You are hereNasce "Notizie di Loiano"

Nasce "Notizie di Loiano"


Una buona notizia. Ha visto la luce in questi giorni “Notizie di Loiano periodico d’informazione e notizie del Comune di Loiano”. In pratica quello che una volta si definiva “il giornalino del paese”.

La ritengo una buona notizia perché ho sempre sostenuto che ogni parola, idea o proposta che si aggiunge nel mondo dell’informazione , sia sempre un’ottima cosa.  L’informazione provinciale dei quotidiani più conosciuti  non soddisfa le aspettative di un piccolo paese come il nostro. E’ così per i quotidiani ed anche peggio per la televisione o le radio. Forse è anche per questo che piccoli siti o blog locali sono sempre più seguiti e diventano piattaforma ideale per notizie e commenti. Quindi, come dicevo, ben venga un mezzo  che tratta i fatti di casa nostra.

 

Le questioni che mi lasciano  perplesso sono invece altre

 

Nell’era delle nuove tecnologie dove tramite i siti, i blog o i social network si può fornire e ricevere un‘informazione veloce, interattiva e soprattutto gratuita; si è scelto invece un mezzo lento, che non permette dibattito e costoso (è il motivo della grave crisi che sta attraversando la stampa).  Perché scegliere un quadrimestrale quando, a zero costi, si può fornire invece un’informazione giornaliera continuamente aggiornata? Perché utilizzare un mezzo che non permette confronto invece di un altro che, per definizione, è completamento aperto a critiche e opinioni diverse? Se sul nuovo giornalino oggi leggo un fatto che voglio commentare, devo aspettare quattro mesi (4 mesi!) per vederlo pubblicato. Se volete commentare o  criticare questo post lo potete fare in due minuti.

 

Non commento gli articoli di questo primo numero, ci sarà tempo per farlo in seguito . Ma perché non vi è alcun cenno al dibattito sulla nuova piscina?

Considerandone però la struttura ed i contenuti,  ho avuto la netta sensazione di leggere più un house organ di partito  che un giornale comunale. Qual è l’obiettivo di questa pubblicazione?  Fornire un’informazione super partes   o spiegare il "Sindaco - pensiero" ? Se in quattro fogli leggo solo dei mirabolanti successi di questa Amministrazione  e che i loianesi vivono (evidentemente a loro insaputa) nel giardino dell’Eden, qualche dubbio è forse lecito. Se poi vedo che la redazione è composta dal Sindaco e da Consiglieri di maggioranza, i dubbi diventano certezza.  Come scrivevo all’inizio,  c’è bisogno d’ informazione non di propaganda pagata dai loianesi.

 

In ultimo (ma forse più importante), è infatti  l’aspetto dei costi. Se è una pubblicazione del Comune,   è  quindi pagata dai cittadini. Credo quindi sia giusto far sapere pubblicamente quanto costa questo (impaginazione, stampa, distribuzione ecc.),  in quale voce di bilancio è stata inserita, quante copie sono stampate  e se vi è stata un’approvazione o meno del Gruppo di minoranza. Inoltre, per non far nascere spiacevoli  dubbi di conflitti di interessi, vorrei sapere chi  si occupa della stampa  (scrivere “stampa in proprio” può far pensare ad una rotativa nel tinello). Sulla gerenza non vi è nulla di tutto questo ma nel saluto di prima pagina il Sindaco parla di “trasparenza nelle scelte”. Quindi, come sempre, attendiamo fiduciosi

 

Danilo Zappaterra

 

