You are here"Sulla Scuola di Agraria bisogna investire; è a livello di insegnanti che va riqualificata".

"Sulla Scuola di Agraria bisogna investire; è a livello di insegnanti che va riqualificata".


Il Sindaco e l'Amministrazione sulle potenzialità e criticità della scuola superiore loianese.
"Sulla Scuola di Agraria bisogna investire; è a livello di insegnanti che va riqualificata".

Durante l’incontro di frazione all’Anconella, il Sindaco e l’Amministrazione hanno toccato diversi argomenti fra cui la  Scuola Superiore di Agraria di Loiano con i punti forti e le criticità ad essa collegate.

E’ stato ricordato il successo dell’iniziativa ‘la via dei Mulini’ della scorsa estate che ha fatto  registrare una riposta più che positiva anche come presenze. Per questo si auspica che in futuro vi possano essere ancor più persone disponibili a fare da guida così da proporre un numero maggiore di appuntamenti. Sempre il Sindaco ha poi espresso il suo punto di vista relativamente alla scuola Superiore di Agraria ed alle potenzialità ad essa legate.

I ragazzi devono avere la possibilità di entrare nella Scuola di Agraria per amore e non perché è più comoda;   la scuola si qualifica sia con gli insegnanti che con la motivazione dei ragazzi. Ci sono ragazzi di Bologna che vengono a Loiano perché ci sono due progetti formativi, Forestazione ed Ambiente che in città non ci sono”.

Ha poi proseguito : “c’è ancora molto da fare nella riqualificazione della Scuola Superiore; è una scuola su cui bisogna investire per avere degli insegnanti…. E’ a livello di insegnanti che bisogna riqualificarla perché è importante avere insegnanti che rimangano nella scuola per un periodo lungo, per più anni”.

E’ stato poi toccato il tema della serra rimasto inagibile a causa dei danni provocati dalle scorse nevicate (riportiamo testuale). “La serra è stata inagibile solo per un anno ed adesso è stata rimessa a posto. Avevamo chiesto di fare degli interventi ma la Provincia non lo ha permesso. La serra è di nuovo agibile ma non avere insegnanti che non investono sul loro lavoro all’interno della serra…. Oggi finalmente  abbiamo una nuova Preside che  speriamo rimarrà degli anni”.

Considerazioni tacitamente condivise dalla maggioranza e dall’Assessore all’Istruzione, Giulia Naldi, presente all’incontro. E’ stato poi anticipato un progetto di collaborazione con l’Istituto, per la forestazione della Pineta .

 

novembre 2015

Pubblicato il : 
Venerdì, 6. novembre 2015 - 13:38
Vota l'articolo
L'amministrazione potrebbe investire sulla scuola agraria semplicemente dando in concessione ad essa alcuni territori(esempio bosco in località "CA di Balloni ....dato in affitto a privati da tempi memorabili per pochi spiccioli....oppure avviare una collaborazione per la gestione delle aree destinate a "parco"....volendo anche la pineta ..)completando così un percorso di formazione dell'indirizzo scolastico superiore che sicuramente attirerebbe maggiormente ragazzi interessati all'ambiente e territorio.... Forse darebbe anche uno stimolo in più a molti prof.a rimanere(non chidere trasferimento ogni anno)in quanto partecipi di un progetto più ampio e professionale...
Per quanto riguarda Cà di Balloni credo che il bosco faccia già parte di un progetto della scuola sul castagno ma viene comunque fatto un bando per l'assegnazione che penso preveda la raccolta dei marroni e la pulizia. Bisogna verificare lo stato attuale del progetto e della concessione. La pineta in gran parte non è proprietà del Comune ma di privati. L'idea di fare progetti più ampi è bellissima ma temo che per i professori sia difficile poter portare i ragazzi a "lavorare" su terreni che non siano della scuola per i soliti problemi di assicurazione, di sicurezza e di responsabilità .Certi progetti richiederebbero anche molte ore di impegno e lavoro da aggiungere a quelle delle lezioni. Per come è strutturata la scuola oggi mi sembrano proposte difficili da realizzare ma sicuramente bisogna lavorare in questa direzione per rendere l'istituto più attraente e stimolante per alunni e professori
Sono ottime proposte ma richiederebbero dialogo, capacità di analisi e di dialogo, empatia, conoscenza, volontà e capacita critica. Tutte caratteristiche che questa amministrazione non sanno neanche dove stanno di casa. Molto più semplice scaricare la colpa sugli insegnanti...
Sicuramente sono proposte ambiziose ...però si diceva un tempo: "volere è potere"...CA di Balloni mi sembra, che il bosco sia ora dato in concessione non più che 2 anni alla volta...( per questo che ora quello comunale è maltenuto) La pineta è per gran parte del comune e della colonia della"pulce"e cmq non credo che il problema maggiore siano le aree da destinare a progetti di studio e valorizzazione ambientale nell'ambito dell'istituto agrario... Ciao ciao Bovaz P.S. Ridendo e scherzando se alle prox elezioni ti candidi sindaco tieni presenti queste proposte....

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.