Lunedì, 27. May 2024 - 3:00

Story

Renzo Panzacchi “la vendita della Chiesa di Gragnano è un segno dei tempi che cambiano”

Riceviamo e pubblichiamo.
La sorprendente superficialità di molti post denota la scarsa o inesistente conoscenza della realtà che sta dietro a decisioni che non sono di certo prese alla leggera. Il punto è se si vuole cercare di capire le ragioni che hanno portato alla difficile decisione di cedere il complesso della chiesa di Gragnano, oppure se si tratta di sterile polemica. In quest’ultimo caso è inutile proseguire.
 
Nel primo caso, invece, non sarà sfuggito come, negli ultimi 15/20 anni, il numero dei parroci che presidiavano il territorio Loianese sia continuamene diminuito, fino ad arrivare ai nostri giorni, che vedono un solo sacerdote occuparsi di un territorio vastissimo. Di pari passo varie chiese sono state chiuse per l’impossibilità di essere gestite, curate e mantenute in buone condizioni.
 
La chiesa di Gragnano in particolare è in condizioni di stabilità precarie: niente è compromesso, ma è indispensabile procedere quanto prima a lavori di consolidamento che richiedono investimenti che non sono alla portata della Parrocchia Collegiata di Loiano. Occorre guardare in faccia la realtà e chiamare le cose con il loro nome, ben sapendo che ne soffriranno i ricordi, gli affetti, la memoria di tanti nostri cari. Quanto sta accadendo a Gragnano è un processo che riguarda purtroppo tutta l’Italia. Alle voci più critiche suggerisco di non limitarsi a speculare sul caso Gragnano, ma di fare una banale ricerca su Google, come ho fatto io (vedi foto), perché scopriranno che in questo momento ci sono in vendita in Italia altre 148 chiese. E tante altre sono già state vendute negli scorsi anni. E’ un segno dei tempi che cambiano e i cambiamenti vanno affrontati con realismo. Grazie per l’attenzione
Renzo Panzacchi
data pubblicazione: 
Domenica, 17. September 2023 - 5:31

Aggiungi un commento

Back to Top