Giovedì, 8. December 2022 - 10:51

Story

Per ristrutturare la Caserma CC, aumento dell’affitto o ‘tassa di scopo’

Il sindaco: "anche se la Prefettura non accetta l'aumento si procederà comunque al finanziamento con una nuova imposta"

Se la Prefettura non accetta un aumento del canone, il Comune di Loiano istituirà una nuova imposta  per finanziare  la ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri di Loiano. Questo in sintesi quanto emerso in Commissione, dopo che la Minoranza aveva chiesto aggiornamenti sulla situazione della Caserma.

Il sindaco ha comunicato che la Prefettura ha approvato il progetto che è stato presentato (salvo qualche modifica) e adesso si apre la questione di come finanziare i lavori. Gli scenari sono due: o la Prefettura accetta un aumento del canone di affitto o il Comune istituirà una ‘imposta di scopo’ per reperire € 25.000 all’anno .

Va ricordato che la Prefettura aveva già rifiutato una richiesta di aumento (dai € 1800/anno odierni a € 1800/mese comprensivo di due appartamenti) e quindi la cifra ora verrà ridimensionata.

Al contrario della precedente richiesta, sindaco e Maggioranza hanno ribadito che l’aumento non è vincolante al finanziamento ed anche in caso di nuovo diniego da parte della Prefettura, si procederà comunque applicando la nuova imposta

L’anno scorso il Comune aveva partecipato ad un Bando per reperire le risorse ma la richiesta non è stata finanziata.

data pubblicazione: 
Giovedì, 29. September 2022 - 5:53

Commenti

Piuttosto che inserire una nuova tassa, che comunque grava sempre sul privato... il comune potrebbe contrattare un canone un po più consono?... da quello che leggo vorrebbero passare da € 150,00 al mese attuali (1800 €all'anno) a € 1800,00 al mese ... capisco che la prefettura non abbia accettato la proposta .... inoltre la tassa di scopo è limitata nel tempo e per quell'opera per cui con un canone di € 150,00 al mese non riuscirebbero a coprire neanche eventuali interventi di manutenzione ordinaria che si rendessero poi necessari con il tempo....

A noi comuni mortali pare che i costi delle caserme debbano essere a carico del ministero degli interni; se qualcuno ha deciso o propone una tassa per i cittadini residenti la prossima sarà una tassa per pagare le divise, poi forse le armi comprese le postole taser e i proiettili; una altra idea : far pagare un ticket al cittadino che chiama i carabineri ; un domani forse una tassa per i residenti a Bologna per pagare i costi del fatiscente carcere della Dozza ; è che se un governo aumata le spese militari e manda armi all'Ucraina (si dirà che in questo caso le risorse gravano su un altro ministero...) i soldi finiscono;
comunque siamo pronti a discutere tutto : per esempio il comune ha recuperato "qualcosa" per la bonifica del cemento-amianto della cosiddetta ex-piscina ? O pur senza tassa di scopo hanno pagato i cittadini comunque ?
Se alla fine con i soliti metodi "democratici" sarà tassa di scopo , per cortesia , che non si costringano pue i cittadini a fare le code per pagarla...
certo che sul pianeta terra c'è di (molto peggio)...

Vito Totire, RETE EUROPEA PER LA ECOLOGIA SOCIALE

Aggiungi un commento

Back to Top