Giovedì, 22. October 2020 - 13:29

Story

Ancora abbandono di rifiuti a Cà di Balloni

La Minoranza sollecita l'installazione di telecamere di controllo. Il Sindaco: "costano e bisogna sapere dove metterle"

Su segnalazione del sig Vito Totire, il Resto del Carlino di oggi torna sull’abbandono di rifiuti nel territorio loianese. Protagonista è ancora Cà di Balloni che con la Guarda, Casoni, Scascoli, sono i punti ormai tristemente noti che molti utilizzano come discarica abusiva. In questo caso si tratta di un frigo, una batteria e plastica varia che il vento di questi giorni sta sparpagliando

L’articolo riprende anche l’ interrogazione presentata nell’ ultimo Consiglio Comunale dal gruppo di Minoranza “Loiano Impegno Comune” sull’utilizzo delle telecamere per arginare questo fenomeno. Il Sindaco ripete - da parte sua - quanto già dichiarato in Consiglio e cioè che l’installazione di telecamere ha un costo e bisogna sapere dove metterle. Morganti conferma che comunque ci stiamo pensando.

data pubblicazione: 
Domenica, 4. October 2020 - 15:47

Commenti

Nessuna decisione solo rinvii
Il sindaco dice che ci sta pensando...
Speriamo ...Non fonda gli ingranaggi...

Ps Regaliamogli una Svegliaaa!!!

Tutti bravi a giudicare ma quando poi bisogna fare le elezioni nessuno che si candida. Se siete tutti così bravi candidatevi e risolvete voi i problemi del paese!
Ricordo poi che Loianoweb è gestito direttamente dalla minoranza che, nonostante si sforzi di essere imparziale (cosa che da me è molto apprezzata) e riportare anche notizie che raccontano i successi della maggioranza, inevitabilmente è più portata a riportare le notizie di scelte con cui non è d'accordo rispetto ad altre, o a dare un taglio giornalistico più propenso verso l'idea della minoranza qualora non sia d'accordo con la maggioranza. Non si può fare una colpa a nessuno di ciò (e ripeto che apprezzo molto che si sia scelto di riportare anche notizie che implicitamente riportano 'successi' della maggioranza), ma credo che leggendo bisognerebbe tenerlo nella giusta considerazione. Innegabile poi il dato di fatto ma le motivazioni spesso non sono riportate per cui si possono interpretare in diversi modi.

Si si candidatevi, poi non vi votano perchè i vecchi e i loianesi doc non vogliono cambiare. Di possibilità ce ne sono state, almeno due. Non dico che con Zappaterra le cose sarebbero state idilliache, certamente ci saremmo lamentati, ma forse avremmo assistito ad un cambio di rotta. Magari avrebbe trattato gli affari più professionalmente, senza farsi influenzare da parentele, favori da restituire, baracchine da comperare, processi da seppellire, ecc. Purtroppo non lo sapremo mai.
E' inutile candidarsi quando quello che comanda da trentanni a Loiano ha il favore degli anziani e delle famiglie più "potenti" che dirigono i voti. Tanto non ti votano, votano i raccomandati, quelli che non sanno nulla dei problemi di un paese, gente che non ha esperienza, coloro che non faranno mai nulla per cambiare e lasciano tutto com'è, anche per incapacità. Le persone elette cambiano ma quello che ce le ha messe è sempre lo stesso ! Un sordo ristagno che puzza di fogna .... quindi, teniamoci questa situazione, visto che chi vota non vuole cambiare !!!

Condivido in pieno, purtroppo è così anche a Monghidoro...

Cambiare le cose è molto difficile come in tutti i paesi (ed il mio non fa eccezione purtroppo), ma anche metterci 'la faccia' firmandosi con nome vero senza nascondersi dietro a pseudonimi è un inizio di cambiamento o perlomeno indica una VERA volontà di cambiamento. La verità è che nei paesi tutti vogliono il cambiamento ma lo devono fare altri poiché nessuno o quasi vuole metterci la faccia, spesso per evitare discussioni con amici e conoscenti, di essere magari esclusi da certi giri o altro. Ma finché il cambiamento non parte dal basso non si può poi pensare che ci sia in alto... Si vota come si vive, se si vuole stare sereni e andare sul sicuro non si cambia mai nulla. Se invece ci si ribella bisogna poi essere disposti a pagarne le conseguenze in tutto, ricordandosi sempre che per il resto del mondo gli altri siamo noi.

La maggioranza dei loianesi si merita Morganti che è la fotocopia della Colazzo guarda caso sempre del Pd. Purtroppo la memoria è corta e ce ne siamo dimenticati

Ed è proprio perché viviamo in un paese del genere che è meglio usare pseudomini: non sai quanto possano essere vendicative alcune persone e ultimamente purtroppo hanno il vizio della denuncia facile che serve non a portare giustizia, ma ad intimidire. Tu, per esempio, di cosa ti occupi ? Ti piacerebbe che ti obbligassero a difenderti in tribunale solo perché hai detto ciò che pensi, anzi, ciò che hai visto ?!? Ti piacerebbe che ti boicottassero il lavoro che magari svolgi in questo paesucolo ? Quando le istituzioni ai vertici non difendono i diritti dei cittadini, ma anzi, danno spazio e ragione a chi nel consiglio difende i propri personali interessi, come ti comporti ?

Credo che il nodo della questione sia il rispetto e la mancanza di rispetto. Se si dice il proprio pensiero in termini rispettosi e appunto rispettando il punto di vista altrui credo che la gente apprezzerebbe e nessuno avrebbe nulla da temere. Se invece si vuol poter insultare l'intelligenza e la dignità altrui e non si è in grado di sostenere una discussione senza denigrare l'altro per fare valere le proprie ragioni beh, allora qualcuno che prima o poi ti da una legnata sul muso (reale o figurata) lo trovi....
Rispettare l'altro e trattarlo come vorresti essere trattato è una lezione che si impara negli anni della scuola, dall'asilo alle superiori, ma molti purtroppo arrivano all'età adulta senza averla ancora imparata del tutto o avendola dimenticata.

Aggiungi un commento

Back to Top