dicembre 2011

Condividi

Pubblicato il : 
Vota l'articolo
Di questi tempi di un nuovo giornalino locale non me ne faccio proprio niente. A mio modesto parere chi amministra dovrebbe far ben altro, ma queste sono solo personali utopie. Fate qualcosa di concreto e di socialmente utile. Le cose fatte bene si vengono a sapere anche senza giornalino.
Vorrei rispondere alle farneticazioni di Danilo Zappaterra sul giornalino. Vorrei veramente che per una volta sola mettesse da parte le considerazioni da "oppositore" che critica tutto e tutti per partito preso (da buon grillino, tutto quello che faccio e dico è buono, tutto quello che fa e dice chi governa è da buttare). Il giornalino è indirizzato a tutte le famiglie residenti (ca.1500), composte da persone di tutte le età e non tutti hanno internet e vanno sui social network, vedi persone anziane, ma anche meno anziane; concetto che mi sembra a dir poco elementare, se non lo capisce vuol dire che non lo vuol capire. Ma la sinistra non pubblicava Vivere Loiano? Era forse pubblicato sul web? Se si vuole essere aggiornati c'è il sito del comune, se lo è dimenticato? Il giornalino è stato pubblicato senza mezzi esterni (tipografie) e distribuito senza pagare nessun esterno (non ci crede? Facile.... sale le scale del comune e va ad informarsi, in comune magari ci si va anche per questo, non solo per criticare). Il gruppo di minoranza ha uno spazio firmato da Enrico Dini, a meno che qualcuno non abbia scritto cose a suo nome e lui non lo sa. House organ di partito, quale sarebbe il partito? Pensi che la giunta è composta per 3/5 da tesserati, ex tesserati o simpatizzanti di sinistra, la stessa sinistra che ha amministrato Loiano per tantissimi anni. La stessa sinistra (quella sì, schiava del partito) che ha perso Loiano perchè capace solo di criticare a prescindere. Caro Zappaterra, criticare perchè è il ruolo dell'opposizione porta poco lontano, ma evidentemente l'aver perso Loiano anche e soprattutto per questo non è servito per fare esperienza. Tanti auguri, ne ha veramente bisogno!!!
Gentile Signore/a, La ringrazio del commento. Conferma in larga parte quello che avevo scritto nel post. Le rispondo per punti così, forse, è più chiaro. 1. Come ha notato mi sono firmato con nome e cognome così da dare un volto al post. Nascondersi come lei dietro ad un generico "anonimo" non le fa onore nè dà il giusto peso a quello che scrive. Se la imbarazza firmarsi con il suo nome utilizzi uno pseudonimo che va bene ugualmente. 2. Perchè ciò che ho scritto sono farneticazioni e le sue invece devono essere considerazioni corrette? Perchè (non è la prima volta)accusate di farneticare chi ha idee diverse dalle vostre? Non riuscite proprio ad esprimere il vostro pensiero o dissenso senza attaccare ed offendere? E' un peccato. Gioverebbe alla dialettica e allo scambio di opinioni. 3. Forse era disattento ma il post è iniziato con "una buona notizia". Ritengo e confermo che un nuovo strumento di informazione sia un fatto positivo per il paese. Ho espresso i miei dubbi riguardo al mezzo che ritengo obsoleto ed ai contenuti che ho ritenuto, e confermo, troppo di parte. Può condividerla o meno ma è la mia opinione. 4. Lei dice che il giornalino è fatto per chi non utilizza internet. Forse. Ma quale opinione o informazione può arrivare ad un cittadino con una pubblicazione quadrimestrale di quattro pagine? Perchè utilizzare un mezzo che non offre possibilità di confronto? Chiedo nuovamente: qual'è l'obiettivo del giornalino? Quello del Comune è un sito di informazione non di dibattito con la cittadinanza. 5. Apprendo con piacere che il giornalino non ha costi. Questa è un'altra buona notizia. Sono certo che al prossimo Consiglio Comunale verrà affermato ufficialmente così che anche altri soggetti potranno avvalersi delle stesse modalità. 6. Concludo ricordandole che io non sono in nessuna opposizione. Ho le mie idee che lascio fuori da LoianoWeb. Se avrà il piacere di seguirci troverà in questo sito molti post critici verso il PD di Loiano ed altri di pieno apprezzamento verso l'Amministrazione. Apprezzo e condivido la linea di "abbassare i toni" ed affrontare uniti questo difficile periodo. Ciò però non vuol dire non sollevare critiche che si sperano sempre costruttive. Spero di rileggerla nuovamente e le ricambio gli auguri . Ne abbiamo tutti bisogno
