Sabato, 4. December 2021 - 21:34

Story

La 'Grotta della Memoria', fra Sabbioni e Barbarolo, che fu rifugio durante la Guerra

Grazie al lavoro di Stefano Radicchio Serra che l'ha resa nuovamente accessibile

LA GROTTA DELLA MEMORIA si trova tra Sabbioni e Barbarolo all’inizio della 3° tappa della Via Mater Dei Barbarolo-Madonna dei Fornelli.

Grazie al lavoro di Stefano Radicchio Serra che l’ha mappata su Google QUI, posto la segnaletica e resa nuovamente accessibile, oggi è visitabile quello che una volta era una conserva per la frutta e durante l’ultima guerra anche un rifugio per i civili.

Proprio Stefano ha raccolto una testimonianza di suo nonno che ricorda un episodio di quei momenti:

"In questa Grotta, ex conserva per la frutta, nel 1944-45 si rifugiarono almeno 20 persone per sfuggire ai rastrellamenti Nazi-Fascisti. Anche mio padre, classe 1937 e mia nonna erano rifugiati in analoga grotta, poco stotto la Ceragna. Mio nonno, Serra Giovanni, all' epoca ferroviere, ogni 2 notti portava da Bologna, fin dove poteva in bicicletta eppoi a spalla, un sacco di patate per sfamare i rifugiati. Fu catturato e fatto fuggire dal soldato di origine polacca che lo stava portando all'escuzione nel campo di tiro sotto S.Cristoforo. Una seconda volta sfuggi' alla cattura rifugiandosi sulle pale del Mulinello. Febbricitante per la fuga nel letto del torrente, fu salvato dai mugnai che lo sfamarono con brodo caldo dalla botola di accesso alle pale. I tedeschi che lo cercavano con i cani si fermarono alla prima delle 3 pale del mulino, dopo la zuccata che l'ufficiale diede contro un trave."

Una bella idea per una passeggiata rispettando le nome vigenti

data pubblicazione: 
Lunedì, 4. May 2020 - 16:43

Commenti

Molto bello e interessante. Vorrei cogliere lo spunto per la passeggiata nella memoria. Ma dove è la Ceragna?

La Ceragna è una zona vicino alla Grotta, sotto l'Oratorio di S. Cristoforo

Aggiungi un commento

Back to Top