Mercoledì, 29. May 2024 - 22:28

Story

Nell'incontro fra Amministrazione e commercianti stessi problemi e stesse risposte

L'incontro organizzato dal Sindaco su richiesta dai commercianti

Dopo quasi un anno dall'insediamento, il Sindaco e l'Amministrazione loianese hanno incontrato i commercianti ed i responsabili delle attività locali. Un incontro (senza pubblico e senza forze politiche di minoranza), scaturito su richiesta degli stessi commercianti. 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un breve resoconto di uno dei presenti.

 

Serata affollata ieri nella sala del Consiglio per l’incontro tra l’amministrazione e i commercianti. Circa 40 le persone presenti  . Apre la serata il Sindaco chiarendo che da tempo si sentiva la necessità di un incontro (confermato dalla nutrita presenza) e che loro lì erano principalmente per ascoltare le richieste e le proposte dei commercianti.

Piero Baldassarri illustra le iniziative in lavorazione  da parte degli operatori economici a cui segue  nuovamente il primo cittadino che informa  su un progetto inserito in EXPO 2015 insieme alla Regione (uno spazio nel video che verrà proiettato durante l’evento). Oltre a questo,  un progetto sulle  “vie d’acqua”, da supportare con altre Unioni di Comuni così da accedere ai fondi Europei. Infine siamo presenti anche in “Bologna Welcome” il sito turistico del Comune di Bologna.

Da parte del pubblico sono invece scaturite  problematiche ed  esigenze molto tangibili e di effetto immediato:  per esempio sgravio di alcuni costi come  il suolo pubblico per chi organizza eventi o una riduzione/annullamento dell’imposta sulle insegne. E' poi è stato chiesto l’intervento di mediazione del Comune per moderare il prezzo degli affitti e proposto di ridurre l’IMU a chi affitta a nuove attività o di aumentarla per i locali vuoti.

L'Amministrazione risponde che tutti i tentativi fatti fino ad ora non sono andati a buon fine e che troverebbe giusto ridurre le imposte solo alle attività “mancanti”, perché agevolare  l’apertura di attività in concorrenza con quelle già esistenti rischierebbe di mettere in difficoltà entrambi (!). 

Diversi commercianti  lamentano anche di avere difficoltà con il SUAP perché non sanno utilizzare il computer e di conseguenza sono costretti a recarsi a Pianoro presso gli uffici dell’Unione avendo così un forte disservizio. La Sindaco ha detto che all’ufficio commercio il personale è disponibile per chi ha questa difficoltà. Alcuni sostengono che uno dei problemi principali è l’orario di apertura dei bar altri che ci sono  gruppi di commercianti in perenne disaccordo  oppure che il problema è che la gente percorre Viale Marconi e non passa più per il centro . Il mercato domenicale è stato un altro dei problemi elencati , è stato chiesto di rinnovarlo ma per ora i regolamenti lo impediscono.

Spunta come sempre il tema della capacità dei commercianti di essere disponibili e cortesi con la clientela ma nessuno ammette colpe o si rende disponibile a fare di più 

Per il turismo viene detto che oramai è tutto delegato all’Unione ma non si è avuta risposta in merito a chi sono i referenti e quanto è il budget disponibile. Da parte mia ho sostenuto la necessità di dare un “obiettivo “ al futuro del paese e di coordinare le azioni necessarie a raggiungerlo e ho ribadito che andando avanti così il paese sarà “chiuso” in poco tempo.

La Sindaco offre la massima disponibilità nel verificare se ci sono possibilità di accogliere le richieste ma conferma che la disponibilità economica e praticamente inesistente e che i progetti eventuali dovranno essere a costo quasi zero.

L’appuntamento è tra 15 giorni per fare il punti della situazione

Andrea Bovina

 

marzo 2015

data pubblicazione: 
Martedì, 24. March 2015 - 18:41

Aggiungi un commento

Back to Top