Ho avuto modo di leggere il giornalino del Comune e non ho visto altro che il tessere le lodi dei trionfi acquisiti da questa Amministrazione Comunale.Personalmente mi è sembrato solo un rispondere ad alcuni punti dolenti evidenziati da questo sito di informazione. Alcuni su tutti, le frane ... ora è tutto a posto,..operazione Futa sicura... tutto Ok...e via dicendo.Sicuramente abbassare i toni giova a tutti ma penso anche che occorra dare il buon esempio. La rappresentazione politica di questa Giunta Comunale non è proprio adatta per farlo sopratutto per i modi e le dialettiche usate perchè rispecchiano sempre quelle del Governo Nazionale e di chi l'ha guidato fino a poco tempo fà. Quello che è sbagliato è l'arroganza con cui il Consiglio Comunale prende certe decisioni e poi dice 'queste decisioni dobbiamo condividerle tutti'.Perchè quendo hanno deciso di fare un bel regalo ai costruttori locali in cambio della piscina la decisione l'hanno presa senza ascoltare nessuno ?.E allora che abbiamo almeno il coraggio di dire 'noi facciamo quello che ci pare' e di non prendere in giro i Cittadini con parole di perbenismo e di circostanza.
Perché “farneticazioni”? Caro Anonimo, non è questo che trovo nell’articolo di Zappaterra, così come nell’atteggiamento di chi scrive su questo sito. E’ fonte di informazione e certamente anche di critica, ma soprattutto mette in luce problemi locali ignorati o sottovalutati, e spesso fornisce proposte interessanti. E se è vero che è canale di informazione su iniziative ed opinioni del Movimento 5 Stelle, è anche vero che ha sempre accolto articoli e pareri di tutti, senza porre mai vincoli o censure di sorta (nel limite del lecito). Perché non provare a leggerlo come suggerimento, come spunto per svegliare nuove attenzioni, piuttosto che sentirsene sempre colpiti personalmente? Perché non utilizzarlo per chiarirsi o per porre ulteriori questioni, per rispondere a critiche o per sottolineare apprezzamenti? “VivereLoiano” è stato per molto mesi il giornalino del PD locale, era finanziato con le risorse che il partito riusciva a guadagnare con le iniziative politiche (Festa dell’Unità) ed era COSTOSISSIMO, tanto da doverne ad un certo punto sospendere la pubblicazione. Poter fare una pubblicazione a colori a “COSTO ZERO” è una grande fortuna, ma effettivamente piuttosto insolita. Ma “VivereLoiano”, che oggi viene pubblicato solo saltuariamente, ha chiaramente obiettivi diversi, essendo voce di un partito politico, da quelli che ci si aspetta da un una pubblicazione della Amministrazione Comunale, legata quindi ad un ruolo istituzionale. Ci si chiede perché non andare oltre all’autocompiacimento e parlare, oltre alla già citata questione della piscina, di quanto ci riserva il futuro? Perché non cogliere l’occasione per coinvolgere i cittadini sulla situazione economica e sulle scelte e le ripercussioni che cadranno su famiglie e servizi? Perché non spiegare l’inevitabile serie di nuovi contributi che ci verranno richiesti? Auguri a tutti, Sonia.
Dimenticavo una cosa... Tutte le cose che tu dici che bisognerebbe spiegare ai cittadini sono state spiegate negli incontri di frazione, e anche in modo veramente esauriente. Peccato che se la gente sta a casa è dura che capiscano le cose...
Dimenticavo una cosa... Tutte le cose che tu dici che bisognerebbe spiegare ai cittadini sono state spiegate negli incontri di frazione, e anche in modo veramente esauriente. Peccato che se la gente sta a casa è dura che capiscano le cose...
