You are hereL'edizione 2018 de "La Corsa più pazza del Mondo"

L'edizione 2018 de "La Corsa più pazza del Mondo"


La corsa dei carioli con le squadre in costume
L'edizione 2018 de "La Corsa più pazza del Mondo"

E' arrivata alla 15° edizione 'La corsa più pazza del mondo', con i carioli in legno di Paolo Gamberini. Un evento rimasto incerto fino all'ultimo dato il forte maltempo del pomeriggio ma che si è svolto regolarmente regalando un bel pomeriggio ai grandi ed ai (tanti) bambini.

I costumi e le scenografie hanno monopolizzato l'attenzione con le idee, colori e fantasia delle sei squadre 'in gara'. La corsa (non competitiva) è ormai un'occasione per stare insieme e fare il tifo per le squadre del cuore.

Come sempre un ringraziamento a Paolo Gamberini ideatore ed organizzatore della Corsa, alla Proloco, alla Croce Rossa ed alla Protezione Civile Comunale. Soprattutto grazie ai ragazzi che anche quest'anno si sono impegnati tantissimo per regalarci questa impagabile occasione di divertimento. Appuntamento al prossimo anno!!

Tutte le foto QUI

Pubblicato il : 
Domenica, 22. luglio 2018 - 21:04
Vota l'articolo
Ogni anno le stesse faccie, cambiano i costumi ma le faccie son sempre quelle! La kasta che sfoggia davanti alla plebe! Nonostante ciò sempre divertente!
Che tristezza, come il commento precedente dice, sempre le solite faccie! Poco coinvolgimento dei cittadini! Sempre e solo i soliti! Perché non farlo diviso per frazioni? Un cariolo per frazione e vediamo ogni anno chi vince!O è solo una corsa riservata ad una certa élite?
Cari i miei anonimi, basta chiedere a paolo gamberini o alla pro loco e vedrete che saranno ben lieti di prendervi come nuovo equipaggio. Ma attenzione vi svelo in segreto, c'è da lavorare per trovare persone e idee per i costumi. Altra cosa xchè nn mettete mai i vostri nomi? Avete paura di ritorsioni?
Le rispondo io che non sono anonimo e non vivo più a Loiano. Se solo si prova a rivolgere la parola a certe persone dell'elite (che poi ... elite... ma de che!) si ricevono certe occhiate e CERTE RISPOSTE che valgono per chiunque non è di Loiano da generazioni. La gente si tira indietro, c'è un razzismo verso i nuovi arrivati che si taglia con il coltello: occhiatacce, risposte sgarbate, nessuna volontà di condivisione. Vi auguro che le cose cambino. Io intanto dopo meno di un anno che abito nel nuovo posto dove mi sono trasferito nel modenese, poche valli più in là, faccio parte della Pro Loco e del comitato per la festa principale perché i "pensionati giovani" come me e la mia signora sono considerati una risorsa... E LAVORIAMO TANTO, come facevamo già da lavoratori! Noto il clima sociale completamente diverso da Loiano, ma d'altra parte basta andare anche solo a Monghidoro. Spero di aver risposto ai suoi dubbi e sull'aver colto nel segno me lo confermerà la solita pioggia di pollici negativi!! La classica reazione dell'elite loianese ahahahah
Allora io nn sono loianese, ma di san donato, e mi son fatto un anno di pro loco. Ne sono uscito per stare con mio figlio appena nato. E tutti gli anni se riesco a conciliare gli impegni familiari aiuto nella batdura e altre feste all'occorrenza. Quindi anche se non si è di Loiano si riesce ad entrare in quella che voi chiamate "elite". Secondo me dipende molto di più dal carattere delle persone, che a mio avviso, se non riesco ad entrare nella famosa elite, sono un poco poco permalosetti.
Giusto per curiosità....la madre di suo figlio è di loiano o anche lei di san donato?
Ci sono persone provenienti dal Senegal che sono qui da venti anni o forse di più che partecipano alla vita sociale del paese tranquillamente. ( sanno giocare anche a briscola)
Sicuro... ci sono anche i bambini di Chernobyl che vanno in vacanza. Il loianese doc dell'elite è particolare: deve far vedere che è bravo, buono, caritatevole ma a distanza. Sicuro che alla lunga dopo vent'anni giocano a briscola, ma quanti di questi fanno parte dell'elite chiusissima di cui parlavamo? Perché io di senegalesi che corrono con i carrioli o fanno parte di qualcosa di organizzativo non ne ho visti. Però, ripeto e poi vi saluto definitivamente: vi auguro che la situazione migliori. Il mio contributo era solo per evidenziare un problema, non per fare critiche gratuite che non ho mai fatto. Se per voi il problema non c'è... ok. :)
Anonimo mi ha preceduto, volevo commentare la stessa cosa!!! Di dov'è la sua signora? Di Loiano o avete un'attività commerciale a Loiano.
credo che gianni abbia centrato il problema...alla fine si torna sempre li...ma a differenza sua io sto qui e continuo a scrivere in anonimo! comunque nessuno dice che non si stia facendo nulla...anzi tutto il contrario ma si dice solo che è tutto in famiglia e se non sei della famiglia puoi solo stare a guardare! delle altre vallate non mi interessa nulla a me ora interessa di loiano.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.