Martedì, 26. September 2023 - 0:59

Story

In via Cà di Romagnolo ripristino del manto stradale (nel tratto di Monghidoro)

In questi giorni in via Cà di Romagnolo sono in corso lavori di rifacimento del manto stradale. La parte interessata è quella di Monghidoro

data pubblicazione: 
Mercoledì, 26. July 2023 - 12:11

Commenti

Speriamo che inizino i lavori anche sulla strada che va alla Guarda.
Secondo me sarebbe ora

come dice l'adagio, chi vive sperando ....
La gentaglia che si è appropriata della politica continuerà a fare i cazzi suoi se si trova di fronte cittadini che continuano a sperare. Ci sono persone che avevano trent'anni quando andavano agli incontri con la cittadinanza in cui si prometteva il passante di Rastignano. Oggi di anni ne hanno 80, ma continuano ad andare alle stesse riunioni e continuano a sperare. La realtà (da non confondere con la speranza) è che quei 7 chilometrini sono ancora in alto mare. La realtà è che non abbiamo più neanche la fondovalle e siamo tornati indietro nel tempo.
Non avete notato che di fronte allo scempio generalizzato gli amministratori dormono sonni tranquilli? Sapete perché? Quelli sanno che la gente continua a sperare, o al massimo a mugugnare, ma la prossima volta ci sarà sempre qualche mugugnatore che gli darà il voto. Ma a nuèter al va ben acsé!

Finché la gente continuerà ad "andare alle riunioni" lasciando ad altri la responsabilità di attuare tutto senza metterci la faccia e l'impegno non cambierà mai nulla. Chi si è candidato ci ha messo faccia e nome completo, non ha solo ascoltato altri parlare ma si è impegnato in prima persona indipendentemente dai risultati, ma almeno ha PROVATO a fare qualcosa. Chi invece si nasconde dietro ad uno pseudonimo anche solo per sparare a raffica su tutto e tutti non può poi giudicare l'operato altrui... Per cambiare le cose occorre IMPEGNARSI. Troppo comodo lasciare agli altri la responsabilità di fare e poi saper solo criticare. Arnaldo Naldi insegna: ci ha messo faccia e impegno e ha ottenuto tanto, in primis la costruzione della Fondovalle. Ce ne fossero di più che fanno e si candidano e di meno che sanno solo criticare senza impegnarsi saremmo un paese migliore.

Conclusione. Un amministratore può fare quello che gli pare, pensare ai propri interessi piuttosto che al bene comune, non essere trasparente, mandare in malora il paese, ma alla fine la colpa di chi è? Del cittadino che osa criticare senza avere dimostrato preventivamente alla sedicente Alessia Pani di avere fatto qualcosa di concreto per il bene di tutti. Magari con l'aggravante imperdonabile dell'anonimato. La signorina invece può parlare sempre e pronunciare qualsiasi amenità, per diritto ascritto. Mi sembra del tutto logico. Grazie per la bella lezione di democrazia. Questo spiega abbondantemente perché siamo arrivati a questo punto, con la totale impunità dei politici, e perché le cose continueranno sulla stessa china, con grave danno per tutti.

La democrazia è proprio poter esprimere il proprio pensiero nel rispetto di quello degli altri.
Sono responsabile di quello che scrivo, non di come gli altri interpretano le mie parole. Volevo solo dire che criticare, per di più in modo anonimo, spesso non porta a nulla e potrebbe rimanere una polemica sterile da leoni da tastiera se non è accompagnata da azioni nella vita reale, invece se ci fosse più gente che si candida e/o prova a fare qualcosa di buono forse si potrebbero ancora migliorare le cose. Lungi da me giustificare amministratori pessimi, ma si può scegliere solo tra chi si candida...

Come diceva qualcuno "ognuno pensa come può" (me inclusa). Saluti.

Aggiungi un commento

Back to Top