Ciao Sonia, credo che il giornalino sia stato scritto solo a titolo molto sintetico e per di più in formato A3 di una sola pagina proprio per ridurre i costi. Per conoscere quello che fa l'amministrazione, oltre magari anche a Loiano Web (anche se continuo a considerare il sito un poco fazioso, ma questa è una mia opinione e basta), ci sarebbero anche gli incontri di frazione. Peccato che tante persone dicano la loro sull'amministrazione in tutti i modi possibili, ma quando si tratta di confrontarsi incontrandosi di persona, non c'è mai nessuno, i soliti "quattro gatti". Allora: queste cose che tutti scrivono sul sito di Loiano Web perchè non vengono dette guardandosi in faccia con chi amministra? Credo che anche in questa era di informatizzazione, web, social network e quant'altro il rapporto diretto sia sempre la cosa migliore. In giro per Loiano, nei bar, lungo le strade, sento gente che ne ha per tutti, ma quando ci sono i consigli comunali quanta gente si presenta? Quando ci sono gli incontri di frazione? Facile criticare, poi quando c'è l'occasione per dire le cose tutti si fanno di nebbia. Mi sembra molto comodo.
In effetti non si capisce perchè agli incontri di frazione c'è sempre poca gente. Se non interessa non possono certo andarli a prendere casa. Che poi però non si lamentino se qualcun altro decide per loro. Per quanto riguarda il consiglio comunale ho smesso di andarci perchè dovendo solo ascoltare cose già decise prima e non potendo mai intervenire lo trovo noioso e poco democratico.AZ
Ma perchè non puoi intervenire? Tutti possono intervenire e in effetti chi vuole interviene... Poi scusa, ma in quale forma di governo dove tu voti e quindi eleggi un gruppo che governa, tu decidi insieme a loro cosa fare?
Beh,il senso dello "strumento web" e proprio questo:"dire le cose in modo molto comodo". Partecipare fisicamente ad un incontro implica non avere impegni nella data prefissata, avere voglia di uscire, avere un mezzo di trasporto.... mentre su un blog o un forum ci vai comodamente da casa, quando vuoi e come vuoi (magari in pigiama nel cuore della notte!). C'è una fascia di età (in cui io mi riconosco) in cui il rapporto umano sembra ancora importante e che ha dovuto sforzarsi per entrare in questa nuova modalità, ma per le generazioni più giovani questo è il mezzo assolutamente più comune. I ragazzi non si parlano più nemmeno al telefono, usano SMS, messanger, Facebook e riescono a tessere comunque rapporti sociali, e a costruire amicizie e relazioni; non riescono però a leggere oltre i titoli di un giornale. Il web è solo un mezzo di comunicazione in più, non sostituisce i giornali, i bar o gli incontri per strada, ma è comodo, efficace e poco costoso. Vale la pena di provarci.
Chiedo scusa al sig. Zappaterra, credevo di aver inserito lo pseudonimo, invece non era così. Mi permetto di dire alcune cose. Forse ho usato in maniera un po forte il termine "farneticazioni" ma leggendo ciò che ha scritto mi è venuto spontaneo. Ma scusi: il notiziario è di parte, ma è quello che l'amministrazione informa di avere fatto, è ovvio che è di parte ed è ovvio che la parte avversaria lo considera tale. L'obiettivo del giornalino è quello di informare i cittadini di varie cose, anche quelli che internet e social network non sanno cosa siano, ma lo sa quanti anziani ci sono nel nostro territorio? Finisco dicendo che è da poco tempo che ogni tanto leggo Loiano Web, ma di critiche alla sinistra ce ne sono davvero poche, stranamente i commenti dei lettori sono quasi esclusivamente dalla vostra parte e immagino per pura coincidenza contro l'amministrazione. Basta leggerli e fare una statistica, ritengo che sia semplice. La sinistra (e qualcuno di coloro che amministravano lo sanno bene) ha perso nuovamente le elezioni grazie anche a Vivere Loiano, dove si scriveva che tutto ciò che faceva la giunta era sbagliato, e tutto ciò che andava fatto era esattamente l'opposto; probabilmente la gente ha capito che in questo modo di vedere le cose c'era qualcosa che non andava. Non vorrei che Loiano Web ripetesse lo stesso errore, che talvolta finisce per avere l'effetto contrario rispetto a ciò che si vuol fare. Può anche darsi che Loiano Web sia consultato solo da elettori di sinistra e allora questo spiega tutto. Finisco dicendo ciò che una persona dell'amministrazione ha scherzosamente detto qualche tempo fa: bisognerebbe fare una legge secondo la quale tutti i cittadini per qualche mese amministrassero il paese, così almeno tutti si rendono conto di cosa vuol dire provare a governare "da dentro" e non da fuori, nei giornalini, nel web, nei bar, dove purtroppo si fa tanta politica. Saluti.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.