Giovedì, 3. December 2020 - 14:44

Story

"Prigioniero in casa (a Loiano)"

Riceviamo e pubblichiamo

Diamo rilievo ad un commento

Mi interesserebbe la parte dell'isolamento / quarantena come viene gestita.
Sono un positivo sintomatico di questo comune e al momento mi trovo prigioniero "per mia iniziativa"e nn certo per disposizione del DSP.
Non ho più sintomi da 20 giorni ma nessuno del DSP mi ha contattato per il tampone di controllo.
Sono a casa dal 23 ottobre ho compilato 4 volte il modulo di contatto con il DSP, nessuno risponde al telefono , e il MMG già il 2 nov ha comunicato al DSP l'avvenuta guarigione per l'esecuzione del tampone.
Insomma nessuno si occupa dei malati guariti: quasi un mese a casa e se esco rischio una denuncia..per epidemia colposa così mi hanno detto i vigili..
Ultima cosa: ho l'app immuni..e la mia positività nn è segnalata sul telefono.
Direi ottimo..

Vincenzo

foto: Idea di Pianoro

data pubblicazione: 
Domenica, 15. November 2020 - 18:19

Commenti

Sono solidale con Vincenzo, anche come medico, e devo dire che ritengo socialmente responsabile il suo comportamento; auspico che la Ausl risponda velocemente alle questioni che ha posto; mesi fa personalmente detti la mia disponibilità a collaborare ai sindaci dell'Unione Savena-Idice compreso s. Lazzaro; collaborare, intendo in particolare sulla gestione e interpretazione dei dati epidemiologici; NESSUNA RISPOSTA NEANCHE NEL SENSO DI DIRE: NON GRAZIE, NON NE ABBIAMO BISOGNO,SIAMO AUTOSUFFICIENTI.
La Ausl da mesi non risponde a quesiti relativi ai dati da cui si potrebbero fare deduzioni sulle modalità della diffusione del virus tanto da far considerare fatica sprecata il tentativo di insistere; io credo che Vincenzo, che ringrazio anche perchè ha capito che una gestione "paranoidea" della privacy è una cosa assurda, abbia diritto a un "risarcimento" per il distress subìto; non parlo necessariamente di risarcimento economico, parlo, quantomeno, di "scuse"; lo so che è un discorso "in salita"; persone come il Procuratore della repubblica di Bologna hanno già assolto tutti prima ancora di concludere le inchieste penali...
se il signor Vincenzo non è contrario noi ci affianchiamo a sostenere la sua istanza con una comunicazione al dipartimento di sanità pubblica; e grazie ancora per il contributo alla trasparenza.
Vito Totire, rete per l'ecologia sociale
se V

Aggiungi un commento

Back to Top