You are here'La vecchia piscina restituita al proprietario dal Tribunale Fallimentare'

'La vecchia piscina restituita al proprietario dal Tribunale Fallimentare'


Ritirato il pignoramento
'La vecchia piscina restituita al proprietario dal Tribunale Fallimentare'

Riceviamo e pubblichiamo

Quanto dobbiamo aspettare per la bonifica del cemento-amianto a Loiano ? Le istituzioni si stanno perdendo in un bicchier d’acqua; la situazione è ben evidente:

  • Il sito di Loiano noto come ex-piscina era già nelle condizioni di dover essere bonificato almeno nel 2014 (erano passati 12 anni dal varo della legge 257/92) e a nostro avviso già allora venne fatta una valutazione che sottostimava il rischio

  • Qualcuno ha concesso tre anni di inutile ma pericolosa attesa; la verifica statica già prevista come obbligatoria nel 2014 non è stata fatta , né è stata fatta una rivalutazione delle coperture alla scadenza dei tre anni dal 2014; 

  • La vicenda evidenzia la necessità di riscrivere le linee-guida regionali in quanto –a nostro parere –un sito dismesso deve essere comunque bonificato subito

  • Ia AEA è venuta a conoscenza del sito nel 2018; questo anche perché i comuni si ostinano a non fare i necessari ed esaustivi censimenti rendendo pubblici i dati;  orribile a vedersi la situazione di oggi (vedi foto allegate) necessità di bonifica ancora più urgente di quanto potesse essere nel 2014; 

  • Abbiamo denunciato la situazione a varie istituzioni già dal mese di giugno 208; benché con lentezza esasperante ed inspiegabile  la Ausl è intervenuta a settembre ma con un  “verdetto” chiaro: bonifica urgente entro 90 giorni e verifica delle condizioni di staticità entro 15 giorni;

  • Noi per la verità contiamo i 90 giorni dal 16 luglio, giorno in cui la Ausl è arrivata a Loiano e , con motivazioni non attendibili, non è entrata nel sito; per noi e per i cittadini i 90 giorni sono già scaduti il 16 ottobre per la bonifica  integrale , alla fine di luglio per la verifica statica !

  • Il tribunale fallimentare ha ritirato  la procedura di pignoramento , il sito è stato restituito al proprietario;

  • Il comune di Loiano –pur avendo ricevuto un imput chiaro dalla Ausl attorno al 10 settembre (l’imput è-per ragioni di salute pubblica –bonificare entro 90 giorni) pare orientarsi ad una ordinanza che impone la bonifica al proprietario dell’area ;  al momento attuale tuttavia questa ordinanza-che parrebbe suicida- il comune non la ha ancora fatta!

  • “suicida” in quanto : il proprietario è in grado di garantire la spesa visto che il bene pignorato , messo all’asta, gli è stato restituito per impraticabilità dell’asta?

  • Intanto il “generale inverno”incurante della burocrazia e della paralisi catatonica delle istituzioni, si avvicina; le ultime avversità meteo climatiche hanno ulteriormente peggiorato la situazione ; in una delle tre strutture edilizie da bonificare le lastre sono addirittura disancorate e appoggiate ai muri perimetrali; la inutile recinzione di plastica è stata abbattuta dal vento (in provincia di Bologna la forza del vento ha raggiunto i 90 km.se non di più);

  • A fronte della palese difficoltà del comune a gestire la situazione abbiamo chiesto alla prefettura di esautorare il comune con la nomina di un commissario ad acta; questa mattina siamo tornati in prefettura per sollecitare un tavolo (comune-prefettura-AEA-AUSL) e contiamo su un incontro la prossima settimana.

Abbiamo già detto –una petizione in questo senso è stata lanciata ai primi di settembre e firmata a centinaia di cittadini  ,prima del significativo responso Ausl che conferma la fondatezza della nostra istanza-cioè che il sito noto come ex-piscina deve essere bonificato subito.

NON OCCORRONO GRANDI CAPACITA’ DI PREVISIONE STRATEGICA PER SAPERE CHE A LOIANO A VOLTE D’INVERNO …NEVICA ; una nevicata, dopo i danni delle ultime avversità climatiche-avrebbe un effetto disastroso.

Dobbiamo smetterla in Italia con gli interventi del “giorno dopo”   

Non serve una ordinanza pro-forma ma “suicida”; occorre che le istituzioni pubbliche (come mai la Regione tace?) intervengano con successiva azione di rivalsa quando sarà praticabile.

Un Natale a Loiano, se non senza, con meno amianto.

Vito Totire, AEA-associazione esposti amianto e rischi per la salute via Polese 30 40122 Bologna

Loiano-Bologna, 3.11.2018

Pubblicato il : 
Sabato, 3. novembre 2018 - 7:28
Vota l'articolo

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Centro Raccolta Cosea

 

 

 

canile savena banner

 

 

 

Mappa Loiano