Domenica, 26. May 2024 - 17:59

Story

Dieci anni fa il Comune riclassificò le strade per ‘scarsità di risorse’

Molte strade diventarono ‘private o vicinali ad uso pubblico’ lasciando ai privati le spese di manutenzione.

Con i dissesti che colpiscono molte strade del nostro territorio e la recente vicenda di via Dei Boschi, è bene ricordare che sono passati dieci anni dalla riclassificazione delle strade, decise dal Sindaco Giovanni Maestrami e dalla Maggioranza di allora.
Con al Delibera n 27 del 9 aprile 2014 (allegata), l’Amministrazione comunale aggiornò l’elenco delle strade comunali, le strade di lottizzazione e le strade di uso pubblico, intendendo strade di proprietà privata/vicinali di uso pubblico. Da allora si sono succeduti altri aggiornamenti sempre penalizzanti per i cittadini.

La motivazione di questa scelta fu prettamente economica come aveva confermato lo stesso vicesindaco Paolo Gamberini: “La condizione di molte strade è legata purtroppo  alla limitata  disponibilità  di  risorse. La  classificazione  è  fondata esclusivamente su elementi oggettivi e su dati tecnici. È evidente però che le  risorse  del  comune  non  consentirebbero  di  intervenire  in  tutti  i  casi  e  giudica  quindi equilibrata la proposta di classificazione.”

In Consiglio Comunale l’opposizione di centrosinistra (Capogruppo Enrico Dini), si oppose a questa scelta: “si tratta di una decisione che avrà conseguenze rilevanti per molti cittadini, i quali non sono stati adeguatamente informati. Molte strade vengono da un momento all’altro definite private trovandosi in pessimo stato di manutenzione. A suo parere tutto ciò crea grande incertezza fra la popolazione.” Nonostante ciò, l’attuale Amministrazione non ha cambiato nulla di questa classificazione lasciando ai privati l’onere delle manutenzioni.

 

AllegatoDimensione
PDF icon class strade.pdf236.68 KB
data pubblicazione: 
Lunedì, 18. September 2023 - 5:21

Aggiungi un commento

Back to Top