Mercoledì, 7. June 2023 - 0:14

Story

Giovedì 13 al via la 20° Edizione della Festa d'la Batdura. Il Programma della prima giornata

Apertura degli stand gastronomici, conferenza 'Il cibo della salute' e concerto spettacolo di Greg & the Frigidaires

Inizia domani (giovedì 13 Luglio) la ventesima edizione della Festa d'la Batdura a Loiano. 

Questo il programma della prima giornata:

ore 19.00 Apertura degli Stand Gastronomici 

“Il Fienile”, “I Cacciatori” , “Crescentine”

ore 20.30 Conferenza “Il Cibo della Salute: un progetto per contrastare le intolleranze alimentari e valorizzare l’agricoltura dell’Appennino” con Lucio Cavazzoni Presidente gruppo Alce Nero. Interverrà Tiberio Rabboni, Presidente del GAL Appennino Bolognese in Piazza Dall’Olio

ore 21:30 Concerto/Spettacolo “Greg & the Frigidaires” rock’n roll band capitanata da Greg del celebre duo “Lillo & Greg” in Piazza del Comune

data pubblicazione: 
Mercoledì, 12. July 2017 - 18:53

Commenti

Purtroppo le critiche mosse in occasione della scorsa edizione non sono valse a niente. Prezzi da via d'Azeglio, sia agli stand che per una semplice birra.

Caro Loianese deluso mi dispiace che la pensi così. Se ti addentrassi meglio nei costi di questa festa capiresti che la maggior parte delle entrate vengono dagli incassi dei ristoranti e che i prezzi sono quelli di mercato vista la qualità dei prodotti.

che la maggior parte delle entrate venga dai ristoranti non ho dubbi. Ma, per cortesia, non tirarmi fuori la storia dei prezzi di mercato. Sia chiaro, non ho assolutamente nulla contro gli organizzatori, anzi. Però che per la stessa quantità di birra si debba pagare di più al banchetto o allo stand piuttosto che in uno qualsiasi dei bar di Loiano (che deve pagare affitti, tasse, dipendenti, camparci sopra...) mi sembra una cosa fuori dal mondo.

Carissimo loianese deluso.... se apre gli occhi e si sposta dal Nostro paese... si renderebbe conto che nelle varie manifestazioni che fanno nei nostri paesi limitrofi, i costi sono sempre gli stessi... e come dice il Bovaz... se ci fosse dentro sarebbe in grado di capir tante, tante cose.
Un consiglio da un Volontario Orgoglioso... se non le piace quello che accade nel nostro paese ( OVE FORTUNATAMENTE C'È QUALCUNO CHE SI SBATTE PER TENERLO VIVO IL PAESE) si trasferisca Altrove.

Carissimo, fai bene ad andare orgoglioso del tuo essere volontario. Un po' meno del tuo modo di ragionare, in quanto chi si prodiga per la buona riuscita di queste feste, dovrebbe cercare il modo di invogliare la gente a partecipare, non a fare il contrario

Premetto che a me non interessa assolutamente nulla della discussione in corso, anche perché non bevo, ma purtroppo mi è capitato di leggere quanto da lei scritto. Ora, dato per scontato che l’opera di un volontario, in tutti i casi, deve essere sempre considerata degna di rispetto, tuttavia mi sento in dovere di puntualizzare alcune affermazioni da lei fatte. Assodato, evidentemente non per lei, il sacrosanto diritto di critica, attenzione: sia essa giusta o a sbagliata, più semplice sarebbe stato spiegare la natura di quelle: “Tante cose”. Dico questo perché le confesso di essere un po’ preoccupato, intanto per il modo di “Tenerlo vivo” (Il paese), ma questa è una mia opinione, dall’altro perchè trovo insensata l’affermazione “Si trasferisca altrove”. Non è molto carino affermare che chi fa una critica si debba trasferire, intanto perché rischia di restare molto solo, poi perché un domani questa’asserzione, si potrebbe trasformare in un’arma a doppio taglio. Franco Bolognesi

Non mi permetto di commentare sui prezzi perché è una materia che non conosco (conosco i prezzi ma non i costi della manifestazione che comunque trovo bella).
Vorrei invece essere costruttivo e dare un contributo alla crescita: assumete questo volontario orgoglioso come PR del paese! E' un genio! Io credo che sia anche il caso di dargli un bello stipendio alto perché le proloco degli altri paesi se lo contenderanno. Anzi, "se non ti piace vattene altrove" bisogna usarlo come slogan per il prossimo anno, prevedo un successone.

Vorrei fare una domanda seria, davvero, perché sono anni che me lo chiedo. Ri-premetto che a me la Batdura piace, non capisco una cosa: perché invece di quei banchetti stupidi da fiera campionaria non ci sono i produttori locali? E' la festa della battitura del grano e i banchi sono tutti da mercato generico, per non parlare dei prodotti tipici del resto d'Italia. A Loiano ci sono molte aziende con produzioni di prima qualità. faccio un esempio banale: siamo andati a una fiera a Imola e c'era lo stand di un'azienda agricola di Loiano che produce farine, paste, biscotti. Ci siamo chiesti perché no alla batdura. Sarebbe più tipico e attirerebbe più gente che non la replica della montagnola

Aggiungi un commento

Back to Top