 settembre

I Capigruppo di opposizione in Consiglio (Tamara Imbaglione e Danilo Zappaterra) hanno chiesto per lunedì 24 settembre, la convocazione di una Commissione Straordinaria che affronti il tema  “Aggiornamento Regolamento Nido part-time Maria Dalle Donne -Piccole orme” che andrà in votazione nel prossimo Consiglio Comunale. Si tratta dell’aggiunta di alcuni punti al Regolamento già in vigore, inseriti dal Gruppo di Maggioranza

Di questo tema si è già (animatamente) discusso durante la Commissione del 19 settembre, ma non essendo presente l’Assessore Giulia Naldi ed essendoci alcuni punti poco chiari, le opposizioni hanno chiesto un altro incontro di approfondimento.

Il tema centrale della discussione ha riguardato soprattutto la nota aggiunta all’ Art 7: “Criteri per la formazione della graduatoria di accesso”: i nuclei familiari residenti in situazioni di convivenza anagrafica di cui al DPR 223/89, già beneficiari di contributi pubblici, non sono ammessi al beneficio della riserva del posto”

Il punto del DPR a cui si fa riferimento è l'art.5 c1  “Convivenze anagrafiche” che sono le cosiddette residenze di comunità, come lo SPRAR di Barbarolo che accoglie alcune famiglie di migranti.

Come espressamente dichiarato dalla Maggioranza, questo punto e’ inserito  in riferimento “ai contributi di cui godono già oggi i migranti (35 euro al giorno) e non è giusto che abbiano anche altre agevolazioni, come l’asilo gratuito”.  Secondo Alberto Rocca “queste agevolazioni potrebbero togliere posti a cittadini loianesi mettendo addirittura in pericolo la tenuta stessa dei conti del Nido”.

I Capigruppo di Minoranza hanno ricordato che si parla di famiglie che risiedono legalmente nel nostro paese, che sono tutelate dalle leggi nazionali  e che un intervento del genere potrebbe precludere l’iscrizione e la partecipazione al Nido dei figli di queste famiglie. “Se così fosse - aggiungono - sarebbe un atto discriminatorio inaccettabile"

Altri punti da chiarire saranno la formulazione delle graduatorie ed il punteggio in caso in cui il nonno si occupi  del bambino.

Commissione Straordinaria Consiliare permanente:  lunedì 24 Settembre 2018 ore 20:30 presso la Sala del Consiglio Comunale

Pubblicato il : 
Venerdì, 21. settembre 2018 - 6:18
Vota l'articolo
Pare ferma intenzione di questa amministrazione impedire ai figli di tali famiglie, tra cui quelle dei migranti, di accedere al nido a titolo gratuito. Io mi chiedo se è anche minimamente pensabile che tali famiglie chiedano l'accesso a questo servizio. Spesso gli adulti non hanno un lavoro stabile e le donne stanno a casa ed hanno quindi la possibilità di accudire i figli poi non posseggono un mezzo indispensabile per accompagnare ed andare a prendere i bambini è quindi molto improbabile che questo accada. Naturalmente tutto può cambiare e un domani queste persone potrebbero avere un lavoro ma in questo caso andrebbero in graduatoria come tutti gli altri, pare evidente che l'obiettivo sia quello di tentare una discriminazione che "casualmente" colpirebbe le famiglie dei migranti. Spero poi che ci sia assicurati prima che i 35 euro che vengono dati a chi provvede alla gestione dei richiedenti asilo (e non direttamente a loro) si possa configurare come "contributo pubblico". L'idea di escludere comunque famiglie che potrebbero avere bisogno da un servizio solo perché ricevono già contributi pubbli è assolutamente aberrante.
Di questa vicenda la cosa che più mi rattrista sono i commenti su Facebook di persone che si dichiarano di sinistra ma nella paura di perdere un diritto a discapito di chi sta peggio di loro dimenticano la difesa dei più deboli, la solidarietà, l'uguaglianza sociale ecc.ecc. Da persone di sinistra mi aspetto che si indispettiscano perché l'amministrazione con le modifiche proposte penalizza i più bisognosi. Da una persona di sinistra mi aspetterei il rifiuto dell'introduzione di queste discriminanti dato che il regolamento prevede già che chi non ha lavoro, e quindi non ha punteggio, sia escluso dall'accesso a questo servizio.Da una persona di sinistra mo aspetto indignazione e la richiesta dell'estensione di questo servizio a tutti coloro che ne hanno bisogno. In ogni caso i Loianesi potrebbero aiutare queste persone semplicemente aggiungendo 3 euro a testa all'anno alle proprie tasse il che lascia intendere quanto tutto ciò sia propaganda Fascio/Leghista ma non abbia nessun riscontro nella realtà .
Caro Bovaz, comprendo il tuo dispiacere ma prova a risolvere questi quesiti. Se in questo Paese il largo consenso del ns.attuale governo è contribuito anche da preferenze che si sono spostate dai partiti di sinistra al Movimento, che tanto ha a cuore la legalità, i diritti delle categorie più bisognose etc.. Se per i ministri in pectore di questa "nuova sinistra" Di Maio, Toninelli, Bonafede, i bambini sulla Diciotti, sequestrati per il tempo che sai, è pratica umanitaria. Oppure per la ministra della salute era normale mischiare bambini vaccinati a no-vax...... forse le vecchie categorie destra/sinistra sono superate? e quello che chiami Fascio/Leghismo Non sarebbe più opportuno che tu lo chiamassi Fascio Stellato? o FascioSinistra stellata? Tutti quelli che da sinistra li hanno votati e ne riconfermano il consenso come li definisci? di sinistra, di destra? Sicuramente per gli attuali riferimenti governativi, di tanta sinistra che li plaude, il problema dell'asilo nido si sarebbe risolto a monte, lasciandoli in qualche campo libico. E con questa aria che tira... le misure addottate per l'asilo locale non risultano forse essere molto più di sinistra di chi, con i voti della sinistra, come ben sai, mette PRIMA gli italiani?? Quindi non dispiacerti se qualcuno che conosci di sinistra ti sembra abbia dimenticato i diritti dei più deboli in loco.... è una pagliuzza rispetto alla trave.. ciao GiuseppeReginato
Giuseppe in queste pagine si parla delle scelte locali e quelle commento. Da tempo mi sono dissociato dalla scelta del Movimento di governare con la Lega che ritengo un partito razzista e tanto basta per far passare in secondo piano altre cose che potrebbero essere valide. Per me destra e sinistra esistono e ti spiego la personale differenza. La destra tutela il capitale prima delle persone e la sinistra fa il contrario. Oppure la destra sostiene il primato del capitale e la sinistra quello dello Stato. Il Movimento ha per troppo tempo giocato sul "ne di dx né di sn" E io me ne sono allontanato. La questione dell'asilo è data da un insieme di fattori che hanno prodotto l'introduzione di una norma discriminatoria in funzione della tipologia di convivenza e questo non è certo una cosa di sinistra. Il problema era solo chi doveva pagare la retta e questa è stata la brillante soluzione . Amen

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.