Domenica, 14. April 2024 - 15:50

Story

Una proposta alternativa alla pedonale per Scanello

Nel piano triennale dell opere pubbliche è stato nuovamente inserito il progetto della pedonale di tre chilometri che porterà a Palazzo Loup. L'opera ha un valore di oltre trecentomila euro, residuo dei lavori Cavet.

Risorse che in origine dovevano esssere investite per una pedonale in fondovalle, poi l'amminstrazione attuale ha deciso di rivederne la destinazione. Peccato perchè l'ultimo PSC di Pianoro prevede una pedonale di 12km proprio in fondovalle a cui in futuro ci si sarebbe potuti collegare.

 

Da quando sono state realizzate sulla Futa le piazzole belvedere,  sempre più spesso si incontrano persone che passeggiano sulla strada sfruttando i pochi camminamenti esistenti. Già oggi se ne incrociano diversi ed in estate è facile pensare che in estate aumenteranno di numero con forti rischi  dati dal traffico di auto e moto.Situazione particolarmente evidente nel tratto Loiano-Sabbioni.

 

Rivedere nuovamente la destinazione (se è ancora possibile)  e valutare di realizzare una pedonale sulla Futa porterebbe indubbi vantaggi:

  • Si potrebbe collegare al marciapiede già esistente che termina alla Madonnina
  • In futuro si potrebbe addirittura ipotizzare una pedonale che arriva fno a Sabbioni.
  • Si sfrutterebbero ancor di più le piazzole belvedere con totale sicurezza per i pedoni.
  • Le numerose abitazioni che corrono lungo questo tratto, avrebbero indubbi vantaggi da questa realizzazione (verso Scanello le abitazioni sono pochissime). Anche in questo caso si potrebbe aiutare una realtà commerciale come il residence Il Boschetto

In alternativa i potrebbe anche ipotizzare una pedonale verso la fondovalle. Un tratto panoramico unico nella zona che, anche in questo caso, aiuterebbe realtà commerciali e residenti.

Il progetto di questa pedonale non mi risulta sia già stato approvato. Sarebbe forse opportuno sentire cosa ne pensano i cittadini e, in ogni caso, attendere le decisioni della nuova amministrazione.

febbraio 2014

 

 

data pubblicazione: 
Martedì, 18. February 2014 - 17:49

Commenti

la potenza dei Baldassarri non ha rivali...
invece quei poveri geppi che raccolgono firme per allungare il marciapiede in via Napoleonica (al momento arriva fino davanti al consorzio) fino all'incrocio di via del boschetto dovranno continuare ad incrociare le dita sperando di non essere investiti (magari con il passeggino) nella "esse" fra il consorzio stesso ed il B&B lo scoiattolo. Ma magari aspettiamo che ad agosto "stirino" qualche "cinno" della Pulce, così poi magari il marciapiede lo faranno....

Utente del 19/02/2014 Hai pienanmente ragione, aggiungo anche che la straada per Scanello e' anche piena di avvallamenti, buche, rattoppi vari ed in certi tratti priva di guard-rail (vedi macchine fuori strada con le prime nevi), parte di quei soldi si potrebbero utilizzare per aumentarne la sicurezza e percorribilita'.
Oppure finanziare il progetto del nuovo parco a Quinzano che a tutt'oggi e' in larga parte autofinanziato dal Centro Sociale.

In aggiunta alle motivazioni in favore della pedonale sulla Futa, sottolineo che:
il percorso fino a Scanello è sì panoramicamente bello, ma molto esposto ai venti , mentre la Futa si snoda in posizione soleggiata e protetta.

Completare il percorso già esistente ,permettendo un comodo e sicuro accesso alle piazzole di sosta, mi sembra la decisione più logica in assoluto.

Pérchè ,dato l'interesse di tutti, non fare un referendum ,
e chiedere ai loianesi cosa ne pensano, dato che è del nostro paese che si parla, non dovrebbe essere complicato, un banchetto davanti al municipio, la domenica mattina...

Aggiungi un commento

Back to Top